NOSY BE - MADAGASCAR - PUNTI SALIENTI PER ESCURSIONI - LE SPIAGGE PARADISIACHE -

L'isola di Nosy Be, di circa 325 km² (circa 60.000 abitanti), si trova a circa 10 km al largo della costa nord-occidentale del Madagascar.

 Nosy Be è l'isola principale di un arcipelago formato da una dozzina di piccole isole. 
È chiamata l'isola dei profumi per via dei suoi profumi di ylang ylang, zucchero di canna e spezie. 
È una terra di sogni e avventure e lì puoi praticare molte attività. 
Puoi anche goderti le spiagge paradisiache che costellano le coste.



Africa e Madagascar condividono Nosy-Be, se così si può dire, perché l'isola si trova nel Canale del Mozambico, al largo delle coste del continente, più precisamente del paese africano che porta lo stesso nome, ma vicino all'Isola Rossa. Cosa rende Nosy-Be l'isola più bella dell'Africa?

Nel nord-ovest del Madagascar, Nosy-Be ospita laghi vulcanici. La terra è fertile. Quanto è bello apprezzare la bellezza del tramonto sul Mont Passot! 

Gli animali endemici dai quali riconosciamo la Big Island sono presenti nella sua foresta originaria che è diventata la riserva di Lokobe. 
Questi sono i famosi lemuri, dispettosi ma pigri. Il profumo dell'ylang-ylang e dei prodotti locali sono il discorso dell'isola che, del resto, ha il suo passato da raccontare se sarete accompagnati da una guida durante le vostre visite all'antica distilleria di rum, ad esempio.

Nosy Be è il paradiso delle attività acquatiche . Da non dimenticare che questa isola ancora bellissima offre incredibili opportunità di snorkeling e immersioni e alcune foreste primarie con una grande fauna selvatica. Le immersioni sono l'attrazione principale dell'isola e c'è molto da fare per nuotare e andare in barca a vela per coloro che desiderano stare vicino alla superficie.

Quando ne avrai abbastanza dei paesaggi marini, scopri tu stesso i paesaggi ondulati dell'entroterra poco esplorato: come la brillante Réserve Naturelle Intégrale de Lokobe , l'isola ha piantagioni di cacao, ylang-ylang e vaniglia, laghi vulcanici e cascate, e chilometri di strade sterrate accessibili solo a piedi o in quad. 




Nel periodo da ottobre a marzo, a Nosy Be arriva circa una nave da crociera alla settimana. Le navi sono ancorate al largo della costa. I turisti vengono portati con tender ad Andoany (ca. 40.000 abitanti), il capoluogo dell'isola.

Numerosi operatori locali offrono escursioni al porto. Oltre ai tour intorno all'isola, le gite in barca verso alcune delle bellissime isole sono molto apprezzate dai turisti.

Le gite in barca possono però essere prenotate  sul posto solo in misura limitata, cioè solo se c'è ancora spazio disponibile sulla barca. A meno che non abbiate prenotato in anticipo una gita in barca via Internet, è consigliabile prendere uno dei primi tender in modo da poter ancora ottenere un posto libero su una delle barche.


Nosy Be contiene tante altre sorprese! L'isola è ricoperta da una fitta foresta cosparsa di laghi vulcanici e da una fauna e una flora eccezionali. L'arcipelago ha molte isole che sono molto facili da visitare. I più famosi sono Nosy Komba, Nosy Tanikely, Nosy Sakatia e Nosy Iranja.


Nosy Komba - l'isola dei lemuri

Molto apprezzate sono le gite in barca ai lemuri sull'isola di Nosy Komba , chiamata anche Nosy Ambariovato , a circa 10 km di distanza . Qui si possono acquistare anche ottimi prodotti di artigianato, compresi strumenti musicali, magliette, tovaglie e tessuti e stoffe colorate a prezzi ragionevoli.

Nosy Komba è adorata per le sue spiagge incontaminate e poco affollate e per le acque che si prestano magnificamente alle immersioni. 

L'isola è essenzialmente una montagna ricoperta da una fitta foresta tropicale dove il tempo sembra essersi fermato: non ci sono strade, solo sentieri, e gli abitanti vivono in tipiche costruzioni fatte di legno e foglie di palma. La vegetazione qui pullula di lemuri chiamati macachi (dal nome maki maki) che spuntano lungo i numerosi sentieri che conducono alla montagna. La particolarità dei lemuri di quest'isola è che il maschio è nero come la pece mentre la femmina ha una tonalità brunastra con gli occhi delineati di bianco.

Altra tappa obbligata è il borgo di Ampangorina , dove si possono trovare bellissimi esempi di arte e artigianato locale.




Nosy Tanikely - il parco nazionale

Si consigliano anche gite in barca all'isola disabitata di Nosy Tanikely, a poco meno di 10 km di distanza. L'isola si trova in un parco nazionale con una barriera corallina ben conservata dove si possono trovare molti pesci e tartarughe .



Nosy Iranya

Molto apprezzate sono anche le escursioni in motoscafo alle bellissime spiagge sabbiose dell'isola di Nosy Iranya , distante oltre 50 km . 

Nosy Iranja è composta da due isolotti più piccoli: Nosy Iranja Be e Nosy Iranja Kely. Quei lembi di terra sono collegati da una sottile distesa di sabbia lunga 2 km. Con la bassa marea potrete sfruttare appieno il luogo, ma attenzione alla marea crescente! 

Rimarrai deliziato dalla bellezza dei paesaggi, dall'acqua turchese che circonda la laguna che riflette la luce del sole e fa scintillare il mare. Questo luogo tranquillo delizierà coloro che cercano relax e un cambiamento di scenario. Avranno anche la possibilità di dedicarsi a tutte le attività acquatiche e terrestri che desiderano!


L'isola delle tartarughe

Rimarrai stupito dalla grande biodiversità dell'isola dove scoprirai una lussureggiante foresta tropicale oltre ad un'eccezionale fauna e flora marina e terrestre. Pertanto potrai vedere molte tartarughe marine che depongono le uova quando arriva la notte. Con un po’ di fortuna potrete assistere alla nascita di alcuni di loro.

LO SAPEVATE ?
La seconda isola è privata. È accessibile solo con la bassa marea e ospita l'unico albergo, dove potrete trascorrere una notte o due o semplicemente bere qualcosa. Se sei fortunato, lo staff dell'isola ti mostrerà il retro dell'isola, luogo di riproduzione delle tartarughe marine.


NOSY SAKATIA

Nosy Sakatia si trova non lontano da Nosy Be ed è conosciuta come l'Isola delle Orchidee. Trascorrere una giornata qui è un'esperienza indimenticabile con diverse tipologie di escursioni alla scoperta dei villaggi di pescatori, dove potrete assaggiare il cibo locale , le coltivazioni di vaniglia e caffè, e le orchidee per cui l'isola è famosa. 

L'isola è considerata una riserva naturale ed è protetta come tale dal governo del Madagascar. È un terreno peculiare, collinare di origine vulcanica che vanta un suolo ricco di minerali. Il giardino esotico ospita piante di ogni tipo e sulla montagna sacra Ambo Hibe vive il camaleonte più piccolo del mondo , lungo appena un centimetro.


ISOLA FANIH

Quest'isola è una sorta di atollo circondato da splendidi coralli e caratterizzato dalla solitudine della sua spiaggia, popolata solo dalla rarissima aquila pescatrice. 

I visitatori vengono sull'isola per ammirare la vita marina qui, tuffandosi a capofitto nelle acque cristalline. Ma l'isola è famosa anche per un altro motivo, che si ritiene abbia ispirato il famoso Robinson Crusoe dello scrittore Daniel Defoe. La popolazione locale considera questo luogo sacro.




ISOLA DI SANTA MARIA

Situata a nord-est del Madagascar, Sainte Marie è un paradiso tropicale lungo 60 km e largo 5 km. Antico covo di pirati, è caratterizzato da un'ampia vegetazione e da incredibili fondali marini.

La laguna dell'isola possiede importanti costruzioni coralline che le permettono di godere dello status di sito naturale protetto. 

Al riparo dagli squali, è anche un rifugio per le megattere che si riproducono durante la stagione degli amori. 

Le balene percorrono quasi 5.000 km fino al Madagascar, dove rimangono alcuni mesi per riprodursi (da giugno a settembre). Nell'estremo nord dell'isola si susseguono meravigliose piscine naturali che proteggono dalle forti onde dell'Oceano Indiano. Si raggiungono semplicemente in motorino ed è obbligatoria una guida.

L'Ile Sainte Marie ospita anche un'altra particolarità, uno degli unici cimiteri di pirati legittimi al mondo, che, situato in cima a una collina, conserva ancora lapidi fatiscenti con incisioni usurate che raccontano della loro presenza sull'isola. 

Per 100 anni, l'Ile St. Marie ha ospitato circa 1.000 pirati come rifugio e baia sicura per gli scali e per i pirati di ritorno con carichi pieni di tesori saccheggiati durante le spedizioni nelle Indie Orientali.





Oltre alle meraviglie naturali, bisogna riservare una giornata per visitare Hell Ville , la capitale e città più grande dell'isola. P

articolarmente degno di nota è il grande mercato coperto, Bazar Be, e assicuratevi di passeggiare accanto alle case in stile coloniale che fiancheggiano la strada principale della città. 
Per gli amanti dei lemuri consigliamo il Lemur Land Park, dove ad ogni angolo ci sono lemuri pronti a fissare i visitatori con i loro grandi occhi gialli.





NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -