SANTA CRUZ DE TENERIFE - CITTA' IN AUTONOMIA - PRATICA MAPPA TURISTICA DELLE ATTRAZIONI DA NON PERDERE

Santa Cruz è la capitale di Tenerife ed è una delle destinazioni più popolari in Europa per gli amanti del sole, ma ci sono così tante cose da fare a Santa Cruz de Tenerife, che semplicemente visitare la spiaggia e non dare un'occhiata alla città sarebbe un vero peccato.

Questo post include, anche, una mappa per un tour  in autonomia, adattabile ai tuoi ritmi, con tutte le località trattate in questa guida, per pianificare al meglio il tuo tempo. Buona passeggiata!




La maggior parte delle navi attracca al nuovo terminal crociere di Santa Cruz de Tenerife si cammina per circa 200 metri attraverso un grazioso giardinetto fino al vicino nuovo terminal dei traghetti (Puerto Ciudad). Qui, le scale (o un ascensore) conducono al tetto dell'edificio e da lì attraverso due ponti all'Avenida Francesco la Roche. 

Da qui sono solo circa 200 metri fino a Plaza de España.

Se ti piace fare escursioni a terra da solo, qui troverai praticamente tutto ciò di cui hai bisogno. 

Sotto potete trovare la mappa delle più belle attrazioni di Santa Cruz de Tenerife.


Plaza de España è la piazza più grande della città e delle Isole Canarie.(2)

La piazza fu costruita nel 1929 sul Castillo de San Cristóbal , un bastione destinato a difendere l'isola dai pirati all'epoca in cui esisteva. 

Dell'edificio originario rimangono oggi solo pochi muri, esposti come opere d'arte sotto quella che era la sua base.

La piazza è stata costruita per diventare una piattaforma che in futuro si estenderà verso il mare, eliminando ogni gradino intorno al monumento. Pavimentato in asfalto, è stato concepito come un lago centrale di acqua marina con annesso geyser.

 Intorno alla piazza si trovano il Palazzo Insulare di Tenerife, il Palazzo della Carta e la Piazza della Candelaria. Al centro della piazza si trova il Monumento ai Caduti della Guerra Civile Spagnola.



Un cartello con la scritta "Santa Cruz" (abbreviazione dello slogan "Sant Cruz, il cuore di Tenerife") si trova a un'estremità della piazza.L'ultima lettera della parola "Santa" ha la forma di due cuori, uno verde, uno blu. 

Una scultura "I AM Fine (Lo Llevo bien)" dell'artista basco Julio Nieto si trova accanto al lago. Quaranta giorni dopo Natale si celebra la Candelaria. Questo è il giorno in cui Maria, madre di Gesù, presenta per la prima volta al tempio il figlio neonato. Nelle Isole Canarie la Candelaria si osserva anche il 15 agosto, giorno dell'Assunzione. 

Prima della conquista spagnola, il 15 agosto era la festa del raccolto degli indigeni.


Piazza della Candelaria (3) si trova accanto a Plaza de España In primo piano nella piazza è il monumento, Trionfo della Candelaria. 

Ha la forma di un obelisco di marmo bianco scolpito dall'artista Pasquale Bocciardo nel 1768.Originariamente l'obelisco era alto 36 piedi, montato su una base quadrata. Attualmente è alto 13 piedi. Alla base si trovano quattro statue di marmo di indigeni guanche che venerano l'immagine di Maria in cima all'obelisco.

Nel mese di maggio si tiene in piazza la "Festa del Maggio" che ricorda la fondazione della città. 


La Parroquia de la Concepcion (4) non è la Cattedrale di Tenerife.Tuttavia, la Chiesa dell'Immacolata Concezione ha cinque navate. 

Nessun'altra chiesa delle Canarie ha cinque navate.La chiesa è costruita su una cappella eretta dai conquistadores quando sbarcarono sull'isola.

All'interno della chiesa si trova un'immagine di San Giacomo Apostolo, patrono di Santa Cruz de Tenerife.
La chiesa custodisce una reliquia del martire Papa San Clemente I, donata dal Patriarca di Antiochia
C'è anche un'immagine gotica del XV secolo di Nostra Signora della Consolazione, patrona di Santa Cruz de Tenerife.



Museo de la Naturaleza y Arqueologia (5)meglio conosciuto localmente con il suo antico nome, il Museo della Natura e dell'Uomo. 

Il nome è stato cambiato ufficialmente nel novembre 2018 per dare al museo un'immagine più inclusiva. Il museo è stato fondato nel 1958. 
Il suo primo direttore è stato Luis Diego Cuscoy. La specialità di Luis erano i resti umani della preistoria, cioè le mummie.

Il museo ha una vasta collezione di mummie delle popolazioni indigene delle Isole Canarie, i Guanci. Le stelle della collezione sono i re mummie, i Menceyes e i manufatti sepolti con loro. Gli ornamenti, le ceramiche, gli strumenti e le armi rivelano la storia della cultura Guanche dagli inizi alla conquista delle isole.

Il museo si trova nel centro di Santa Cruz nel vecchio edificio neoclassico dell'Ospedale Civile. Il museo è famoso a livello internazionale. È considerato il museo più importante della Macaronesia, l'arcipelago delle isole vulcaniche dell'Atlantico.

Il museo ha anche una bella collezione di fossili preistorici peculiari delle Isole Canarie, tra cui la lucertola gigante di Tenerife, la tartaruga gigante di Tenerife, un dente di squalo Megladon, molti trilobiti e il sempre popolare ratto gigante. 


Il Mercado Nuestra Señora de Africa (6Presso l'arco d'ingresso ornato del Mercato di Nostra Signora d'Africa ci sono due sculture. 

In primo luogo, La Lechera ("Milkmaid"), è una donna senza scarpe che si affretta, una brocca in una mano mentre sostiene con l'altra mano un cesto di latticini sulla testa. 
È in onore delle generazioni di laboriose mungitrici di Tenerife.



La seconda scultura, Homenaje Al Chicharrero ("Popolo di Santa Cruz"), rappresenta due pescatori che lanciano una barca tra le onde. 

Secondo la tradizione popolare, il termine CHICHARRERO , che si riferisce agli abitanti di Santa Cruz de Santiago de Tenerife , risale al XVI secolo e ha le sue origini nella storia antica della città, quando era un insediamento costiero e la pesca era la sua principale attività economica più importante.

Un tempo Santa Cruz era un villaggio di pescatori ed il pesce era generalmente disprezzato dalla gente della città.



Il Mercato di Nostra Signora d'Africa è dedicato al cibo e alle persone che lo producono. Fondato nel 1944, è ospitato in un edificio esotico di archi e cortili con tocchi latinoamericani e moreschi. Una torre dell'orologio simile a un minareto annuncia l'ubicazione del mercato. 

Bancarelle e negozi sono ospitati su due piani affollati che offrono prodotti freschi, fiori, frutta, pesce, pane, formaggi, vini e sì, salumi. Ci sono anche molte offerte gastronomiche, tra cui salsa, marmellata di cactus, miele e spezie. 

Per gli acquirenti affamati che non possono aspettare, ci sono ristoranti e bancarelle di degustazione 



Calle del Castillo (7) prende il nome dal Castillo Cristobal, costruito nel 1575 e demolito nel 1929 per far posto a Piazza di Spagna. 

E' tra le strade più antiche della città di Santa Cruz. Si estende da Piazza Weyler a Piazza Candelaria e termina in Piazza di Spagna, una strada pedonale nel cuore della città ed è la via dello shopping. 


Rambla de Santa Cruz (8è la strada principale di Santa Cruz de Tenerife. Va da Piazza della Pace (Plaza de la Paz) ad Anaga Avenue (Avenida de Anaga). 

Non mancano interessanti sculture lungo il percorso e un mare di fiori sgargianti. 




Parque García Sanabria (9) è una vasta area di giardini, fontane e quelli che potremmo chiamare "gruppi architettonici". Prende il nome dal sindaco Garcia Sanabria, che ne ha permesso la costruzione. 

Uno dei luoghi che ti consiglio di non perdere è questo bellissimo parco poco distante dal centro storico di Santa Cruz, il più grande della città.

Inaugurato nel 1926, il Parco Garcia Sanabria vanta ben 67.000 metri quadrati ricco di fiori esotici, sculture nascoste tra gli alberi e piante tropicali. Potrai godere di una splendida passeggiata nella fitta vegetazione tra cui spuntano di tanto in tanto lievi raggi del sole.

Al centro del parco poi troverai una grande fontana con il Monumento dedicato al sindaco García Sanabria, che rimase in carica per diversi anni e che fu il fautore delle prime fogne della città.

Infine non perdere il grande Orologio floreale posto all’ingresso sud del parco che vanta un diametro di circa 5 metri.



La piazza Fernando Pessoa (10) è proprio accanto al parco. 

Fernando Pessoa era un famoso poeta e scrittore portoghese che scrisse in modo prolifico in francese, spagnolo, inglese e portoghese. 

La piazza è una rappresentazione della situazione astrale quando fu fondata Lisbona. Mostra la posizione dei pianeti e i segni dello zodiaco.




Edifici storici di Santa Cruz de Tenerife 

 Santa Cruz de Tenerife offre agli appassionati di storia molti siti situati nel centro storico della città per una visita perfetta. 
Il Teatro Grand Guimera, la Parroquia de la Concepcion, il Palacio de Carta e altri gioielli sono tra questi. 
La capitale di Tenerife ha conservato le sue strutture storiche in condizioni magnifiche. 


Il Teatro Guimerá è il teatro più antico delle Isole Canarie.

L'edificio che era stato fatto per 150 anni, il teatro ha ospitato molti attori e attrici, si sono svolti balletti, orchestre, compagnie musicali, congressi. Tra questi eventi fa parte del Festival di Musica delle Isole Canarie.




Palacio de Carta 

Palacio de Carta si trova a Plaza de la Candelaria nel centro della città. 
Fu costruito nel 1752 per ordine di Matías Rodríguez Carta come residenza per comandanti militari. 
La struttura rappresenta una miscela di stili barocco e neoclassico. Ha un paio di cortili interni tipici della regione. 
Il sito del Palacio de Carta ha ricevuto lo status di Luogo di Interesse Culturale nel 1947 ed è stato il primo edificio protetto delle Isole Canarie.



Iglesia de San Francisco de Asís 

La Iglesia de San Francisco de Asís  si trova in Plaza del Principe nel centro della città. Originariamente la chiesa era il convento francescano. Oggi è un tempio cattolico. 

È realizzato in stile architettonico barocco isolano e presenta tre navate. La facciata della Chiesa di San Francisco presenta due capitelli corinzi all'ingresso con sopra l'immagine di Nuestra Señora de la Soledad (Nostra Signora della Solitudine).

Il santuario ha figure di La Inmaculada del XIX secolo, San Francisco de Asis, Santo Domingo del XVII secolo, il Maestro delle prove e altri manufatti di valore religioso e artistico. La Parroquia de San Francisco è uno degli edifici religiosi più importanti di Santa Cruz de Tenerife.



 Circulo de Amistad XII de Enero (Circolo dell'Amicizia XII di gennaio)

Questo grandioso edificio bianco-blu si trova all'incrocio tra le vie José Murphy e Ruiz de Padrón, adiacente a Plaza del Príncipe. 

Questo straordinario edificio progettato da Mariano Estanga fu completato all'inizio del XX secolo. Il suo stile architettonico è lo stile del Secondo Impero delle Isole Canarie. 

La facciata è decorata con molteplici sculture in arenaria bianca e piccole decorazioni intricate, oltre a bandiere. 




 Parroquia de Nuestra Señora del Pilar

Questa chiesa parrocchiale si trova nel centro storico e commerciale della città.
I tesori più noti della Iglesia del Pilar sono la mensa barocca del coro e la statua della Virgen de las Angustias.


Templo Masónico

Questo raffinato edificio fu costruito all'inizio del XX secolo per essere utilizzato dalla loggia massonica. 
Ora appartiene al municipio. 
Le figure di due sfingi custodiscono l'ingresso. 
Le facciate presentano simbolismo a motivi egizi, un massiccio frontone triangolare, due colonne incise vicino all'ingresso e una porta d'ingresso con motivi geometrici scolpiti. 
È considerato uno dei maggiori templi massonici del paese.




 Iglesia de San Jorge 

La Iglesia de San Jorge (Chiesa di San Jorge) si trova in Calle Viera Y Clavijo, vicino a Plaza de los Patos. 
L'ex chiesa anglicana fu costruita alla fine del XIX secolo. 
La sua struttura è caratterizzata da pianta a croce latina, aperture ogivali, copertura a capanna a crociera e facciata in pietra da taglio. 

All'interno della chiesa le tradizioni dell'architettura anglicana sono percepibili anche nel disegno delle navate e delle navate, della struttura in legno e dei molteplici elementi in legno, nonché delle vetrate colorate.


 Iglesia de San José

La chiesa parrocchiale di San Jose si trova nella parte settentrionale della città. 

L'imponente struttura presenta aperture ad arco, un portico d'ingresso a guardia del campanile bifacciale, appartamenti nelle sue ali e sul retro. 

Il suo stile architettonico può essere definito barocco e toscano. Il tempio possiede un importante patrimonio bibliografico. Si tratta di fogli e messali in latino del XVIII e XIX secolo, che servivano per i servizi divini al Concilio.





 Castello di Almeida e Museo Militare

Il Museo Militare Regionale si trova nello storico Castello di Almeida completato nel 1884 che occupa il quartiere di Almeida, nella parte settentrionale della città.

Il Museo Militare è stato fondato nel 1988 ed è uno dei migliori centri di ricerca sulla cartografia delle Canarie e un grande deposito di armamenti e oggetti che richiamano la storia militare delle isole, rispetto alla riuscita difesa della città. 



Gli oggetti esposti più segnalati sono l'arma di tipo artiglieria El Tigre (La tigre) e una replica in scala dell'ammiraglia Teseo. C'è anche un'esposizione dedicata alla vita dell'ammiraglio Nelson, una collezione di bandiere e dipinti antichi di artisti canarini. 




Il contemporaneo Auditorio de Tenerife (spesso paragonato alla Sydney Opera House ) è sede dell'Orchestra Sinfonica di Tenerife, dell'annuale Heineken Jazz Festival, di una breve stagione lirica in autunno e di spettacoli di musica e danza di ogni tipo durante tutto l'anno.

L'Auditorium di Tenerife è uno dei siti più iconici di Tenerife grazie alla sua imponente architettura moderna. È stato progettato dall'architetto Santiago Calatrava ed è stato completato nel 2003.


È uno dei migliori esempi di architettura contemporanea delle Isole Canarie, ed è stato incluso anche sui francobolli locali e sulle monete commemorative da 5 euro nel 2011!

Oltre ad ammirare l'edificio, puoi anche assistere a uno spettacolo, dalle opere ai balletti, alle orchestre, ai musicisti jazz e ai musicisti classici.



Nessun viaggio a Tenerife è completo senza aver provato la cucina locale, in particolare Papas Arrugadas con Mojo.

Papas arrugadas si traduce come patate rugose, che può sembrare una cosa insipida da consigliare, ma fatte bene sono davvero deliziose! Non si tratta di comuni patate, ma di speciali varietà di tuberi farinosi, coltivati ​​nelle Isole Canarie.

Sono serviti con mojos, salse delle Canarie a base di coriandolo o peperoni rossi.





Playa de Las Teresitas

Se sei stanco di visitare la città, puoi recarti a San Andrés, poco distante da Santa Cruz per rilassarti sulla bellissima e caratteristica Playa de Las Teresitas.

E’ una spiaggia artificiale molto conosciuta per l’acqua calma, per le sue belle palme e soprattutto per la sua sabbia.

Infatti Playa de Las Teresitas non è come le altre spiagge presenti in tutta l’isola. Di spiagge a Tenerife ce ne sono tantissime tutte davvero molto belle, particolari per la loro sabbia nera vulcanica, ma Las Teresitas si distingue per via della sua sabbia “dorata”, proveniente direttamente da deserto del Sahara.



E’ una spiaggia dotata di tutti i servizi igienici, di bar, ristoranti di pesce fresco e parcheggio. E’ anche una spiaggia riparata e questo permette all’acqua di essere calma e cristallina, adatta proprio alle famiglie con i bambini.

NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -