SANTA CRUZ DE LA PALMA - ISOLE CANARIE - PORTO CROCIERE - UNA GIORNATA IN AUTONOMIA ( CON MAPPE E PERCORSI )

Santa Cruz de la Palma  è la capitale e il porto principale dell'isola di La Palma, la quinta più grande delle otto Isole Canarie.

L'idilliaca città si trova sulla costa orientale di La Palma ed è la porta d'accesso ai tesori naturali mozzafiato dell'isola, come vulcani, villaggi pittoreschi e spiagge di sabbia nera.




La Palma è conosciuta anche come “La Isla Verde” ( l'isola verde ) e “La Isla Bonita” ( l'isola bellissima ) perché è la più verde di tutte le Isole Canarie.

Le navi da crociera attraccano al Puerto de Santa Cruz de La Palma (Porto di Santa Cruz de La Palma), situato a 10 minuti a piedi dal centro di Santa Cruz de La Palma e dall'Avenida Maritima , un viale marittimo sul lungomare noto per la sua bella architettura e i pittoreschi balconi. 

Due strade parallele dall'Avenida Maritima sono Calle O'Daly , la principale strada pedonale dove si possono trovare negozi di souvenir, negozi di abbigliamento, banche, farmacie, ristoranti e bar, oltre a monumenti storici.

Santa Cruz de La Palma è compatta e facilmente esplorabile a piedi. Tutte le principali attrazioni si trovano a pochi passi ed è possibile visitare l'intera città in circa 2 ore. 

Ci sono due spiagge di sabbia nera vicino al porto delle crociere, Playa de Bajamar e Playa de Santa Cruz de La Palma , entrambe situate a 20-25 minuti a piedi dal porto di La Palma.


Ecco il mio suggerimento per un percorso ideale ( corredato di mappa che troverai in fondo all'articolo ) attraverso la città.

Dovrai semplicemente aprire la Google Maps allegata per seguire l'itinerario che ti permetterà di scoprire a piedi i principali siti turistici della città. 

Puoi anche scaricare la mappa in anticipo in modo da poterla utilizzare offline.

Per quelli di voi che decidono di esplorare la città a piedi, questi sono i punti salienti e le cose da fare:

Calle O'Daly – La principale strada pedonale dove troverai molti negozi e attività commerciali. La strada vanta bellissimi edifici coloniali e facciate pittoresche.

Municipio di Santa Cruz (Ayuntamiento de Santa Cruz de La Palma) – Il municipio è ospitato in uno storico edificio ad archi in Calle O'Daly e si affaccia su Plaza de España (Piazza di Spagna).

Plaza de España – Una piccola piazza è circondata dal Municipio e dalla Chiesa barocca di El Salvador (Iglesia Matriz de El Salvador), la chiesa principale della città risalente al 1500.

Mercato di Santa Cruz (Mercado de Santa Cruz de La Palma) – A due passi da Plaza de España, un mercato piccolo ma delizioso è il luogo dove troverai prodotti freschi locali, da una varietà di formaggi, frutta, erbe, piante e verdure alle specialità locali come la bevanda rinfrescante “guarapo”, a base di zucchero di canna pressato.

Avenida Maritima – Il viale del lungomare si affaccia su Playa de Santa Cruz de La Palma ed è rinomato per i Balcones de la Avenida Maritima , i balconi in legno del XIX secolo di vari colori, spesso presenti sulle cartoline della città.

Museo Navale (Museo Naval – Barco de la Virgen) – Situato in Plaza de la Alameda, a 20 minuti a piedi dal porto delle crociere lungo l'Avenida Maritima, il museo è ospitato nel Barco de la Virgen, una replica di una delle caravelle di Colombo. È il museo più visitato di La Palma e offre uno straordinario spaccato di cinque secoli di storia navale di La Palma e delle Isole Canarie.

Castillo de la Virgen – Situata leggermente in salita rispetto al Museo Navale, questa piccola fortezza fu costruita a scopo difensivo nel XVII secolo e offre belle viste sulla città e sull'Oceano Atlantico.

Chiesa di Santo Domingo (Iglesia de Santo Domingo) – Un'altra bellissima chiesa storica che domina Plaza Santo Domingo .

Playa de Santa Cruz de La Palma – Una lunga e ampia spiaggia di sabbia nera costeggia l'Avenida Maritima ed è la principale spiaggia della città.

Playa de Bajamar – Situata direttamente di fronte al molo delle navi da crociera, questa spiaggia di sabbia nera è protetta dal frangiflutti del molo delle navi da crociera ed è un luogo  popolare tra la gente del posto.




L'intero centro storico è stato dichiarato monumento storico-artistico. Le principali destinazioni turistiche si trovano sulla acciottolata Calle O'Daly.

Calle O'Daly
Il nome della strada sembra strano per gli standard spagnoli. 

La strada pedonale prende il nome dal mercante irlandese O'Daly, che si stabilì a Santa Cruz nella seconda metà del XVIII secolo. 
La città aveva raggiunto prestigio e prosperità grazie al commercio con il Nuovo Mondo e alla coltivazione della canna da zucchero e del vino. La ricchezza si è manifestata, tra le altre cose, nell'architettura.


Edifici importanti in Calle O'Daly
Un edificio notevole in Calle O'Daly è il Palacio Salazar. L'imponente palazzo con il bellissimo cortile interno fu costruito all'inizio del XVII secolo. La casa viene utilizzata per mostre ed eventi.


Un po' più avanti, sul lato opposto della strada, si trova il municipio in stile rinascimentale. A metà del XVI secolo l'edificio precedente fu vittima di un incendio. L'edificio attuale fu eretto intorno al 1559. Quattro possenti archi al piano terra caratterizzano l'aspetto esterno. All'interno, i visitatori notano soffitti e porte in legno elaborati e intagliati.

Di fronte al municipio si trova la Iglesia de El Salvador a tre navate. 

Una prima chiesa fu completata in questo luogo nel 1503. Dopo gli attacchi e i saccheggi dei pirati francesi, la chiesa fu ricostruita in più fasi dal 1553 fino al XVIII secolo. Caratteristiche della chiesa sono l'enorme portale rinascimentale e il soffitto della navata centrale in legno di pino e progettato in stile mudéjar.


Plaza de España si trova tra il municipio e la Iglesia de El Salvador. Da lì una scalinata conduce al quartiere di San Sebastián, al monastero di San Domenico e alla cappella di pellegrinaggio di San Telmo.


Dietro il municipio inizia la calle Anselmo Pérez de Brito.
Sul pendio sovrastante, compensata da un isolato, si trova la Iglesia de San Francisco, costruita in stile rinascimentale. 

La chiesa è un monumento storico-artistico. La costruzione della chiesa riccamente arredata iniziò nel XVI secolo. Un tempo apparteneva al Real Convento de la Inmaculada Concepción, che ora è utilizzato come sede del Museo dell'Isola del Convento de San Francisco. Il museo ha collezioni di storia, etnologia e arte. Le sale espositive sono raggruppate attorno al chiostro.


Teatro Chico e Plaza de Mercado

Tornando a Calle Anselmo Pérez de Brito: un isolato a nord c'è il Teatro Chico. 
L'edificio è utilizzato per eventi e feste comunali dal 1866. Originariamente faceva parte dell'ex Hospital de Dolores y Concepción. 
Accanto al Teatro Chico si trova il mercato coperto in Plaza del Mercat.

Seguiamo la strada fino a Placeta de Borrero. 
Attorno si estende un piccolo quartiere, la Placeta.

Dopo pochi passi si raggiunge l'Avenida Maritíma. Le case, che risalgono ai secoli XVI e XVII, hanno bellissimi balconi in legno aggiunti successivamente.


Piazza dell'Alameda

La Calle Anselmo Pérez de Brito sfocia nella Plaza de la Alameda, circondata da alberi ad alto fusto. 
Un chiosco moresco e la scultura di un nano con un cappello enorme attirano l'attenzione. Simboleggia inconfondibilmente Napoleone Bonaparte. L'isola appartenne per un breve periodo alla Francia.


Dietro la piazza si trova la replica della caravella di Santa Maria. Era l'ammiraglia con la quale Cristoforo Colombo intraprese la sua prima spedizione nel Nuovo Mondo nel 1492/93. 


Dimensioni della nave e dell'equipaggio: quasi 24 metri di lunghezza e quasi 8 metri di larghezza; 39 uomini. 
È difficile immaginare le condizioni in cui si navigavano i mari più di 400 anni fa. Le difficoltà e la lotta per la sopravvivenza erano all’ordine del giorno. 
Nella zona inferiore della caravella realizzata in cemento e legno si trova un museo marittimo. Lì puoi vedere carte, strumenti di navigazione e bandiere. Gli abitanti della città chiamano la nave “Barco de la Virgen”.


Due fortezze

La Palma è stata, come le altre isole dell'arcipelago delle Canarie, ripetutamente bersaglio di attacchi di pirati. Le due fortezze furono costruite per proteggersi dai pirati.


La fortezza Real Castillo de Santa Catalina si trova in riva al mare. Il forte, costruito a partire dalla metà del XVI secolo per volere del re Carlo V, faceva parte di una cintura difensiva. La pianta è quadrata. Nei punti d'angolo furono installati baluardi triangolari a scopo difensivo. 
La fortezza è dotata di un ampio cortile, di una prigione, di magazzini, di un'abitazione per il castellano e di locali per la guarnigione. La fortezza è utilizzata come monumento storico nazionale.

Una seconda fortezza è il Castillo de La Virgen, il Castello della Vergine. Il complesso, incompleto conservato, risale al XVI secolo. È in vista di Santa Maria, al di là del Barranco de Las Nieves.



Santa Cruz de La Palma è una città affascinante, tuttavia la vera bellezza dell'isola si può osservare nell'entroterra. L'intera isola è di origine vulcanica ed è ricca di spettacolari meraviglie naturali, tra cui parchi nazionali, fitte foreste, vulcani e scenari mozzafiato.

 Pertanto, ti consiglio vivamente di esplorare l'isola perché è incredibile e, onestamente, una delle isole più belle che abbia mai visto.

I taxi sono disponibili fuori dal terminal crociere. Oltre ai taxi normali, sono normalmente disponibili taxi da 8 posti e accessibili ai disabili. I tassisti solitamente offrono tour standard di mezza giornata, che sono anche un’ottima opzione per esplorare l’isola.

Il centro di informazioni turistiche (Oficina de Información Turística) è ospitato in un piccolo edificio di vetro di fronte all'ingresso del porto, proprio accanto alla rotatoria. Qui potrete ottenere mappe, brochure e informazioni utili sull'isola.


Il Parque Nacional de la Caldera de Taburiente

Il Parque Nacional de la Caldera de Taburiente si trova nel cuore di La Palma ed è uno dei luoghi più apprezzati da visitare sull'isola. 

Esteso per 10 chilometri, la Caldera (“calderone” in inglese) è un cratere vulcanico profondo 1.500 metri formatosi 2 milioni di anni fa dall'erosione del cratere originale del vulcano. 

Nel corso dei secoli, attraverso la caldera è stato creato un ecosistema unico, che comprende una vegetazione lussureggiante, foreste di pini (pino delle Canarie) e altra flora e fauna selvatica endemiche.

Per arrivarci puoi prendere l'autobus. Gli autobus interurbani a La Palma sono veloci, nonostante i percorsi montuosi e tortuosi. 

Una corsa singola costa 2,60 euro (a partire dal 2022). Il prezzo standard si applica a tutti i percorsi superiori a 20 chilometri. Per raggiungere la Caldera, si prende l'autobus diretto a Los Llanos (--> Orari autobus linea 300 - S/C Palma - Los Llanos ).

L'autobus si ferma al moderno centro visitatori e informazioni di El Paso, il punto di partenza dei tour della caldera. Il viaggio dura una buona mezz'ora. 

Nel centro visitatori avrai ulteriori informazioni sulla caldera e la raccomandazione di prendere un taxi per i prossimi chilometri. I taxi di grande capacità parcheggiano a 50 metri dal centro.

 Il taxi percorre la distanza in 15 minuti. 


Roque de los Muchachos

Conosciuto anche come Mirador del Roque de Los Muchachos, questo punto panoramico mozzafiato si trova nel punto più alto dell'isola di La Palma a 2.426 metri sul livello del mare. Quando tradotto in inglese, "Rock of the Boys" prende il nome da un gruppo di piccole formazioni rocciose alte circa 3 metri, che assomigliano a un gruppo di ragazzi.


La vetta della montagna ospita l'Osservatorio Roque de Los Muchachos , il più grande osservatorio astronomico dell'emisfero settentrionale, sede del più grande telescopio ottico-infrarosso del pianeta. Il cielo limpido e le condizioni meteorologiche eccezionali rendono questo osservatorio un luogo perfetto per la ricerca astronomica, che attira scienziati da tutto il mondo. 

Le visite private all'Osservatorio possono essere aperte al pubblico. Ottieni maggiori informazioni su https://www.iac.es/



Fuencaliente

Fuencaliente de La Palma è un comune nella parte meridionale dell'isola noto per gli spettacolari paesaggi vulcanici e il terreno fertile adatto alla coltivazione delle varietà di uva Malvasia e delle banane. Il paesaggio è dominato da una cresta vulcanica attiva conosciuta come Cumbre Vieja e da due vulcani San Antonio e Teneguía. 

L'ultima eruzione di Teneguía ebbe luogo nel 1971 e puoi vedere il suo cratere formato da quell'eruzione dal centro visitatori del Volcan San Antonio.

C'è un sentiero di cenere lungo il bordo del cratere del vulcano San Antonio, che consente ai visitatori di vedere i pini che crescono all'interno del cratere da oltre un secolo. Si presume che il cratere stesso abbia un'età geologica di circa 3.000 anni.



Foresta di Los Tilos

La foresta di Los Tilos Laurel si trova nel nord-est di La Palma ed è senza dubbio una delle zone più verdi dell'isola. Los Tilos è una Riserva della Biosfera dell'UNESCO nota per la vegetazione lussureggiante e centinaia di specie endemiche di flora e fauna. 

Ci sono diversi sentieri escursionistici designati attraverso la foresta e gli amanti della natura possono saperne di più sulla sua storia e sugli ecosistemi presso il centro visitatori di Los Tilos.



Sia che tu decida di esplorare l'affascinante capitale di La Palma o di intraprendere un viaggio attraverso paesaggi vulcanici, questo bellissimo porto offre molte opzioni per tutti! Assicurati di pianificare la tua giornata in anticipo per ottenere il massimo dal porto crocieristico di Santa Cruz de La Palma.

Qui trovi la mappa ( scaricabile in Pdf) dei siti menzionati in questa guida.



NOTA - Alcune persone si confondono quando si tratta dei nomi delle Isole Canarie e delle loro capitali. 

Santa Cruz de La Palma (detta anche La Palma) è la capitale dell'isola di La Palma; Santa Cruz de Tenerife è la capitale dell'isola di Tenerife , e Las Palmas de Gran Canaria (nota anche come Las Palmas) è la capitale dell'isola di Gran Canaria . 

Inoltre, la capitale di Palma di Maiorca è anche chiamata Palma (Nota: Palma di Maiorca appartiene alle Isole Baleari nel Mar Mediterraneo occidentale).



NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -