10/SCALI%20CROCIERA/ticker-posts

SCOPRIRE TARANTO IN CROCIERA


Le navi da crociera a Taranto attraccano al Centro Servizi Portuale Polivalente di Falanto. (inaugurato nel 2017) realizzato sul molo San Cataldo. 

Al porto troverai un servizio navetta gratuito per uscire dal porto. 

La navetta ti lascerà poco prima del ponte che porta al Lungomare Vittorio Emanuele III arrivando, poi, nel grande piazzale dove si erge il Castello Aragonese. ( proseguendo sul marciapiede di destra ).

  • Il Lungomare Vittorio Emanuele III permette di osservare edifici del periodo fascista. Scoprirete così il Palazzo del Governo – inaugurato nel 1934 da Mussolini – il Palazzo delle Poste e la Banca d'Italia ex “ casa del fascio ”.

Sul lato sinistro di dove ti lascerà la navetta, vedrai lo stazionamento dei bus e taxi.

I miei consigli sono: il Castello Aragonese (visite guidate gratuite), il Centro Storico con la Cattedrale più antica della Puglia (Cattedrale di San Cataldo), lo shopping in Via D'Aquino e Via Di Palma (appena oltre il ponte girevole affianco al Castello Aragonese). 

Assolutamente da vedere è il Museo Archeologico Nazionale, il MArTA, con un'impressionante collezione di reperti dell'antica Grecia. 
Troverai molti ristoranti di pesce nel centro storico dove puoi mangiare e bere il vino Primitivo di Manduria di produzione locale. 


Grazie alla sua imponenza e alla sua storia,  Taranto è la città più importante della provincia del Salento. Il suo cuore storico – la Città Vecchia – separa il Mar Grande dal Mar Piccolo. 

Per visitare Taranto, inizia dal suo cuore storico. La Città Vecchia è giustamente chiamata cosi in quanto è il quartiere più antico della città. 

È collegata al resto della città grazie al famoso ponte Girevole. Nonostante alcuni edifici leggermente sbiaditi, questo quartiere ha ancora molto carattere.

Potrai vedere alcuni monumenti emblematici come il Castello Aragonese ( Castello Sant'Angelo), il tempio dorico, il chiostro San Domenico e il duomo San Cataldo. 

Non esitate a passeggiare tra i tanti vicoli caratteristici come Via Duomo o Via Cava per immergervi nella storia della città.




Dopo la tua fuga nella città vecchia, lascia il posto ai quartieri più nuovi! 

La maggior parte degli edifici costruiti nel Borgo Novo furono costruiti all'inizio dell'800, in sostituzione di quelli vecchi. 

Ogni angolo di strada è un inno alla vita. Visitare Taranto permette anche di incontrare una parte oscura della storia italiana. 


Il castello aragonese

Impossibile visitare Taranto senza scoprire il suo edificio più emblematico. 

Eretto alla fine del XV secolo su richiesta di Ferdinando II d'Aragona, il castello aragonese si basa su un'antica costruzione bizantina. Questo desiderio di cancellare questo passaggio ottomano deriva dal fatto che i turchi massacrarono la città di Otranto nel 1480.

Attualmente il monumento appartiene alla Marina Militare Italiana ed è visitabile. Inoltre, l'accesso ai bastioni permette di godere di una visuale libera del porto e del ponte girevole del Girevole. 

Un piccolo aneddoto, il castello servì da prigione per il padre di Alexandre Dumas.



MArTA, Museo Archeologico Nazionale Di Taranto

La visita al MArTA – situato nel Borgo Nuovo – permette di fare un tuffo nella storia della città. Dal Paleolitico al Medio Evo, passando per la religione messapica praticata in questa regione d'Italia nell'VIII secolo aC Inoltre ne è vestigio la statua di Zis, divinità messapica.

È inoltre possibile ammirare i gioielli scoperti nella regione durante gli scavi archeologici. Realizzati tra il IV e il I secolo aC, portano il nome “ori de Tarente”. 

Gli amanti della storia sapranno quindi cosa fare a Taranto.


Molti monumenti religiosi meritano una visita a Taranto. 
In via prioritaria troverai il Duomo San Cataldo, che sarebbe la cattedrale più antica della Puglia. Costruito nell'XI secolo in stile romanico, l'edificio è stato successivamente oggetto di alcuni lavori, come la facciata rinfrescata nel XVIII secolo.
All'interno prevale lo stile barocco! Il terreno stesso è vestito di mosaici normanni che fanno il loro effetto. Quanto alla cappella, custodisce le reliquie di Cataldo, patrono della città.
Tra gli altri edifici religiosi presenti in città, meritano una visita il chiostro e la chiesa di San Domenico in stile romanico-gotico.


La Taranto sotterranea – Museo Ipogeo Spartano

La città fondata dagli Spartani ha un interessante seminterrato sia dal punto di vista storico che archeologico. È costituito da diversi ipogei che servivano sia come sepolture che come luoghi di deposito.

Per chi vuole sapere tutto su queste catacombe, ci sono visite guidate su questo tema. Scoprirete poi il Palazzo Beaumont Ipogeo Bellacio, uno dei luoghi da non perdere nel centro storico di Taranto.


Tempio dorico di Poseidone
Proprio di fronte a Castel Sant'Angelo si trovano due colonne greche. È tutto ciò che resta di un antico tempio greco costruito nel V secolo aC Sarebbe anche uno dei più antichi della Magna Grecia.
Ultima vestigia della Città Vecchia a testimonianza di un luogo di culto greco, ha a lungo diviso i pensieri. 
Se gli abitanti ritengono che sia ancora dedicata a Poseidone, gli archeologi hanno scoperto delle statue che rappresentano... Una donna! Quanto a chi, ancora diverse ipotesi. Potrebbe essere Persefone, Artemide o anche Era.
Come avrai capito, proprio per il suo lato mistico e intriso di mitologia, questo tempio è uno degli indispensabili da visitare a Taranto!

Al di là dei templi, Taranto è conosciuta anche per i suoi palazzi! Tra i più famosi della Città Vecchia, Palazzo Beaumont e Palazzo Pantaleo.

Il primo, costruito nel XVII secolo, è noto per i suoi ipogei. Il secondo nacque nel 18° secolo e apparteneva ad un aristocratico. Oggi ospita il "museo etnografico majorano", in omaggio alla cultura locale.


Questa antica città spartana, fondata nell'VIII secolo aC, fu addirittura capitale della Magna Grecia.
Secondo la leggenda, Taras – figlio di Poseidone e di una ninfa – sbarcò nel porto della città a dorso di un delfino inviato dal padre per salvarlo. 
Questa storia spiega quindi perché il nome originario di Taranto è quello della progenie del Dio dei mari.
La sua posizione strategica le ha permesso di essere una potenza militare e commerciale. 
Di questo glorioso passato restano i monumenti sparsi per la città.


Le Spiagge

Dirigiti a sud verso Taranto. Qui la scelta è tua: spiagge selvagge o spiagge organizzate! Ad ogni modo, ti godrai la sabbia soffice e le acque cristalline. 

La meravigliosa spiaggia  Sun Bay

La navetta gratuita vi porterà fuori del porto. 

Dove vi lascerà, fuori del porto, a sinistra vedrete lo stazionamento pullman.
Prendere il Bus numero 20 e chiedete della fermata Sun Bay.
Sono circa 50 minuti €1 la corsa.
Il giornaliero costa €2.60 e si possono prendere tutti i bus che volete .
Al ritorno prendere il bus 21 o 27 ( passa ogni 20 minuti)

È possibile arrivare anche in taxi, il costo è di €30 andata e €30 ritorno.

Due lettini e un ombrellone in prima fila giornata intera €20 metà giornata €12.


Conservazione dei delfini dello Jonio

La Jonian Dolphin Conservation Environmental Protection offre tour di osservazione dei delfini nel Mar Ionio. A bordo di un catamarano, potrai vedere questi cetacei evolversi liberamente, nel loro ambiente naturale.

Questa associazione per la protezione di delfini e cetacei ha sede presso il Molo Sant'Eligio, a Città Vecchia. Approfitta quindi del tuo soggiorno a Taranto per andare in mare a vedere i delfini!


Isola di San Pietro (Isole Cheradi)
Adagiate nel Golfo di Taranto, le Isole Cheradi formano un minuscolo arcipelago di due isole, la principale è l'Isola di San Pietro. 
In estate è possibile scoprirli durante una gita di un giorno in barca. Se sei interessato a questa escursione, controlla gli orari delle barche sul sito web di AMAT e prenota il tuo biglietto.
Una volta lì, le Isole Cheradi e la loro spiaggia circondata da pini promettono una piacevole vacanza di relax.