AQABA - GIORDANIA - IL PORTO CROCIERE - LE MIGLIORI COSE DA FARE - ATTRAZIONI E SUGGERIMENTI PER ESCURSIONI IN AUTONOMIA

Qui sveliamo le migliori cose da fare ad Aqaba. 
Unica città costiera della Giordania, Aqaba si trova nell'estremo sud del paese, sul golfo che prende il suo nome. 
Risalente a migliaia di anni fa, è ricco di attrazioni storiche e naturali. La "Sposa del Mar Rosso" è vicina a una serie di altre incredibili attrazioni. 




Oggi Aqaba è l'unico porto marittimo della Giordania.
Le navi da crociera attraccano a un molo commerciale a sud della città. 
Le navette sono solitamente fornite per andare in città per coloro che non fanno un tour a Petra o Wadi Rum. 

Aqaba  è ancora in crescita come porto crocieristico. La maggior parte delle escursioni a terra prevede un tour panoramico della città di Aqaba, un'escursione di un giorno a Petra o relax in un resort sulla spiaggia ed una esperienza di snorkeling subacqueo.
La navetta lascia i passeggeri accanto al resort Moevenpick presso un terminal degli autobus a nord del centro città.

C'è un nuovo centro commerciale che è stato aperto in città, dove si possono trovare i principali marchi internazionali, ma la maggior parte dei crocieristi fa la spesa negli hotspot di souvenir, come il mercato nel centro della città.

Qui si possono acquistare oggetti speciali, come vetri Hebron, scatole in madreperla, presepi in legno d'ulivo e collane in oro o argento con charm da caffettiera. 

La caffettiera (dalleh) è un simbolo nazionale. Per un souvenir personalizzato, acquista una bottiglia di arte della sabbia colorata con un nome a tua scelta incorporato nell'intricato design. Anche i gioielli beduini sono popolari.

Dalle porte del porto, è una passeggiata di 4 chilometri in città, o 20 minuti a piedi fino al castello mamelucco (fortezza di Aqaba), che fu costruito dai crociati nel XII secolo, distrutto pochi decenni dopo e poi ricostruito da il sultanato mamelucco medievale nel XVI secolo.

Porto trafficato da secoli, i commercianti di Aqaba sapevano certamente come contrattare. Una passeggiata nei numerosi souk, o mercati, della città è d'obbligo. Divisi per tipologia, troverai frutta e verdura locale intorno a Raghadan Street e il ricco aroma di spezie ammucchiate intorno a Zaharan Street. Per i ricordi, dirigiti al Souk by the Sea del venerdì sera, che espone ogni sorta di oggetti realizzati a mano da artisti locali.

Petra , l'attrazione turistica più famosa della Giordania e una delle grandi meraviglie del mondo mediorientale.

Questa città è stata scolpita direttamente nella roccia solida e si dispiega magnificamente dopo una passeggiata di due chilometri (1,2 miglia) attraverso un baratro molto stretto che non fa che aumentare il suo mistero e la sua grandezza. 
Costruita durante il V e VI secolo aC, Petra è la capitale in rovina degli Arabi Nabatei. Tuttavia, le sue immense facciate andarono perdute per quasi 1000 anni, fino a quando il viaggiatore svizzero Johan Ludwig Burckhardt non lo fece riscoprire nel 1812. 

Oggi ci sono ancora molti siti da vedere tra cui il monumento el Khazneh (Il Tesoro), che è una gigantesca tomba scavata di roccia, il Tempio dei Leoni Alati, l'al-Deir (Monastero) e il piccolo Museo Archeologico, che espone reperti rinvenuti a Petra nel corso del XIX e XX secolo.





Mentre il centro della città rimane un po' polveroso e tradizionale, c'è uno sviluppo dilagante sulla costa e alla periferia della città. C'è un nuovo centro commerciale moderno, un resort sulla spiaggia intercontinentale e molti altri resort sono stati aperti di recente o sono in costruzione.

La lunga e sabbiosa striscia di North Beach di Aqaba è particolarmente apprezzata dai crocieristi che hanno già visto Petra e vogliono invece sperimentare le rinomate opportunità di snorkeling e immersioni di Aqaba.

Ci sono 30 siti di immersione, incluso un mercantile libanese affondato. Molti dei siti si trovano nel Parco Marino di Aqaba, creato in joint venture con Israele per preservare questo importante ambiente marino.

A parte le immersioni e lo snorkeling, anche i resort alberghieri stanno diventando un'attrazione, conferendo alla città un carattere internazionale che richiama la sua storia di centro commerciale chiave sulla leggendaria Via della Seta mezzo millennio fa. 

Ancora oggi, i confini di Egitto, Arabia Saudita e Israele sono tutti visibili in una giornata limpida dal centro della città.


PARCO MARINO

Nessuno dovrebbe visitare il Mar Rosso senza scivolare nelle sue calde acque limpide con un boccaglio o un autorespiratore. Aqaba è la destinazione perfetta per farlo. Splendidi coralli e più di mille specie di pesci significano che c'è sempre qualcosa in più da vedere. I siti di immersione sono sia naturali, come il giardino giapponese (uno dei preferiti dalle tartarughe), sia artificiali, incluso il relitto Taiyong.

MUSEO ARCHEOLOGICO

Il Museo Archeologico si trova di fronte al castello. Occupa l'antica residenza di Sharif Hussein bin Ali, re dell'Hejaz (parte dell'odierna Arabia Saudita). Le sue collezioni coprono circa 6.000 anni di abitazione continua. Cerca la Signora di Aqaba dell'età del bronzo e le prime iscrizioni islamiche del IX secolo d.C.

MOSCHEA SHARIF HUSSEIN BIN ALI

Sebbene costruito solo nel 1975, questo attivo luogo di culto è un meraviglioso esempio di architettura islamica tradizionale. La sua scintillante pietra bianca è finemente scolpita tra porte ad arco e cupole a cipolla. Al di fuori degli orari di preghiera, i visitatori possono passeggiare attraverso i suoi cortili colonnati di marmo per ammirare lo spettacolo da vicino.

LA CORNICHE DI AQABA

Correndo lungo il lungomare, King Hussein Street è un luogo popolare dove venire per una passeggiata. Ciò è particolarmente vero nelle prime ore della sera, quando il sole comincia a tramontare. È fiancheggiato da ristoranti, bar e caffè e offre uno spaccato reale della vita in città.

ROVINE DI AYLA

Nelle immediate vicinanze del principale quartiere alberghiero di Aqaba, Ayla è stata la prima città islamica costruita al di fuori della penisola arabica. Risalente al 650 d.C. circa, è stato riscoperto solo nel 1989. Tappa importante sulla strada per La Mecca, le sue rovine includono le mura della città spesse 2,5 metri, porte e una moschea.

SPIAGGIA DI AL-HAFAYER

Parallela a King Hussein Street, Al-Hafayer Beach (o Palm Beach come è diventata nota), è una bella distesa di sabbia dorata. Tuttavia, è meglio conosciuto per l'atmosfera rilassata dei caffè circostanti. Per trascorrere del tempo sulla sabbia, dirigiti invece al Berenice Beach Club. Dispone di tre piscine e centro diving, oltre ad una spiaggia privata.

WADI RUM

Pur non essendo ad Aqaba, non potremmo concludere l'elenco delle 10 cose da fare ad Aqaba senza Wadi Rum. Le escursioni in questa valle di arenaria e granito, a 60 chilometri di distanza, sono una vera delizia per chiunque adori i paesaggi desertici. Il nostro tour di 3 giorni a Petra e Wadi Rum è il modo perfetto per esplorare questa famosa regione. Dichiarato patrimonio dell'umanità dall'UNESCO, ospita la tribù Zalabieh, che aiuta a organizzare di tutto, dalle carovane di cammelli ai safari in jeep.




PETRA

Petra, tuttavia, è ancora l'attrazione principale per i passeggeri che sbarcano nel porto, insieme alla straordinaria regione desertica e montuosa del Wadi Rum, location cinematografica di Lawrence d'Arabia

Il viaggio di 2 ore fino a Petra ti porta attraverso il deserto fino alle colline di arenaria dove l'antico sito archeologico è rimasto nascosto per circa 2000 anni fino a quando non fu riscoperto nel 1812 da un esploratore svizzero.

Una delle sette meraviglie del mondo moderno, la città scolpita nelle pareti rocciose delle montagne è un tesoro di antichi edifici, manufatti e tombe.

Alcuni consigli generali per visitare Petra:

– Può essere caldissimo o piuttosto freddo. Munirsi di sciarpa leggera e giubbino.
– Indossa scarpe comode perché camminerai su strade non asfaltate. 
– Per quelli di voi che si chiedono quanto sia dura la passeggiata all'interno di Petra. Si tratta di 3,5 km a piedi dal centro visitatori al Tesoro. 
Questa è una strada sterrata e leggermente in discesa. Ci sono le car elettriche che possono portarti dall'ingresso visitatori sino al tesoro e viceversa. Il costo è' 20 euro a persona a tratta.

Oltre a essere ottimi mercanti, i nabatei di Petra avevano anche eccezionali doti di ingegneri idrogeologici. Grazie al loro acume nella gestione dei sistemi idrici locali, riuscirono a creare prezioseoasi e ad assicurare il controllo economico dell’antica rotta commerciale dell’incenso, che collegava l’Arabia all’Europa e all’Africa. 

Queste conoscenze consentirono ai nabatei di sopravvivere e fiorire nella città rosa di Petra, che pure era situata a una certa distanza dai fiumi e a otto chilometri dalla fonte d’acqua del Wadi Musa.

Camminando lungo il Suq, la stretta gola che conduce a Petra, si possono ancora vedere le testimonianze dell’ingegnosità dei nabatei: dighe di protezione dalle inondazioni, terrazzamenti, canali, bacini di decantazione, acquedotti, sistemi di raccolta dell’acqua piovana, sorgenti e cisterne. 

I canali e gli acquedotti scavati nella roccia lungo il Sig avevano il compito di convogliare l’acqua nel cuore di Petra, rifornendo quotidianamente di acqua dolce gli abitanti di questa terra altrimenti arida.





NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -