HERAKLION - CRETA - CITTA' IN AUTONOMIA - UNA PASSEGGIATA PER LA CITTA' CON MAPPA E PERCORSI -


Ecco il mio suggerimento per un percorso ideale ( corredato di mappe, soste e distanze ) attraverso la città per cogliere il suo variegato passato, con una passeggiata dal Terminal Crociere di Heraklion dove attraccherà la vostra nave, alla scoperta di Heraklion o Iraklion delle sue chiese bizantine, palazzi veneziani e fontane turche. 

Dovrai semplicemente aprire la Google Maps allegata per seguire l'itinerario che ti permetterà di scoprire a piedi i principali siti turistici della città di Heraklion. 

Ti consiglio anche di scaricare la mappa in anticipo in modo da poterla utilizzare offline.

Le navi attraccano nel porto di Heraklion (Iraklion) in un porto per container, quindi ai passeggeri non è consentito attraversare il porto,  dovrai prendere una navetta gratuita, per un tragitto di 5 minuti per raggiungere il terminal crociere. 

La città vecchia è a circa 15 minuti a piedi dal terminal crociere.

Una volta usciti dal terminal, troverai una passerella contrassegnata da una linea gialla che porta chiunque voglia spostarsi a piedi verso il centro della città.

Segui il lungomare, lungo la strada puoi vedere parte delle antiche mura veneziane dall'altra parte della strada e un paio delle sue porte simili a tunnel.

Queste mura furono costruite durante il periodo in cui Creta era sotto il controllo della Repubblica di Venezia.

Con una camminata massimo di 15 minuti sarai arrivato al Porto Veneziano, ed accanto al porto peschereccio, noterai l'imponente attrazione di Koules , la fortezza medievale progettata per proteggere la città dall'invasione dal mare. Vedi il percorso.

In fondo all'articolo troverai una mappa di Heraklion con evidenziati i siti esposti.



La Fortezza di Koules 

Il primo piano contiene corridoi enormi e bui e umide celle di prigione che contengono racconti della tortura dei ribelli cretesi. 

Sali al secondo piano per ammirare viste panoramiche sul mare e sul porto. La fortezza conteneva anche un proprio mulino, forno e cappella, consentendo alla guarnigione della fortezza di operare autonomamente.

Storicamente era adibito a deposito di armi e munizioni per la difesa della città, mentre ora è adibito a rimessaggio di imbarcazioni da riparare. Guarda a nord e vedrai l'isola di Dia. Ora è disabitata, ma ci sono prove archeologiche che un tempo ospitava un insediamento minoico.

Ora ritorna sui tuoi passi alla Grande Piazza che ti trovi di fronte. Attraversala e raggiungi Via 25th Avgoustou ( August 25th Street riconoscibile dal cartello divieto), un'arteria pedonale nel cuore di Heraklion. 

Lungo la strada troverai gallerie d'arte, chiese antiche, fontane e graziose piazze cittadine.

All'inizio del XX secolo, dopo la liberazione di Creta dal giogo ottomano, August 25th Street divenne la via dello shopping più brillante di Heraklion. 

Vi vengono costruiti nuovi edifici, che accolgono servizi ed altre importanti attività della città. 

Tuttavia, questa immagine non corrispondeva alla realtà che si nascondeva dietro questi edifici ed è per questo che gli abitanti di Heraklion la chiamavano "Via dell'illusione".




Chiesa di San Tito

Dopo 5 minuti a piedi arriverai di fronte alla chiesa più antica di Heraklion. È dedicata a San Tito, che fu il primo vescovo di Creta.

Costruita nel X secolo, questa chiesa fu poi utilizzata come moschea (Moschea Visir) durante l'occupazione ottomana e poi la moschea divenne nuovamente chiesa ortodossa nel 1925.


La Loggia Veneziana

A soli 100 metri dalla Chiesa di San Tito, proseguendo per 25th Avgoustou troverai la Loggia Veneziana, che ora ospita il municipio di Heraklion. 

La Loggia è un mirabile esempio di edificio veneziano con archi a tutto sesto. Questo palazzo veneziano a due piani fu completato nel 1628 ed era un luogo di incontro per i nobili di Creta. 

Nel 1987 la Loggia è stata insignita del primo premio Europa Nostra come miglior monumento europeo restaurato e conservato dell'anno.




Molto vicina alla Loggia Veneziana c'è la Basilica di San Marco, ma non quella di Venezia !


Conosciuta come Hagios Markos, questa basilica risale agli inizi del XIII secolo. Fu costruito dai veneziani in omaggio a San Marco, patrono di Venezia.

A pochi metri dalla basilica, nella Platia Eleftheriou Venizelou, che è il cuore di Heraklion, si può ammirare la fontana Morosini. 


Il governatore italiano Francesco Morosini lo costruì per commemorare il successo veneziano nel portare l'acqua. Infatti, i veneziani avevano realizzato un sistema di viadotti che portavano l'acqua al centro di Heraklion dal monte Youchtas.



Ci vorrà solo una breve passeggiata per raggiungere il mercato centrale. 


È una bella tappa del mio tour a piedi autoguidato per visitare Heraklion in 1 giorno.

Ti consiglio infatti di andare in questo mercato coperto perché oltre ai prodotti locali, puoi trovare souvenir da riportare da Creta (artigianato, gioielli, miele, raki, formaggi). 

E li troverete anche lungo tutta rue 1866 perché è piena di negozi di moda, gioiellerie e negozi di souvenir.

Cattedrale di Agios Minas

Ora è il momento di visitare l'iconica Cattedrale di Agios Minas. Questa magnifica chiesa è dedicata a San Minas, il santo patrono di Heraklion. 

All'interno puoi ammirare splendidi affreschi e intricati intagli, che lo rendono una destinazione imperdibile per chiunque visiti Heraklion.




La sua prima pietra fu posta il 25 marzo (Giorno dell'Indipendenza) del 1862 come segno di gratitudine da parte dei locali per la protezione offerta alla città durante la ribellione contro gli Ottomani. 

La cattedrale, dedicata al Santo Patrono di Heraklion, è una delle chiese più grandi della Grecia, completata a forma cruciforme con torri gemelle. 





Quindi dirigiti verso la fontana di Bembo.

 Prima di procedere verso la strada, controlla la Fontana del Bembo, probabilmente la fontana più antica della città, con alcune belle decorazioni.


Purtroppo la fontana non funziona più. La fontana del Bembo fu costruita alla fine del XVI secolo. 

È decorata con colonne, stemmi della famiglia veneziana e una statua maschile acefala portata da Ierapetra. Le persone precedenti credevano che la statua avesse poteri soprannaturali e in suo onore venivano organizzati rituali religiosi. 

Il sebil turco (fontana della carità), accanto alla fontana del Bembo, fu costruito successivamente. Il suggestivo caffè serve ancora caffè greco e aperitivi da un antico padiglione in pietra al centro, che è un grande ricordo del passato turco di Creta.




Da qui dirigetevi verco Plateia Eleftherias o Piazza della Libertà





Accanto alla piazza si trova l'ombreggiato parco di Georgiades, un bel posto dove riposarsi e guardare l'incrocio più trafficato di Heraklion. 




Museo Archeologico di Heraklion


Seguendo il mio tour a piedi autoguidato camminerai per 5 minuti per raggiungere il Museo Archeologico di Heraklion nel centro della città.

Puoi visitarlo perché ospita una splendida e impressionante collezione di oggetti dell'età del bronzo e dell'epoca romana, tra cui sculture, ceramiche e gioielli.

L'enorme edificio del Museo Archeologico convertito da una vecchia centrale elettrica in un angolo di Piazza della Libertà ha reperti provenienti da Cnosso, Archanes, Festo, Zakros e molti altri siti archeologici di Creta. 

Fiore all'occhiello del museo sono i tesori della prima civiltà europea, quella minoica, che qui si possono ammirare in tutta la sua continuità storica. 

Le mostre includono campioni rappresentativi di tutti i periodi della storia cretese, che coprono 5.500 anni. Gli affreschi più famosi del Palazzo di Cnosso sono ospitati nel museo. Le altre attrazioni includono sculture classiche elleniche e romane, affreschi, gioielli, pitture murali e ceramiche.




Ora dai un'occhiata alla statua di Eleftherios Venizelos direttamente sopra la Porta di San Giorgio. Eleftherios Venizelos è stato il più grande statista di Creta che ha svolto un ruolo di primo piano nella storia di Creta e della Grecia.

 In qualità di leader del Partito Liberale, fu eletto Primo Ministro della Grecia otto volte, in carica tra il 1910 e il 1933.


Guardando in basso dal monumento, si possono ammirare le imponenti Mura Veneziane della città.

Uscendo da Porta San Giorgio potrai fare ritorno al Terminal Crociere.

Ecco la mappa con i siti descritti in questo articolo




NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -