EDIMBURGO - MARY KING'S CLOSE: LA STRADA SEPOLTA DELLA METROPOLITANA - ESCURSIONE FAI DA TE

Dagli avvistamenti di fantasmi ai medici della peste: scopri gli affascinanti segreti della Edimburgo sotterranea al Real Mary King's Close, un dedalo di strade del XVII secolo sepolte sotto il Royal Mile.

Dai miti e leggende, all'epidemia mortale di peste, fino a un famoso visitatore reale: c'è una miriade di storie che aspettano solo di essere raccontate. 

In superficie, le strade del Royal Mile di Edimburgo sono una massa di turisti, negozi di souvenir, pub e suonatori di cornamusa. Una passeggiata attraverso la Città Vecchia è un viaggio nella storia, dal Castello di Edimburgo da un lato al Palazzo di Holyroodhouse dall'altro.

Ma non tutta la storia di Edimburgo è in superficie: dirigiti sotto le strade della città e potrai scoprire i segreti della Edimburgo sotterranea al The Real Mary King's Close.

Sepolta sotto terra, questa rete di vicoli stretti e case abbandonate si trova sotto il Royal Mile dal XVII secolo. 

È all'origine di molte storie di fantasmi: ma chi viveva veramente lì e come è possibile che la strada sia stata sepolta sottoterra?



LA STORIA DI MARY KING'S CLOSE

Durante il XVII secolo Edimburgo soffriva di un grave sovraffollamento. La città era stata costruita sulla cima di Castle Rock con un muro attorno al bordo per proteggere i suoi residenti. Ma il muro significava anche che non c’era spazio per l’espansione della città verso l’esterno.

Così, invece, man mano che la popolazione cresceva, le case venivano stipate sempre più strettamente e crescevano fino a raggiungere otto o più piani, creando i primi grattacieli del mondo. Una rete di strette strade laterali partiva dal Royal Mile, conosciute come wynds o Closes.

I Wynds erano percorsi pubblici, ma i closed erano strade private che venivano chiuse di notte per tenere lontani eventuali indesiderabili. Le persone più ricche vivevano ai piani più alti, dove gli edifici ricevevano più luce e meno odore di fogna. E i più poveri vivevano al piano terra buio e squallido, rinchiusi insieme al bestiame e con fogne a cielo aperto davanti alle porte di casa.


La maggior parte dei Close di Edimburgo furono demoliti o trasformati in uffici o appartamenti nel corso degli anni, ma Mary King's Close ebbe un destino diverso. 

A questo punto Edimburgo si era espansa oltre le mura originarie della città. Le autorità cittadine del XVII secolo erano preoccupate di perdere il commercio a favore della New Town di Edimburgo, quindi decisero di costruire un nuovo e grandioso Royal Exchange.

E hanno trovato il posto perfetto di fronte alla Cattedrale di St Giles. 

C'era solo un piccolo problema: le strade piene di case che c'erano già.

 Ma invece di abbattere completamente queste case, in un ispirato tentativo di riciclaggio, hanno semplicemente tolto i piani superiori e utilizzato i piani inferiori come fondamenta per la Borsa.


Mary King's Close fu ricoperta e inghiottita nel seminterrato del Royal Exchange. Il terreno in pendenza fece sì che le case che si affacciavano sul Royal Mile furono distrutte. Ma più in basso, intere case erano sepolte intatte.

Nonostante fosse sepolto sottoterra, il recinto non fu del tutto abbandonato. Alcuni residenti non volevano andarsene e continuarono a gestire le loro attività in questo strano mondo semisepolto. Quindi potresti andare sottoterra per comprare il tuo tabacco o farti fare una parrucca.

I fabbricanti di seghe della famiglia Chesney furono gli ultimi residenti della zona. Rimasero lì fino al 1902 quando furono finalmente costretti a lasciare l'edificio del Royal Exchange - ora utilizzato come City Chambers - fu ampliato e l'ultima chiusura fu sigillata.


Poi, nel 2003, Mary King's Close è stata aperta come attrazione turistica dopo che archeologi e storici hanno analizzato tutte le prove che sono riusciti a trovare per scoprire come era la vita per i residenti sotterranei di Edimburgo del XVII secolo.


VISITARE IL REAL MARY KING'S CLOSE

In parte tour storico, in parte tour dei fantasmi, il Real Mary King's Close è diventato una delle attrazioni più insolite di Edimburgo . Dall'ingresso sul Royal Mile la prima tappa per i visitatori è una mostra con modelli dei vicini e vecchie mappe come introduzione.

Prima di proseguire, incontrerai la tua guida in costume (il nostro era il poeta Robert Ferguson, alias John). Scendemmo una scala buia ed emergemmo in un labirinto di strade sotterranee che collegavano edifici con stanze claustrofobiche dal soffitto basso.

La strada scende ripidamente verso il vecchio Nor Loch ai piedi della collina. Oggi sono i Princes Street Gardens, ma in origine era una palude trasformata in discarica/luogo in cui inzuppare le streghe. 

Dato che ogni stretto è largo solo pochi metri, puoi immaginare quanto deve essere stato buio e opprimente nella parte inferiore con gli edifici torreggianti su entrambi i lati.


Il tour ci ha portato attraverso una serie di stanze, con le storie dei residenti della zona, dai becchini alle suocere assassine, inclusa la stessa Mary King.

Le chiusure di Edimburgo prendono il nome da importanti cittadini locali e nel 1630 Mary era una commerciante di tessuti che viveva nelle vicinanze. Aveva avviato un'attività in proprio dopo la morte del marito: un'impresa impressionante per una donna a quel tempo.

C'erano anche molti dettagli cruenti su come fosse la vita alla fine del XVII secolo, molti dei quali riguardavano i modi non troppo igienici di smaltire le acque reflue che venivano usati all'epoca (diciamo solo che in realtà non lo sapevi). voglio restare troppo a lungo fuori dalla finestra).

La vita in prossimità era dura e le cose diventarono ancora più difficili quando la peste raggiunse Edimburgo nel 1644. 

I ricchi residenti della città fuggirono ma i poveri furono lasciati indietro. I dati sono andati perduti, quindi non è certo quante persone siano morte a causa della peste, ma il bilancio finale delle vittime è stimato tra un quinto e la metà della popolazione di Edimburgo.


Una stanza ricreata, completa di medico della peste, mostra quali sarebbero state le condizioni. Secondo la leggenda, i cancelli di Mary King's Close furono chiusi e le vittime della peste furono lasciate morire.

 Ma in realtà l’area fu messa in quarantena con cibo e acqua importati, finché alla fine gli ultimi residenti se ne andarono – in un modo o nell’altro – e la chiusura fu abbandonata nel 1645.

Dopo 40 anni, le persone iniziarono a tornare alla chiusura, ma c'erano molte storie di avvistamenti inquietanti, da teste fluttuanti disincarnate a una donna vestita tutta di nero. Potrebbero essere i fantasmi delle vittime della peste che si rifiutarono di uscire di casa? O forse erano solo allucinazioni provocate dalle nubi di metano che si alzavano dal Nor Loch?


In ogni caso, nel corso degli anni molti cacciatori di fantasmi sono stati attirati alla ricerca di spiriti: dai cacciatori di fantasmi televisivi Most Haunted a un sensitivo giapponese che affermava di aver incontrato una giovane ragazza di nome Annie in una delle stanze. 

Si diceva che fosse una vittima della peste abbandonata dai suoi genitori che volevano una bambola per impedirle di sentirsi così sola.

Da allora, ospiti da tutto il mondo le hanno donato giocattoli, e una pila un po' inquietante di bambole e orsacchiotti (e altre offerte più insolite come i distintivi della polizia americana) si è accumulata in quella che oggi è conosciuta come "la stanza di Annie".


Alcuni visitatori hanno riferito di aver sentito dei passi in stanze vuote e di aver provato brividi inspiegabili. La telecamera a infrarossi utilizzata per catturare le immagini dei visitatori ha catturato persino una figura traslucida sullo sfondo a tarda notte dopo la chiusura dell'edificio.

Tuttavia, alla fine del tour siamo riemersi alla luce senza notare alcuna apparizione spettrale. Ma abbiamo avuto qualche risata, qualche shock e una visione completa di uno dei lati più oscuri della storia della città e della vita sotterranea di Edimburgo del XVII secolo.


COS'ALTRO C'È DA VEDERE VICINO A MARY KING'S CLOSE?

Mary King's Close si trova proprio sul Royal Mile, nel cuore storico di Edimburgo, con molto altro da vedere a portata di mano. A un'estremità del Royal Mile si trova il Castello di Edimburgo, in cima a una collina, sede del National War Museum e dei Regimental Museums. E vicino al castello c'è la Camera Obscura e il Mondo delle Illusioni con i suoi strabilianti trucchi ottici.


C'è anche la Scotch Whisky Experience per scoprire di più su come viene prodotta la bevanda nazionale scozzese. E il Museo di Storia di Edimburgo, la Storia dei Popoli, il Museo dello Scrittore e il Museo dell'Infanzia. 

All'altra estremità del Royal Mile si trovano il Palazzo di Holyroodhouse – la residenza scozzese ufficiale del re – e il Parlamento scozzese.


COME ARRIVARE A MARY KING'S CLOSE

Il Real Mary King's Close si trova appena fuori dal Royal Mile di Edimburgo, di fronte alla Cattedrale di St Giles. È a soli 5 minuti a piedi dalla stazione ferroviaria di Waverley e da Princes Street, dove puoi prendere autobus e tram. Se viaggi con bagagli, gli armadietti sono disponibili per £ 1.



ORARI E PREZZI DI MARY KING'S CLOSE

Il Real Mary King's Close è normalmente aperto dalle 10:00 alle 17:00, con orari prolungati nei fine settimana e in estate. È molto affollato nelle ore di punta quindi è una buona idea prenotare i biglietti in anticipo. 

Il Biglietto costa £ 21 per gli adulti e £ 15 per i bambini dai 5 ai 15 anni (i bambini sotto i 5 anni non sono ammessi) per un orario fisso o £ 25/£ 19 per un biglietto flessibile in cui è possibile modificare l'orario.



CONSIGLI PER VISITARE MARY KING'S CLOSE

Il tour dura circa un'ora ed è in inglese, ma sono disponibili versioni audio in francese, tedesco, italiano, spagnolo, mandarino, olandese e ungherese.

La maggior parte del tour si svolge sottoterra e i passaggi possono essere piuttosto stretti, quindi fai attenzione se soffri di claustrofobia. 

Non è un tour spaventoso, dove la gente ti salta addosso, quindi è adatto ai bambini. Le strade acciottolate sono irregolari e possono essere ripide, quindi è una buona idea indossare scarpe basse o scarpe da ginnastica. E l'accesso limitato significa che non è accessibile in sedia a rotelle.




NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -