HAIFA - ISRAELE - IL PORTO CROCIERE - SUGGERIMENTI PER UNA PASSEGGIATA IN AUTONOMIA CON MAPPA E PERCORSI -

La città di Haifa Costruita su gradinate che si estendono dal Mediterraneo fino al versante nord del Monte Carmelo, è un trafficato porto marittimo e una porta d'accesso fondamentale per Israele.




L'area dell'attuale Haifa è stata abitata fin dai tempi biblici, coprendo una storia di oltre 3000 anni. Nel corso dei millenni, è passata di mano numerose volte, conquistata e governata da vari regni e imperi tra cui Cananei, Fenici, Assiri, Babilonesi, Persiani, Asmonei, Romani, Bizantini, Arabi, Crociati, Ottomani e Britannici.

L'origine ultima del nome Haifa rimane poco chiara, anche se alcuni ritengono che potrebbe derivare dalla parola ebraica hof ("riva") o hof yafe, che significa "bella riva".

Quando si tratta di vita religiosa e culturale e di intrattenimento, questa bellissima città costiera merita attenzione. 
I monumenti più famosi di Haifa includono le terrazze paesaggistiche immacolate dei Giardini Baha'i, patrimonio mondiale dell'UNESCO. 
Al suo centro si trova il Mausoleo del Báb dalla cupola dorata, uno dei luoghi di pellegrinaggio baha'i più importanti del mondo. 
Ai piedi dei giardini si trova la German Colony, fondata nel XIX secolo, i cui negozi, gallerie e ristoranti fiancheggiano l'animata Ben Gurion Avenue, che prende il nome da uno dei padri fondatori di Israele.

Altri quartieri storici degni di nota includono Wadi Nisnas, rinomato per le sue strade strette, i mercati colorati e la popolazione diversificata.

Le navi attraccano al Haifa Cruise Pier. Uno dei principali vantaggi del terminal di Haifa è la sua vicinanza al centro della città. 

Una passeggiata di circa 15 minuti a piedi, superando il  ponte di 200 metri dal terminal conduce direttamente al cuore del viale Ben Gurion Street/German Colony . È una trafficata strada a doppia corsia con ampi marciapiedi su entrambi i lati. 

Accanto al ponte, come riferimento,  si trova la stazione ferroviaria di Haifa Merkaz–HaShmona . 

 Il terminal ospita una serie di negozi duty free con i prezzi più bassi in Israele per tutti i prodotti del Mar Morto e altri souvenir. 
Se hai acquistato dei beni durante il tuo soggiorno in Israele, c'è uno stand accanto ai negozi Duty Free che ti rimborserà qualsiasi imposta dovuta.

I Taxi- sono disponibili all'uscita dal terminal. I prezzi per ogni destinazione sono chiaramente indicati su un cartello accanto all'area di attesa.

La metropolitana Carmelit - per salire al Monte del Carmelo ed ai relativi Giardini Baha'i e il Mausoleo del Báb  funziona regolarmente; il viaggio dura meno di 10 minuti.

Tariffa: Solo andata attualmente 6,60 nuovi shekel (1,70 euro). Gli anziani pagano meno.
Si possono acquistare shekel diretti alla stazione della metropolitana in uno dei numerosi uffici di cambio.
Il trasporto locale richiede shekel. Al contrario, i tassisti accettano euro come pagamento.

Se hai deciso di vedere Haifa senza partecipare a tour organizzati, le piccole dimensioni della città, i bassi prezzi dei trasporti pubblici e l'eccellente collegamento dal terminal passeggeri al centro sono tutti a tuo favore.

Ecco la mappa  con tutte le località trattate in questa guida, per pianificare al meglio il tuo tempo. Buona passeggiata!




Tra le attrazioni di Haifa c'è l'insediamento tedesco. Risale alla migrazione dei cristiani tedeschi che vennero dal Württemberg per stabilirsi ad Haifa nel 1869. Lì stabilirono una comunità rurale pietista. Ancora oggi alcune delle case in pietra rappresentative del quartiere portano nomi tedeschi.


Colonia tedesca

L'insediamento tedesco è vicino al terminal crociere. La strada per l'insediamento passa dal porto attraverso un ponte. 

Seguiamo la strada principale verso destra. 
Dietro il Dagon Silo, un vistoso edificio alto 68 metri con annesso museo del grano, svoltiamo in Ben Gurion Avenue, in leggera pendenza. L'insediamento si trova a destra e a sinistra della strada.

Nel 1868, i Templari tedeschi costruirono un insediamento ad Haifa, e oggi è una zona vivace piena di caffè, negozi e ristoranti. Quelle che un tempo erano case del 19° secolo sono state restaurate e riadattate per trasformare il distretto della colonia tedesca in un centro culturale di Haifa. 


Ben Gurion Avenue

Ben Gurion Avenue,  è una vivace arteria che mette in mostra magnificamente il ricco arazzo culturale, storico e architettonico di questa variegata metropoli mediterranea. 

Prende il nome da David Ben-Gurion, primo primo ministro israeliano e figura chiave nella storia della nazione, il viale si estende dalla città bassa, risale le pendici del Monte Carmelo e offre una miscela unica di attrazioni ed esperienze per visitatori e gente del posto.

Mentre cammini lungo Ben Gurion Avenue, rimarrai affascinato dalla deliziosa gamma di stili architettonici, dagli edifici ispirati al Bauhaus e le pittoresche strutture dell'era ottomana ai design più contemporanei. 

Il viale alberato è adornato da affascinanti caffè, boutique eclettiche e gallerie d'arte locali.

Ben Gurion Avenue funge anche da importante centro culturale e sociale di Haifa. 

Ospita la storica colonia tedesca, fondata nel XIX secolo dai templari tedeschi, e gli iconici giardini bahá'í, patrimonio mondiale dell'UNESCO e vero gioiello della città. 



Il santuario di Bab e il complesso associato e curato dei Giardini Bahai, che si estendono su 18 terrazze, sono Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO. 

Cammina fino a Paris Square. dall'Insediamento tedesco Il punto di riferimento è un moderno edificio governativo di 29 piani chiamato "Sail Tower".

Da Paris Square prendi la metropolitana Carmelit fino al capolinea Gan Ha'em nel quartiere Carmel. Il viaggio termina a quota 268 metri. Il viaggio verso la cima dura circa 8 minuti.


Prendi Louis Promenade, un punto di riferimento è il Museo Tikotin per l'arte giapponese. 
La vista qui è travolgente. 

Si vede la Baia di Haifa, le vaste strutture portuali, i Giardini Bahai e la lucente cupola dorata del Santuario di Bab. 
Se l'ariaè limpida si può vedere fino ad Akko.



Appena sotto Louis Promenade, dopo un controllo di sicurezza, si entra nei Giardini Bahai Non è consentito visitare le terrazze inferiori e il santuario attraverso i sentieri delle terrazze. Le visite sono offerte solo come parte di tour organizzati .


I giardini sono un'opera d'arte assolutamente squisita, che circonda il magnifico Santuario del B'ab, il centro internazionale della Fede Baha'i.

Nel mezzo della collina del Monte Carmelo, troverai l'ingresso ufficiale al Santuario di Bab.




La storia del Mausoleo del Báb ad Haifa inizia con la vita e gli insegnamenti del Báb, il fondatore della Fede Bábí e l'araldo di Bahá'u'lláh, il fondatore della Fede Bahá'í. 


 I suoi insegnamenti, che enfatizzavano il rinnovamento spirituale e sociale, erano visti come una minaccia dal governo iraniano e dall'establishment religioso. Di conseguenza, il Báb fu imprigionato e nel 1850 fu giustiziato da un plotone di esecuzione.

Dopo il martirio del Báb, le sue spoglie furono conservate segretamente dai suoi seguaci per diversi decenni. 
Nel 1899, sotto la direzione del figlio maggiore di Bahá'u'lláh  i resti furono finalmente portati ad Haifa e collocati in un mausoleo temporaneo alle pendici del Monte Carmelo.

La costruzione del Mausoleo del Báb iniziò nel 1909 quando il figlio depose i sacri resti del Báb in una tomba appositamente costruita all'interno delle fondamenta del Mausoleo. 

Nel 2008, il Santuario del Báb, insieme ai circostanti Giardini Bahá'í, è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO in riconoscimento del suo eccezionale valore universale e della sua importanza per la Fede Bahá'í.



Se vuoi allungare la passeggiata puoi visitare il monastero carmelitano Stella Maris. Oppure proseguire per Abbass Street dal Santuario del Báb per raggiungere il quartiere di Wadi Nisna.



Il monastero di Stella Maris affonda le sue radici nel periodo dei crociati ma fu abbandonato dopo la conquista mamelucca e fu ricostruito solo nel XIX secolo. 



Ammira il soffitto e la cupola splendidamente dipinti della chiesa. Rappresentano episodi dell'Antico Testamento, il più drammatico dei quali è la scena di Elia, che è associato al Monte Carmelo, travolto da un carro di fuoco.




La grotta sotto l'altare, nella quale si entra, è secondo la tradizione cattolica la Grotta di Elia, dove si crede abbia vissuto il profeta dell'Antico Testamento. Ci sono molte altre grotte di Elia sul Monte Carmelo.


Il Monastero Stella Maris fungeva da ospedale per i soldati di Napoleone durante la sua ritirata dal fallito assedio di Acri (Akko) nel 1799. Alcuni dicono che Napoleone abbandonò i suoi soldati che furono massacrati dai Turchi. Altre fonti hanno riferito che Napoleone fece uno sforzo per salvarli durante la ritirata. 

Dal Monastero, in Via Tchernichovsky/Edmond Fleg a 600 metri c'è la fermata del Bus n.25 e 115 che ti portano al  Haifa Museum of Art. 
( la fermata è Hertsliya/HaTsiyonut - la nona fermata)



Fermati al Museo d'arte di Haifa che è un'importante istituzione culturale che mette in mostra una collezione eclettica di arte contemporanea e moderna, celebrando artisti sia locali che internazionali. 
Istituito nel 1951, il museo è ospitato in un edificio storico splendidamente conservato che un tempo fungeva da mercato principale della città.



Wadi Nisna

Un quartiere vivace e culturalmente diversificato che offre un'esperienza autentica e arricchente del fascino multietnico della città. 

Originariamente un villaggio arabo, Wadi Nisnas si è evoluto nel tempo in una vivace enclave urbana, rinomata per i suoi mercati colorati, l'arte di strada unica e le ricche tradizioni culinarie. 
Con una miscela armoniosa di comunità musulmane, cristiane ed ebraiche che vivono fianco a fianco, Wadi Nisnas è una testimonianza dello spirito di convivenza e tolleranza di Haifa.


Da Wadi Nisna puoi raggiungere tranquillamente l'insediamento tedesco in 10 minuti a piedi .
( 850 metri) e da qui fare ritorno in nave.

NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -