Barcellona-vivere la sua rivoluzione gastronomica

All'inizio degli anni 2000, Barcellona è stata il centro dell'esplosione mondiale della cucina catalana, con l'inizio di un movimento gastronomico unico guidato da alcuni chef visionari che hanno catapultato la cucina catalana nel mondo.

Il più antico ricettario di cucina catalana , El Llibre de Sent Soví , risale al XIV secolo e anche se, ovviamente, la cucina si è evoluta, la sua essenza è rimasta la stessa e non c'è posto migliore per scoprirla di Barcellona, ​​dove si possono gustare le vere ricette e scoprire in ogni ristorante una peculiarità diversa. 

Per chi ama andare alla fonte delle ricette e vedere con i propri occhi da dove arrivano le materie prime che usano i ristoranti di Barcellona, o cosa mangiano effettivamente i locali, si possono visitare i 39 mercati di prodotti freschi sparsi per i quartieri della città.
Il mercato più conosciuti e spettacolare è sicuramente il Mercat de Sant Josep de la Boqueria, nato nel XIII secolo come mercato di strada sulle Ramblas e nominato nel 2017 miglior mercato del mondo. 

Colorato e ricchissimo di varietà è uno dei luoghi più caratteristici della città dove si può sia acquistare i prodotti tipici sia gustarli sul momento, mangiando sotto le grandi arcate di ferro, in mezzo ai mille profumi, per un pranzo fuori dagli schemi. 


Barcellona è la regina della varietà di stili architettonici e questo elemento si rispecchia anche nei suoi ristoranti. 

Non può mancare ovviamente il modernismo nella ristorazione, come nel ristorante i 4Gats, che si trova al piano terra della Casa Martì, edificio modernista opera dell’architetto Josep Puig i Cadafalch. Picasso lo amava, tanto che la sua prima esposizione fu proprio organizzata lì. 

Barcellona è una città dove la storia è ovunque, anche quando si tratta di gastronomia. Per provarlo bisogna andare al Can Culleretes, il ristorante più antico della città, situato nel Quartiere Gotico, inaugurato nel 1789. 


Oppure nella Ciutat Vella la tappa fissa è il Bar Marsella, il più antico di Barcellona. Frequentato da artisti e bohemienne ha mantenuto intatta la sua atmosfera antica: scaffali in legno con bottiglie dalle etichette ormai sbiadite, soffitti alti, luci soffuse e specchi alle pareti. Un consiglio su cosa bere? Rigorosamente Assenzio.  


Per i fan della cucina d’autore il Disfrutar è sicuramente una tappa imprescindibile. Nella classifica 2022 stilata da The World’s 50 Best Restaurants, il Disfrutar del trio di chef Mateu Casañas, Oriol Castro e Eduard Xatruch è salito sul terzo gradino del podio tra i migliori ristoranti al mondo.

Cenare al Disfrutar è un’esperienza da fare una volta nella vita: una cucina avanguardistica, dove i piatti si distinguono per la loro grande identità, marcatamente mediterranea. Un ristorante con una cucina audace, divertente e moderna che ricerca il gusto come protagonista.

Una città che sta vivendo una rivoluzione culinaria non può esimersi dall’organizzare eventi che possano celebrarla. A Barcellona, ​​l'agenda gastronomica è ricca di eventi interessanti che raccolgono migliaia di visitatori intorno al cibo e alla cucina.