SANTO DOMINGO - REPUBBLICA DOMINICANA - CITTA' IN AUTONOMIA - SUGGERIMENTI PER UNA PASSEGGIATA CON MAPPA E PERCORSI - ALLA SCOPERTA DELLA CITTA'

Santo Domingo è la città più antica delle Americhe e per i crocieristi uno scalo essenziale e affascinante in qualsiasi crociera dei Caraibi del nord. 


Le navi da crociera attraccano nella zona Sans Souci o al molo Don Diego.

Don Diego Quay è vicino al centro città, puoi raggiungerlo semplicemente a piedi. Se la tua nave attracca a Sans Souci, devi prendere un taxi o un altro mezzo di trasporto per la città. 

La maggior parte delle navi da crociera attraccano al terminal  Sans Souci, che si trova nella parte orientale di Santo Domingo,  a circa 2 km dalla zona coloniale della città. 

Avrai bisogno di un taxi o del bus navetta che  ti lascia alla scalinata proprio accanto all'Alcazar di Cristoforo Colombo. ( situato in Plaza de España nella città coloniale di Santo Domingo - a circa 4 km dal molo Sans Souci)

Poche navi ora fanno scalo a Dom Diego, che è molto più vicino alla Zona Coloniale  qui dovrai solo attraversare la strada e salire le scale e sarai nella Prima Città del Nuovo Mondo.

All'uscita del terminal troverete numerosi taxi e guide turistiche riconosciute, che offrono visite alla città coloniale. 
Negozia una tariffa prima di partire. I trasporti locali come autobus e mototaxi dovrebbero essere evitati. 
Uber è molto utilizzato e costa dai tre ai cinque dollari per arrivare quasi ovunque in città.


Ovviamente puoi esplorare la città anche da solo. Il cuore di Santo Domingo è il Distretto Coloniale (Zona Colonial), patrimonio mondiale dell'UNESCO dal 1990. Questa zona conserva molti degli edifici storici della città.
Ecco alcuni dei punti salienti da non perdere a Santo Domingo:

Assicurati di visitare l'imponente Basilica Cattedrale di Santa Maria La Menor nella Zona Colonialepoiché fu la prima cattedrale costruita nel Nuovo Mondo. 
 È anche chiamata, appunto, Catedral Primada.

Dai un'occhiata alla narrazione Museo de la Resistencia seguito da un pranzo in uno dei ristoranti lungo l'incantevole lungomare chiamato Malecon. Avrai delle splendide viste sul mare.




Mentre ti trovi nel cuore del quartiere storico, passeggia lungo Calle de Las Damas. È la strada più antica delle Americhe.

Assicurati inoltre di visitare l' Alcazar de Colon, un palazzo costruito niente meno che dal figlio di Cristoforo Colombo.

Intorno al Parque Colon, trovi molti piccoli caffè e bar e puoi passeggiare lungo l'incantevole strada principale della Zona Colonial, El Conte.

In alternativa, puoi andare a Los Tres Ojos (I tre occhi). Si tratta di un antico sistema di grotte sotterranee con tre stagni d'acqua dolce con l'acqua più trasparente che tu abbia mai visto. Questi conglomerati di grotte parzialmente aperte con intricate scale fino al fondo sono semplicemente stupendi!

Una vasta scelta di spiagge si trova a solo una corsa in taxi: Boca Chica e Playa Guayacanes valgono il viaggio.

Santo Domingo è un vero e proprio crogiolo culinario in cui si fondono influenze africane, spagnole e indiane Taino. Uno dei piatti base è il mangu, platano bollito schiacciato e condito con cipolle rosse all'aceto. Anche i frutti di mare sono un punto forte, dall'aragosta alla cernia. Il rum è, ovviamente, la bevanda locale preferita.

L'esperienza di shopping più emozionante a Santo Domingo è curiosare nel Mercado Modelo. Questo mercato coperto si trova all'interno della Zona Coloniale e offre una vasta gamma di artigianato. 

Tutti i ristoranti accettano carte di credito e contanti. I dollari non sono ampiamente accettati, ma è possibile cambiare presso gli uffici di cambio presenti in tutta la zona coloniale.

A Santo Domingo, il passato trova espressione eloquente in ogni selciato e in ogni cortile. Mentre esplori le strade del quartiere coloniale, ti ritroverai immerso in un patrimonio vivente che rappresenta un collegamento tangibile con la storia. 

La storia dello sviluppo del Nuovo Mondo è scritta a grandi linee su strade drammatiche che trasudano palpabilmente storia con il primo castello, il primo monastero e la prima università del Nuovo Mondo. 






Il porto di Santo Domingo offre 2 terminal, il terminal Sansouci e il terminal Don Diego. Quando le navi arrivano al terminal di Sansouci, un bus navetta ti lascia su una scalinata proprio accanto all'Alcazar di Cristoforo Colombo. 

Se la tua nave arriverà al Terminal Don Diego, questo si trova nella stessa Zona Coloniale, e dovrai solo attraversare la strada e salire le scale e sarai nella Prima Città del Nuovo Mondo. 

Merita senza alcun dubbio una visita il Parque Colon, importante punto di incontro per tutti gli abitanti della zona che consente di entrare immediatamente in contatto con la cultura locale. 
Qui è anche presente la statua di Cristoforo Colombo. Immancabile poi una passeggiata sul lungomare. 
Di giorno è possibile godere del sole e riempirsi gli occhi delle diverse sfumature del mare. La sera il lungomare è la scelta ideale per scoprire il ritmo del merengue e trascorrere piacevoli momenti sotto il cielo stellato .

I musei della città sono il Museo de las Casas Reales, che permette di osservare oggetti tipici della vita coloniale, che risalgono al periodo che va dal sedicesimo al diciottesimo secolo, e il Museo dell'Uomo Dominicano. 

Questo è un museo interessantissimo per chi vuole scoprire la storia degli abitati della Repubblica Dominicana. Particolarmente interessante la sezione dedicata all’arte delle civiltà precolombiane e ai rituali delle tribù.




Bellissima la Catedral Menor de Santa Maria, che è la più antica di tutte le Americhe. A Santo Domingo meritano poi una visita il Faro a Colon che è stato realizzato per rendere omaggio a Colombo e il maestoso Alcazar di Colombo che risale al XVI secolo. 

È realizzato in stile gotico ma sono ben visibili anche elementi romani e arabi. Da ricordare poi la Casa del Cordon, i resti dell’Hospital San Nicolas de Bari che è stato il primo ospedale delle Americhe, il Monastero di San Francesco e la Fortezza Ozama. Quest’ultima, costruita nel 1505, è la più antica costruzione coloniale militare del Nuovo Mondo.




Le più belle spiagge di Santo Domingo

Chi arriva a Santo Domingo, vuole sicuramente vivere una vacanza all’insegna del relax sulle sue bellissime spiagge. Partiamo dalla spiaggia di Boca Chica. 

Si trova a poca distanza dalla città e può essere raggiunta facilmente quindi sia in auto che con i mezzi pubblici. 

È una spiaggia di sabbia bianca lunga quasi 2 chilometri. L'acqua è limpida e calda, mai eccessivamente profonda, come se si trattasse quasi di una sorta di piscina naturale. La profondità massima è infatti di 1,20 metri. 

Proprio per questo motivo è una spiaggia considerata ideale anche per i bambini. 




È proprio qui che ha sede il Parque Nacional Submarino La Caleta, perfetto per chi vuole fare immersioni subacquee e scoprire queste acque così limpide e ricche di vita. È vero, è una zona molto turistica, proprio per questo motivo è facile che la spiaggia sia affollata e un po’ caotica. È vero però anche che in zona sono presenti servizi di ogni genere, per una vacanza all’insegna del relax e senza alcun tipo di pensiero.




Punta Cana a Santo Domingo è un’altra spiaggia che merita senza dubbio una sosta. È una spiaggia lunghissima di sabbia fine, con altissime palme di cocco e bagnata da un mare limpidissimo. Centri divertimento, parchi acquatici, location per matrimonio di sogno, alloggi che si affacciano direttamente sulla spiaggia, spa… Punta Cana è tutto questo e molto altro ancora.




Tra le spiagge più frequentate dalla famiglie, troviamo Bayahibe. Il mare è limpidissimo e ricco di sfumature di colore che vanno dal turchese intenso all’azzurro. La sabbia è bianca, fine e morbida. In zona è presente un pittoresco villaggio di pescatori, oltre che servizi di ogni genere, tra cui bar, ristoranti e hotel. 

Non solo, da qui partono tour via mare che permettono di andare alla scoperta delle Isole di Catalina e Saona, dove la natura è selvaggia, incontaminata. È una zona ideale anche questa per gli appassionati di immersioni, che qui possono andare alla scoperta di molti relitti.





Qual è il periodo migliore per andare a Santo Domingo?
Santo Domingo vanta un clima tropicale, non eccessivamente umido. Le temperature vanno dai 25 ai 32°C. 

Il periodo migliore per visitare la città è senza dubbio dal mese di novembre al mese di marzo. In questo periodo infatti le temperature sono piacevoli sia di giorno che di notte, le piogge scarse, il rischio di uragani praticamente nullo. 

I mesi da giugno a settembre invece sono proprio quelli a rischio uragani. Non solo, sono anche i mesi in assoluto più afosi dell’anno. Un viaggio in questo periodo è quindi meno piacevole.




La lingua
Se non parlate spagnolo, vi sarà più facile comunicare in italiano piuttosto che in inglese: purtroppo quasi nessuno nel Paese conosce l’inglese, nemmeno nei luoghi più turistici. 

La nostra fortuna in quanto italiani è di riuscire di solito a comprendere comunque il senso di una frase se pronunciata lentamente, ma se avete anche qualche nozione di spagnolo tanto meglio. 
In diverse zone, in ogni caso, sarà molto facile che i gestori di alberghi, ristoranti ed agenzie turistiche siano di origine italiana oppure che abbiano vissuto in Italia (soprattutto quando si tratta di donne) perciò non avrete difficoltà.




Qui trovi la mappa ( scaricabile in Pdf) dei siti menzionati in questa guida.
Dovrai semplicemente aprire la Google Maps allegata per seguire l'itinerario che ti permetterà di scoprire a piedi i principali siti turistici della città. 

Puoi anche scaricare la mappa in anticipo in modo da poterla utilizzare offline.

Per quelli di voi che decidono di esplorare la città a piedi, troverete in fondo all'articolo una mappa ( scaricabile in Pdf) con tutti  i punti salienti e le cose da fare.

 Dovrai semplicemente aprire la Google Maps allegata per seguire l'itinerario che ti permetterà di scoprire a piedi i principali siti turistici della città. 

Attrazioni presentate in questa mappa 

Plaza España  - Alcázar de Colón  - Via La Atarazana - Monasterio de San Francisco  - Panteón Nacional - Calle Las Damas - Cattedrale di Santa Maria la Menor -  Parco Colon - Calle el Conde - Puerta Del Conde  - Iglesia de las Mercedes - Ospedale San Nicola di Bari -Palazzo Concistoriale /Municipio - Fortaleza Ozama - Casa de Bastidas - Museo delle Casas Reales - Alcázar de Colón - Iglesia Santa Bárbara 








NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -