QATAR - hub internazionale per lo sport e la scelta perfetta per ospitare eventi sportivi internazionali e regionali

Il Qatar sta rapidamente diventando un hub internazionale per lo sport e la scelta perfetta per ospitare eventi sportivi internazionali e regionali. 

Negli anni ha ospitato numerosi eventi in diverse discipline sportive. 

Questi includono i Giochi asiatici del 2006, il Campionato mondiale di pallamano maschile 2015, il campionato di ciclismo su strada 2016, i Campionati mondiali di ginnastica artistica 2018, i Campionati mondiali di atletica leggera IAAF 2019 e gli ANOC Beach Games 2019, solo per citarne alcuni. 

E, quest'anno, -  2022 - il Qatar si prepara a ospitare uno dei più grandi eventi sportivi del mondo: la  Coppa del Mondo FIFA Qatar 2022.

Il torneo prenderà il via lunedì 21 novembre 2022 alle 11 italiane (13 secondo il fuso orario del Qatar) allo stadio Al Bayt.

Questo rapporto che il Qatar ha con lo sport è prezioso e antico. 

Le corse dei cavalli, dei cammelli e della falconeria fanno parte da secoli della tradizione e della storia del paese. 

La passione e la connessione con lo sport si sono evolute nel tempo e sebbene questi sport rimangano ancora importanti, altre attività sportive si sono aggiunte al mix come calcio, golf, pallavolo e tennis. 

Inoltre, dal 2012, il Qatar celebra la Giornata nazionale dello sport il secondo martedì di febbraio di ogni anno per incoraggiare lo sport, il fitness e uno stile di vita sano in Qatar. 

Diamo un'occhiata allo sport in Qatar e a come si è evoluto per diventare una parte importante dell'identità del paese.


Sai che i cavalli arabi svolgono un ruolo molto significativo nella storia del paese?

Nel 1893, i beduini, guidati dallo sceicco Jassim bin Mohammed Al Thani, assistiti dai loro preziosi cavalli, combatterono e vinsero un'importante battaglia nella storia del Qatar contro gli ottomani; una battaglia che alla fine portò all'indipendenza del Qatar. 

Nel 1992, Sua Altezza il Padre Amir Sheikh Hamad bin Khalifa Al Thani fece allestire un allevamento di cavalli arabi sul luogo di questa battaglia di Al Shaqab, nominandolo Centro ippico di Al Shaqab.

L'obiettivo di questo centro ippico all'avanguardia è preservare le tradizioni storiche e l'eredità dei cavalli arabi; animali molto rispettati nel paese.

Le corse di cavalli come sport tradizionale è vivo in Qatar dai tempi antichi, quando i beduini allevavano e addestravano cavalli per correre con i cavalli delle altre tribù della zona. 

Vincere queste corse era motivo di orgoglio e onore per le tribù, e i cavalli purosangue arabi di questa zona erano (e sono tuttora) tra alcuni dei migliori cavalli del mondo.


Tuttavia, fu solo nel 1975 che l'equitazione ottenne più riconoscimenti in Qatar e divenne uno sport mainstream con il Qatar Racing and Equestrian Club che divenne pubblico quell'anno. 

Questo Club ha il compito di sviluppare eventi di corse di cavalli purosangue e purosangue arabi a livello locale e internazionale, organizzare mostre di cavalli arabi e incoraggiare i proprietari di cavalli a prendersi cura e gareggiare con i migliori cavalli per sviluppare la produzione di cavalli.


Negli ultimi anni, il Qatar ha investito molto nel calcio e ha prodotto una squadra nazionale di calcio alla pari con altre squadre internazionali, soprattutto nella regione del Golfo. 

Nel 2019 la nazionale del Qatar ha battuto gli Emirati Arabi Uniti nei Campionati AFC e portato a casa il trofeo.

Il Qatar è il primo paese arabo ad ospitare la Coppa del Mondo FIFA dopo aver vinto l'appalto in un momento storico nel 2010. Da allora, sono proseguiti i preparativi per garantire che i fan di tutto il mondo si godano il torneo nel suo pieno splendore e ottengano un assaggio della famosa ospitalità del Qatar. 

L'infrastruttura del paese è stata modernizzata per gestire i milioni di tifosi che verranno in Qatar.

 Gli stadi  sono stati costruiti tenendo conto della sostenibilità e di altri fattori e nuove attrazioni stanno arrivando per intrattenere i tifosi. 


NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -