INVERNESS - ESCURSIONE AL GIOIELLO DELLA SCOZIA CROMARTY FIRTH - LOCH NESS -

Inverness, Loch Ness e Cromarty Firth comprendono le aree intorno a Inverness e Nairn, l'Isola Nera.
Se stai navigando verso le Highlands scozzesi e l'Isola Nera, sarai deliziato da una visita a Cromarty, un affascinante e unico centro storico.

Cromarty, in bilico sulla punta dell'Isola Nera alla foce del Cromarty Firth, è la città storica meglio conservata delle Highlands.

Ma Cromarty è più di una semplice città del 18° secolo in stasi. Può fornire una vasta gamma di attrazioni, spiagge sabbiose, architettura insolita, delfini tursiopi, ristoranti, un museo pluripremiato, splendidi paesaggi, fauna selvatica e riserve di uccelli di importanza internazionale, solo per citarne alcuni.



Cosa fare e vedere a Cromarty

Cromarty Courthouse

  • Questo elegante ex palazzo di giustizia costruito nel 1773, ospita ora affascinanti mostre sulla città storica di Cromarty e sulla vicina parrocchia di Resolis. Il museo vanta anche un paesaggio sonoro unico in tutto l'edificio che offre uno spaccato della giustizia delle Highland dell'epoca, basato su storie vere e raccontate usando memorabili manichini. GRATUITO



Hugh Miller Museum and Birthplace Cottage

  • Esplora l'affascinante collezione di fossili, strumenti e manoscritti di Hugh Miller nel museo.
  • Cerca il piedistallo della meridiana scolpito dallo stesso Hugh.
  • Ascolta la vivida descrizione dell'infanzia di Hugh nell'Isola Nera, in gran parte con le sue stesse parole.
  • Ascolta i suggerimenti di Miller e cerca i sei oggetti misteriosi nascosti nel Giardino delle Meraviglie.



East Church

  • La Chiesa d'Oriente riflette la storia della comunità che ha servito attraverso i secoli. Fu fondata in epoca medievale e fu rimaneggiata e riorientata dopo la Riforma. L'interno risale principalmente al 18° secolo con gallerie aggiunte per ospitare la congregazione in crescita, il più elaborato è il soppalco Cromartie del 1756. Ci sono banchi a cassetta del 18° e 19° secolo, alcuni dei quali mostrano decorazioni originali dipinte e numerosi bei monumenti. Il cimitero circostante contiene una serie di memoriali scolpiti dal geologo, scrittore e riformatore della chiesa Hugh Miller (1802-1856).


La storia di Cromarty è scritta nella sua architettura, nelle sue capanne rannicchiate dei pescatori e nelle case dei grandi mercanti. 

Con ben 209 edifici storici nella città, una breve passeggiata intorno a questa piccola comunità compatta offre una serie di delizie architettoniche, da un faro costruito dallo zio di Robert Louis Stevenson, a una chiesa parrocchiale medievale e al cottage dal tetto di paglia luogo di nascita del geologo del 19° secolo Hugh Miller.

Cromarty era un borgo reale nel XIII secolo, commerciando i prodotti del mare e della campagna circostante. 

La pesca divenne sempre più importante e nel XVII secolo Cromarty era diventata un importante centro per l'esportazione di pesce sotto sale. 

Nel 18° e all'inizio del 19° secolo, Cromarty era un porto importante, rivaleggiava con Inverness, importava canapa dal Baltico per essere tessuta in una fabbrica sulla costa ed esportava i prodotti delle fattorie sulla fertile Isola Nera. 

La popolazione raggiunse il picco nel 1830 a oltre 2.000.

Questa prosperità non durò. 



Aggirato dalla costruzione della ferrovia, con i grandi banchi di aringhe un lontano ricordo, Cromarty cadde in declino. 

Non c'erano praticamente nuovi edifici nell'era vittoriana e nel 1971 la popolazione era scesa sotto i 500 abitanti. 

Poi è arrivato il petrolio del Mare del Nord, oltre a migliori collegamenti di trasporto con Inverness, e artisti, artigiani e designer di siti Web, nonché costruttori di piattaforme petrolifere si trasferirono a ristrutturare i casolari abbandonati e le ville fatiscenti.

Ora Cromarty è saldamente sulla mappa dei turisti che vengono a visitare il cottage di Hugh Miller e il pluripremiato Courthouse Museum, i meravigliosi ristoranti, le gallerie e i negozi indipendenti o semplicemente per passeggiare tra le vene della Fishertown ed esplorare i sentieri nei boschi sul Sutor sud.


NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -