Il settore crocieristico mondiale in continua ascesa

 

Il settore crocieristico mondiale in continua ascesa - Si punta ad una clientela giovane - secondo i dati della CLIA

Si prevede che quest'anno il settore del turismo crocieristico mondiale supererà i totali pre-pandemia e crescerà di quasi il 20% entro il 2028.

Secondo il rapporto 2023 State of the Cruise Industry Report della Cruise Lines International Association (CLIA), il turismo crocieristico dovrebbe raggiungere il 106% dei livelli del 2019 quest'anno, con circa 31,5 milioni di persone che andranno in crociera.

Nel 2019, il settore delle crociere ha ospitato 29,7 milioni di persone. Entro il 2024, questa cifra dovrebbe crescere fino a 36 milioni, salendo a 37,2 milioni entro l'anno successivo e raggiungendo 39,5 milioni entro il 2027.

CLIA ha anche affermato che il futuro del settore delle crociere è delle giovani generazioni.

Le Compagnie, quindi, puntano sui  GenX e Millennials che - secondo le statistiche CLIA - prenotano crociere, anche ad un prezzo più alto, spendono cifre maggiori a bordo,  rispetto alle "vecchie generazioni" che, invece, cercano soluzioni sempre più economiche, hanno un costo sempre più contenuto di spese a bordo e sono consumatori più esigenti, essendo legati ai privilegi del loro status crocieristico.  

I passeggeri più giovani,  hanno anche speso una media di $ 750 a persona nelle città portuali durante una crociera standard di sette giorni, ha affermato CLIA.




Il Nord America è rimasto il mercato più grande, ma si è assistito a un'impennata importante altrove, compreso il Mediterraneo. I Caraibi sono rimasti la destinazione numero uno per i crocieristi.

Le questioni ambientali sono in prima linea nel pensiero delle compagnie di crociera. Le aziende stanno ora utilizzando la tecnologia, le infrastrutture e le operazioni per decarbonizzare le loro operazioni, con molti progetti pilota in corso e nuove tecnologie di propulsione pianificate e testate per ridurre le emissioni.

Ad esempio, il 60% delle navi programmate per la consegna tra il 2023 e il 2028 utilizzerà il GNL come carburante primario, afferma lo studio, mentre il 75% della flotta di CLIA è ora in grado di passare a combustibili sostenibili una volta che saranno disponibili su larga scala.

"MSC World Europa", consegnata nell'ottobre 2022 da Chantiers de l'Atlantique, Saint Nazaire in Francia, è considerata la nave da crociera di grandi dimensioni con le migliori prestazioni al mondo in termini di emissioni di CO2eq per passeggeri.

In base all'accordo, TotalEnergies Marine Fuels fornirà circa 45.000 tonnellate all'anno di GNL alle navi di MSC Crociere a Marsiglia.

Questa operazione apre inoltre la strada a tutti i porti del Mediterraneo per soddisfare i nuovi regolamenti IMO che entreranno in vigore nel 2025, come parte della nuova designazione dell'area di controllo delle emissioni (ECA).

TotalEnergies Marine Fuels noleggia attualmente due navi bunkeraggio GNL da 18.600 m3: 'Gas Agility', a Rotterdam, Paesi Bassi; e 'Gas Vitality', a Marsiglia/Fos, Francia.



Inoltre, il numero di navi dotate di apparecchiature elettriche da terra è destinato a raddoppiare entro il 2028.

Attualmente il 30% delle navi da crociera, pari al 40% della capacità, è dotato di apparecchiature plug-in. Un altro 30% dovrebbe essere adattato.

Circa 29 porti da crociera in tutto il mondo hanno almeno un ormeggio in cui è disponibile l'alimentazione da terra con altri 20 già finanziati o pianificati per avere l'alimentazione da terra entro il 2025.


Quest'anno entreranno in servizio 14 navi da crociera di nuova costruzione, con un totale di 44 pianificate per iniziare a navigare tra il 2023 e il 2028, ha affermato CLIA.

La sua adesione è di 53 membri della compagnia di crociera - 43 operatori di navi da crociera d'altura e 10 fluviali.


NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -