Niente più scali in Russia

Le compagnie di navigazione prendono posizioni chiare sull'attacco russo all'Ucraina.

Dopo l'attacco della Russia all'Ucraina, numerose compagnie di crociera hanno già preso posizione ed hanno già annunciato che tutte gli scali verso la Russia nel 2022 saranno cancellati con effetto immediato. 

Carnival Corporation, la società madre di AIDA Cruises, Costa Crociere e altre sette compagnie di crociera, ha già escluso che quest'anno ci saranno scali in Russia. 
Sono attualmente in fase di preparazione le corrispondenti deviazioni, che dovrebbero essere trasmesse tempestivamente ai passeggeri prenotati: 

Alla luce dei recenti attacchi della Russia in Ucraina, i marchi Carnival Corporation modificheranno i nostri itinerari nella prossima settimana una volta confermati porti alternativi. Sosteniamo la pace.

Norwegian Cruise Line Holdings, la società madre di Norwegian Cruise Line, Oceania Cruises e Regent Seven Seas Cruises, Atlas Ocean Voyages, Viking Cruises, TUI Cruises, Saga Cruises e Windstar Cruises hanno anche loro annunciato la cancellazione degli scali verso la Russia. 

C'è una piccola delusione per Royal Caribbean Group. Secondo i rapporti americani, la seconda compagnia di crociere più grande del mondo, che ha Royal Caribbean International, Celebrity Cruises e Silversea Cruises, non si è ancora posizionata in modo chiaro.  

Anche MSC Crociere non ha ancora rilasciato una dichiarazione chiara. 

Secondo il piano originale, ci saranno scali regolari in Russia. 

Ci auguriamo che anche questa azienda parli chiaramente e inequivocabilmente contro le start-up nel prossimo futuro. 


NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -