QASIGIANNGUIT - GROENLANDIA - COSA FARE IN UN GIORNO - ATTRAZIONI E SUGGERIMENTI PER ESCURSIONI IN AUTONOMIA



QASIGIANNGUIT - GROENLANDIA - COSA FARE IN UN GIORNO - ATTRAZIONI E SUGGERIMENTI PER ESCURSIONI IN AUTONOMIA


Il paradiso nascosto della Groenlandia dove lo stile di vita tradizionale è messo in mostra in un entroterra di buoi muschiati in libertà e abbondanti acque di pesca.

A Qasigiannguit il sole di mezzanotte splende 24 ore su 24 durante l'estate e in inverno l'aurora boreale danza nel cielo notturno. Questa città con una popolazione di 1.200 abitanti gode di una splendida posizione nella parte sud-orientale della baia di Disko, 200 km a nord del Circolo Polare Artico.

Circondata da un vasto entroterra che nasconde sentieri escursionistici poco conosciuti, mandrie di buoi muschiati, antichi siti archeologici, imponenti ghiacciai e la spettacolare baia di Disko con il suo numero incalcolabile di balene e iceberg grandi come cattedrali, Qasigiannguit offre uno scorcio unico della vita quotidiana in Groenlandia di diverse centinaia di anni fa.

La pesca dell'halibut della Groenlandia e del granchio artico è ancora la principale attività ed orgoglio della città. I vecchi pescatori trasmettono la tradizione di famiglia alle generazioni più giovani ed il  porto è il punto focale della città ed è qui che c'è vita e spazio per grandi sorrisi.Il mare è pieno di foche e le numerose balene sembrano più attive in estate, quando il sole di mezzanotte domina.

Il paradiso dimenticato della Groenlandia – Qasigiannguit è il luogo in cui lo stile di vita originale è ancora molto vivo e la natura è davvero vicina.Qasigiannguit significa "il luogo delle foche maculate". 

Lo scricchiolio della slitta, la sensazione dei corridori sulla neve dura e il respiro affannoso dei cani che rompono l'aria gelida offrono una meravigliosa sensazione di libertà e uno stretto legame con la natura per animali, conducente e passeggeri.



Passeggiata della città di Qasigiannguit 

Il Museo cittadino conserva alcune delle scoperte antiche meglio conservate e delle emozionanti collezioni della Groenlandia. 

In collaborazione con il museo cittadino di Qasigiannguit, è possibile ottenere una visione unica di una parte della storia della Groenlandia. 

Sul progetto "Live Settlement" volontari e professionisti lavorano insieme per portare in vita e trasmettere la conoscenza della cultura Thule com'era intorno al 1700 d.C.

Durante tutto l'inverno, i volontari del progetto si incontrano e producono strumenti e abbigliamento in pelle utilizzando le conoscenze scientifiche disponibili sulla cultura Thul.

Durante i mesi estivi il progetto si sposta all'aperto, la barca e i kayak delle donne vengono messi in acqua, i partecipanti si vestono con abiti in pelle e preparati ad accogliere gli ospiti che vengono in città, esattamente come sarebbe stata una famiglia della cultura Thule in un giorno d'estate nel 1700 d.C.

Il piccolo hotel della città color azzurro è situato in riva al mare e dalla terrazza è spesso possibile avvistare foche e balene.

La città ha un negozio di alimentari, minimarket più piccoli, diversi punti di ristoro e un piccolo negozio dove si può acquistare di tutto, dall'attrezzatura da pesca e stivali di pelle a strumenti musicali e cibo per cani.

Qasigiannguit è una città vivace con una scuola elementare, una scuola secondaria, una fabbrica di lavorazione del pesce Royal Greenland e così via.

La città fu fondata nel 1734 quando il nome era 'Christianshåb'. La popolazione è attualmente di ca. 1.200 persone e un numero maggiore di cani da slitta groenlandesi.




Mercato del 'Brættet' 

Brættet è il luogo in cui cacciatori e pescatori vendono il pescato. Solitamente si tiene sotto una semplice tettoia o tettoia a protezione di alcuni banchi (il brættet o tabellone) dove viene esposto il pescato del giorno per l'acquisto. Un luogo interessante da visitare.

L'entroterra aperto e le montagne disponibili intorno a Qasigiannguit offrono eccellenti escursioni e, sebbene la sfida per alcuni possa essere enorme, la vista vale il viaggio, in particolare la vista dalla vetta più importante della città, il Monte Qaqqarsuaq, alto 450 metri.

Un'esperienza un po' più tranquilla, ma non meno eccitante, è visitare l'antica casa della polvere da sparo che rimane ancora sulle colline sopra il vecchio porto delle barche. 

In passato, la casa veniva utilizzata per immagazzinare polvere da sparo per far esplodere il ghiaccio marino negli inverni molto rigidi, in modo che le navi di rifornimento potessero entrare in porto in sicurezza.

Oggi, la vernice è stata scheggiata dalla vecchia casa della polvere da sparo e il colore rosso è quasi scomparso. 

Spiccano, e ben visibili ad occhio nudo sulle vecchie assi di legno, i nomi di ragazze e ragazzi scolpiti nel legno come silenziosa testimonianza di un amore, vinto o perso, attraverso molte generazioni.




Escursione alla spiaggia di Paradise Bay 

Una bellissima escursione a Kangerluluk, conosciuta anche come la Baia del Paradiso. Lungo la strada si scorgono le antiche rovine delle prime case dell'era coloniale e la grotta di Bing. Dal sentiero escursionistico c'è una bella vista sulla città con le case colorate e la baia di Disko sullo sfondo.





Osservazione delle balene

Durante l'estate le megattere e le balenottere comuni (ma anche le balenottere minori e le balenottere azzurre) si dirigono a nord verso la baia di Disko, dove si nutrono di cibo in abbondanza composto da calamari, gamberi e altro ancora. L'area di Qasigiannguit è particolarmente nota per la sua vasta presenza di questi giganti del mare.




NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -