BARCELLONA - MONTSERRAT - ESCURSIONE IN AUTONOMIA DA BARCELLONA - ATTRAZIONI DA NON PERDERE -

 Una delle più belle gite da un giorno da Barcellona è certamente l’escursione al monastero di Montserrat.


 A circa 50 chilometri da Barcellona, perfetta per una gita in giornata, la montagna del Monserrat è la catena montuosa più alta e affascinante della Catalunya. Ospita il Monastero benedettino di Santa Maria, il celebre “coro dei Bambini”, il Museo d’arte ma non solo. Nella zona infatti puoi intraprendere escursioni emozionanti alla scoperta dell’entroterra catalano.

Non dimenticarti di visitare il particolare monastero incastonato tra le montagne e dedicato alla Virgen de Montserrat, conosciuta anche come la “moreneta” per il colore scuro della sua pelle.

La storia ci racconta come la catena montuosa del Montserrat sia il frutto di un processo geologico durato milioni di anni. Una volta emersa dall’acqua essa fu modellata dal migliore scultore esistente al mondo: il vento. Come tutti gli artisti ha voluto rendere unica la sua opera d’arte dando alla montagna sinuose forme dall’insolita rarità e bellezza.

“Montserrat” significa infatti letteralmente “montagna seghettata”: guardandola da lontano infatti noterai la sua particolare superficie frastagliata. 

Le vette più alte della Sierra del Montserrat sono Sant Jeroni (1.236 m) e Montgrós (1.120 m). Una curiosità: la catena montuosa dà il nome all’isola caraibica di Montserrat scoperta nel 1693 da Cristoforo Colombo.

Forse una delle cose più belle che vedrete, oltre al paesaggio che circonda tutta la montagna, è la Basilica di Montserrat. L’edificio, in stile gotico con elementi dell’architettura tradizionale catalana custodisce la famosa “Madonna Nera” (la Moreneta). 

CURIOSITÀ: il crocifisso in avorio presente sopra l’altare della basilica, che fino a poco tempo fa si pensava fosse stato fatto da Lorenzo Ghiberti, è stato invece attribuito ad un giovanissimo Michelangelo Buonarroti.

Per rimanere in ambito storico e culturale, a pochi metri dalla Basilica potrete visitare il Museo del Montserrat che ospita oltre 1300 pezzi che coprono un periodo storico molto ampio. 

Il Museo è suddiviso in tre sezioni: una dedicata all’archeologia del del Medio Oriente Biblico, una ad alcuni dipinti che includono opere di Caravaggio, Tiepolo, Berruguete e Morales, e infine una terza sezione con pitture e sculture catalane in cui spiccano i nomi di Picasso, Dalí e Miró.

Recentemente, nei pressi del Museo, hanno aperto anche uno Spazio Audiovisuale Montserrat che risponde alla volontà del Monastero di dare risposte e contenuti alla visita di migliaia di pellegrini e visitatori che vogliono sapere cosa è e cosa significa Montserrat. 

Attraverso una esposizione itinerante che utilizza risorse museografiche, video e audio, potrete conoscere la complessità e la ricchezza di uno dei monasteri più importanti di Spagna.

Se tornate da una camminata, o avete visto almeno un paio di attrazioni, l’unica cosa che avrete in testa (se non avete il pranzo al sacco) sarà: “e ora dove mangiamo?”. 

Bene, non allarmatevi, i monaci non vi faranno mancare niente. Giusto davanti all’uscita della stazione della Cremallera c’è una grande struttura che al suo interno presenta: una ristorante che si chiama il Buffet de Montserrat, dove appunto fanno da mangiare cose semplici a prezzi onesti, e un Bar Caffetteria per bere qualcosa di caldo o provare uno dei digestivi fatti nel Monastero.

Sempre all’interno di questo grande edificio potrete trovare un negozio che vende oggettistica religiosa e altri souvenir del Montserrat.


Come raggiungere Montserrat in un giorno da Barcellona

Montserrat è una meta perfetta per una gita in giornata da Barcellona. Dista infatti solamente 50 chilometri dalla città ed è raggiungibile comodamente sia in un’automobile che con i mezzi pubblici. 

Se opti invece per i mezzi pubblici, prendi il treno Ferrocarril Renfe, linea R5: dalla stazione di Barcellona Plaça Espanya ti porterà in un’ora circa fino a Monistrol de Montserrat. Da qui, prendi il suggestivo treno a cremagliera che in 15 minuti ti farà “salire” fino al Monastero!

La cremallera del Montserrat è un trenino che parte dalla fermata di Monistrol de Montserrat (dove vi lascia il treno che avrete preso da Plaça Espanya) e vi porta fino al Montserrat. Uscendo dalla piccola stazione della Cremallera potrete andare a visitare il monastero benedettino Santa Maria del Montserrat oppure iniziare una camminata in uno dei sentieri che circondano la montagna del Montserrat. In questo link potete consultare gli orari della Cremellera.

Nel sito ufficiale dei treni FGC (Ferrocarril de la Generalitat de Catalunya) potete consultare gli orari del treno per il Montserrat.

L’ente del turismo di Barcellona vende due tipologie di biglietti 

Il Il "Tot Montserrat" - 64,30 € - 

Con il Tot Montserrat potrai goderti un'esperienza Montserrat “tutto incluso”. Questa combinazione comprende il biglietto della metropolitana di Barcellona , ​​il biglietto del treno per Monistrol Enllaç , il biglietto del treno a cremagliera di Montserrat , il biglietto per la funicolare di Sant Joan e la funicolare di Santa Cova (quando è in funzione), l'ingresso all'Area Audiovisiva e l'accesso diretto, senza prenotazione anticipata, al Santuario di Montserrat e al Trono della Vergine , nonché l'ingresso al museo e il pranzo al ristorante a buffet Montserrat 

Il "Trans Montserrat" da € 44,70 -

La Trans Montserrat che comprende tutti i mezzi di trasporto per visitare la montagna. Questa combinazione comprende il biglietto della metropolitana di Barcellona , ​​il biglietto del treno per Monistrol Enllaç , il biglietto del treno a cremagliera di Montserrat , il biglietto per la funicolare di Sant Joan e la funicolare di Santa Cova (quando è in funzione), l'ingresso all'Area Audiovisiva e l'accesso diretto, senza prenotazione anticipata, al Santuario di Montserrat e al Trono della Vergine .


Cosa vedere a Montserrat

Montserrat è un luogo ideale per una gita in giornata da Barcellona. Qui potrai vivere diverse esperienze, tra cui la visita al Monastero Benedettino, al Museo che contiene dipinti di Picasso e Salvador Dalí, il coro dei Bambini, uno dei più antichi d’Europa. 

Ma anche cimentarti in escursioni che ti porteranno sul punto panoramico più alto della catena montuosa.



Il Monastero di Santa Maria di Montserrat

Il monastero risale al IX secolo e ha un altissimo valore religioso, poiché nelle sue grotte la Vergine Maria è apparsa ai fedeli. Questa oasi mistica di pace immersa nella natura incontaminata è uno dei luoghi più amati in Catalunya.

Secondo la leggenda, la prima immagine della Vergine venne scovata da alcuni bambini accudendo un gregge di pecore, dopo aver visto da lontano una luce sulla montagna. Il vescovo provò a far spostare la statua che divenne però troppo pesante per essere trasportata, così convennero nel costruire il monastero intorno alla Madonna.



Oggi sono numerosi i pellegrini che varcano la soglia di questo luogo sacro. La statua della Mare de Déu de Montserrat è una scultura lignea in arte romanica, con il volto dal colore scuro. Sapevi che ha inoltre un forte legame con l’Italia, e in particolare con la Sardegna? 

Una copia della statua è infatti venerata a Sassari, dove è patrona dei sarti.

Il monastero è composto dalla basilica, dove vivono i monaci e dalla zona destinata ad accogliere i visitatori con ristoranti, negozi e perfino un albergo. 

Non perderti la basilica a una sola navata e il chiostro ad opera dell’architetto modernista Josep Puig i Cadafalch, che si occupò anche del restauro del refettorio.


Ci sono circa un centinaio di monaci che risiedono nel monastero di Montserrat. Seguono l'Ordine di San Benedetto e sono collegati ad altri due monasteri: El Miracle e San Michele di Cuixa. La loro vita è dedicata alla preghiera e al lavoro.



La Madonna Nera, la Basilica di Montserrat

Questa statua in legno è conosciuta con molti nomi, come La Vergine di Montserrat, La Moreneta, Santa Maria di Montserrat e La Vergine Nera. Curiosità: l'intera Montserrat è stata costruita attorno al potenziale per adorare la Madonna Nera, situata all'interno della Basilica. 

Si ritiene che la statua sia stata scolpita da San Luca a Gerusalemme quando iniziò la religione. Nel 1844, Papa Leone XIII dichiarò la Madonna Nera patrona della Catalogna. 

Si dice che la statua possa conferire poteri curativi e compiere miracoli, che possono essere ottenuti toccando la mano esposta che non è tenuta dietro una lastra di vetro. Con una storia così intrigante, è facile consigliare una visita alla statua della Madonna Nera a Montserrat.



Il Museo del Monastero

Il Monastero di Montserrat ospita anche un prezioso Museo suddiviso in tre sezioni. La sezione preistorica mostra alcuni reperti trovati nella catena montuosa, a testimonianza di un luogo abitato fin dalle origini della civiltà. 

La sezione denominata “dell’Oriente Biblico”, che contiene materiale archeologico relativo alla Bibbia. E infine la Pinacoteca, una vera e propria perla che custodisce opere artistiche dal 1500 ad oggi. Tra cui opere di Picasso, Salvador Dalí e Caravaggio: non perdere il “San Girolamo in meditazione”.



Il coro e la Scuola di Canto di Montserrat

Oltre alla comunità monastica composta da oltre ottanta monaci, il Monastero ospita la Scuola di Canto di Montserrat, in catalano “Escolania de Montserrat”. 

L'Escolania de Montserrat è un coro liturgico il cui progetto musicale è incentrato sul servizio al Santuario di Montserrat . Allo stesso tempo è un centro di educazione cristiana e morale per i ragazzi che si esibiscono nel coro. 

Con sede nel cuore della Catalogna, ha fatto rivivere la tradizione secolare di una scuola benedettina le cui origini risalgono al XIII secolo, ed è una delle istituzioni più antiche del suo genere in Europa.


Esplora il Parco Naturale di Montserrat

Una delle zone più belle della Catalogna, la montagna di Montserrat è stata istituita come parco naturale nel 1987. Con numerosi villaggi, sentieri e mostre ovunque, c'è molto da visitare e da vedere quando si attraversa il parco. 

San Girolamo è il punto più alto della montagna, raggiungendo l'incredibile altezza di 4.055 piedi. Se soffri di vertigini, ti consigliamo di non guardare in basso da qui (non dire che non ti avevamo avvisato!). 

Grazie al suo clima mediterraneo, qui cresce una vasta gamma di piante e vegetazione, fino a 1250 specie. Si dice anche che Montserrat possieda una delle foreste di querce più belle della Catalogna. 

C'è anche una grande varietà di animali selvatici che vivono a Montserrat: sulla montagna si possono vedere rettili, uccelli, roditori, gatti, cinghiali, pipistrelli e capre selvatiche. C'è qualcosa anche per gli amanti degli animali e per i fotografi naturalisti!


Cosa fare a Montserrat: trekking ed escursioni

Per gli amanti della natura e del trekking Montserrat offre la possibilità di intraprendere escursioni attraverso sentieri e tornanti in cui godere di viste memorabili sull’intero territorio catalano. 

Esistono differenti tipologie di itinerari: l’escursione alla Cappella della Santa Cova, in cui i pastorelli videro la Santa Vergine e dalla quale si ha una vista meravigliosa del monastero. 

Oppure la passeggiata che porta fino alla Croce di Sant Miquel, da cui godere di uno spettacolo senza paragoni, fino alla camminata più impegnativa fino a Sant Jeroni. Scopri nel dettaglio le escursioni nel nostro articolo dedicato.

Un luogo incantevole a contatto diretto con la natura in cui potrai rigenerarti per poi ributtarti nella vita di ogni giorno, ma con una consapevolezza differente: quella di essere in pace con il mondo.



NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -