PORT MAHON - MINORCA -INDICAZIONI E SUGGERIMENTI PER ESCURSIONI IN AUTONOMIA - GUIDA CITTA' CON MAPPA E PERCORSI -

Qui abbiamo raccolto informazioni per le escursioni a terra a Mahón.  

Il viaggio attraverso la baia è spettacolare. 
Quando si entra nell'estuario, la nave supera rocce ripide e apparentemente inespugnabili sul lato destro.
Se guardi da vicino, puoi vedere diverse postazioni con cannoni imponenti. Appartengono alla nascosta Fortaleza d'Isabel. 

Di fronte a questa fortezza si trova l'ex bastione di Sant Felip. 





A Mahón, le navi da crociera attraccano alla Estació Marítima, vicino alla strada Moll de Ponent. Bar, ristoranti e negozi fiancheggiano il Moll de Ponent. 
Oppure si fermano in rada e sei trasportato a terra in tender.

Per prima cosa, scesi dalla nave oppure dal tender,  seguite la strada per circa 250 metri. Poi, sulla destra, troverete un'ampia e lunga scalinata che sale in città. Il centro della città si trova su un altopiano roccioso sopra la baia di Mahón. 

Ed ecco la sorpresa, ora per raggiungere il centro non dovrete più salire i parecchi gradini (107 per l'esattezza). 
Dal 2021, è stato inaugurato l'ascensore a vetri panoramico -Ascensor Port de Maó che ti porta in centro, appena fuori dal mercato, è gratuito e funzionante 24 ore al giorno.

Mentre ti avvicini alla cima, guarda alla tua destra per vedere l'elegante facciata Art Nouveau di Casa Mercadel. 

Era una delle dimore di una nobile famiglia minorchina ed è stata costruita nel luogo di un antico castello che si affacciava sul porto, oggi sede di un centro culturale.

Arrivati in cima,  ci sono molti punti panoramici dove puoi bere qualcosa con vista sul porto. Alla tua immediata sinistra ci sono due enormi alberi con radici come un piede di elefante che sono un punto di riferimento ben noto.

Dal porto per il centro c'è anche l'autobus circolare o il Trenino, entrambi passano lungo il porto e portano in centro. 

Puoi esplorare Mahón facilmente a piedi, oppure c'è anche il Mahón Express, il trenino rosso che fa il giro della città e porta alle principali attrazioni. 

Dal porto ci sono anche taxi d'acqua e gite in barca che ti portano lungo l'insenatura di cinque chilometri del Port de Mahón fino al punto in cui incontra il Mediterraneo. 

Puoi acquistare il  biglietto al chiosco in fondo alla scalinata vicino al terminal crociere.


Minorca è la più piccola e tranquilla delle isole Baleari, un paradiso per gli amanti del lusso discreto. 

È un posto che non ama vantarsi troppo del suo fascino, ma è pieno di storia, moda e ottimo cibo.
Per coloro che amano i vecchi edifici tranquilli, lo shopping elegante e i pigri pranzi di pesce al porto, ecco alcune delle cose migliori da fare a Mahón, Minorca.

E' una città da esplorare a piedi, quindi ho progettato una passeggiata che potrete fare in completa autonomia. Può essere facilmente adattato a tuo piacimento, quindi sentiti libero di prenderlo solo come guida.

Troverai la mappa  con tutte le località trattate in questa guida, per pianificare al meglio il tuo tempo. Buona passeggiata!



Claustre del Carme – Sa Plaça (4)

In cima ci troviamo di fronte all'ex Claustre del Carme, il monastero carmelitano, che servì a tutti gli usi dopo essere stato costretto a chiudere nella prima metà dell'Ottocento. 

Tra l'altro, il magnifico edificio è utilizzato come mercato coperto. Il nome locale per questo è: Sa Plaça.

Qui troverai il Mercat de Pescados o mercato del pesce con tutto il delizioso pesce fresco in vendita fino alle 14:00 (chiuso domenica e lunedì).(5)

Passando davanti al pesce arriverai dall'altra parte del mercato con bancarelle che vendono tapas, snack e bevande. Se siete pronti per una pausa di metà mattinata, questo è il posto giusto per prendere un drink e uno spuntino, seduti a uno degli sgabelli all'interno o ai tavolini all'aperto nel cortile. 


Piccole botteghe si sono trasferite sotto i portici del chiostro. Vendono cibo, tessuti, fiori e bigiotteria. Naturalmente, ci sono anche offerte gastronomiche. 

L'ampio cortile interno centrale è utilizzato per concerti all'aperto o proiezioni cinematografiche. 

I piani superiori sono adibiti a scopi culturali. 
Un conservatorio di musica, la biblioteca Rubié Tuduri e il museo Hernández Mora sono solo alcuni esempi.


La vicina chiesa del monastero, l'Església del Carme, è  la chiesa più grande di Mahon. (6)

Di fronte alla chiesa, la cui facciata è incompiuta, c'è un'imponente scultura sulla Plaça del Carme. Mostra tre cavalli impennati. 

L'artista svizzero Nag Arnoldi ha creato l'opera d'arte chiamata "Tre Cavalli" e l'ha donata alla città nel 2015. Il pittore e scultore ha trascorso parte dell'anno a Minorca per più di vent'anni.


Parco dell'Es Freginal(7)

Attraversate la strada pedonale Carrer S'Arravaleta fiancheggiata da negozi. La strada diventa Carrer d'en Deià. 

Vedrai l'ingresso al parco Es Freginal, che si trova al centro della città e offre angoli tranquilli e ombreggiati oltre che un parco giochi per bambini. Un palco è utilizzato per eventi musicali.


Teatre Principal de Maó (8)

Dopo aver visitato il parco il posto più alla moda di Mahón è il Teatre Principal de Maó. 

Per vederlo, torniamo a Carrer d'en Deià. Dopo altri 200 metri siamo davanti al teatro multigenere. 

Fu inaugurato il 15 dicembre 1829. All'interno è decorato con toni rossi e dorati, offre un numero sorprendente di posti a sedere in platea e nelle gradinate. 

La scultura in bronzo alta tre metri posta davanti al Teatro Principal rappresenta la musa Talia, protettrice di tutti i luoghi del teatro.



Plaça de S'Esplanada (9)

La nostra prossima destinazione è la Plaça de S'Esplanada. Lungo la strada attraversiamo la tranquilla via Es Cós de Gràcia e diamo una rapida occhiata alla chiesa di Sant Josep de Maó. 

Due volte alla settimana il mercato si tiene in piazza dalle 7:00 alle 24:00. Tessili, scarpe, artigianato e bigiotteria sono i principali articoli.




Ajuntament de Maó – “Sa Sala” (10)

L'ex porta della città e il municipio rappresentativo di Mahón sono vicini. 
L'Ayuntamiento si trova in Plaça de la Constitución. 

La costruzione iniziò nel 1613. Sotto il dominio inglese e successivamente francese, l'edificio subì una serie di modifiche. La città deve l'orologio della torre al primo governatore inglese.


Nella piazza c'è un bar chiamato Boinder, dal termine minorchino per i bovindi sporgenti che vedrai in molte delle case più antiche della città. 

Sono un'eredità degli inglesi, insieme a finestre a ghigliottina, serrature e battenti in ottone lucidato a specchio.


Da qui segui Carrer Isabel II che corre parallela al porto e fai attenzione agli stretti passaggi tra le case che conducono ai punti panoramici sul porto. 

Ce ne sono tre che ho trovato, l'ultimo è alla fine della strada dove raggiungerai il Museo di Minorca.

Museo di Minorca (13)

Il Museo dell'Isola di Minorca si trova in Avenida del Doctor Guardia. 
Mezzo chilometro separa la sede del museo e la Plaça de S'Esplanada. 
Per arrivare al museo, percorriamo strade silenziose e tranquille. 

Il museo risiede in un ex convento francescano del XVII secolo. I monasteri furono sciolti con la forza a Minorca nel XIX secolo. 
Tuttavia, la vicina chiesa del monastero di San Francesco continua a servire come luogo di culto.

Il museo è sotto il governo della Regione Autonoma delle Isole Baleari. L'arco temporale degli oggetti va dalla preistoria al presente più recente. Gli oggetti riflettono la storia e la cultura dell'isola.




Sulla destra salendo Carrer Isabel II si trova l'imponente Residenza del Governatore. 

Fu adottato dal governatore britannico Richard Kane nel 1722 quando spostò la capitale dell'isola da Ciutadella a Mahón.

Sebbene Ciutadella fosse stata l'antica capitale dell'isola, Kane trovò troppo scomodo viaggiare avanti e indietro da un'estremità all'altra dell'isola, poiché la flotta inglese aveva base a Mahon. 




Dall’esterno si può ammirare la piccola piazza che conserva i tratti tipici dell’architettura originale: cortile al piano terra, in cui ancor oggi sono presenti i contrafforti della fortezza primordiale, e una galleria al primo piano, che rappresenta il corridoio che da accesso a tutte le dépendance interne. 

Ora è la sede del Governo Militare dell’isola di Minorca.


Dal municipio, un'altra strada interessante da esplorare è Carrer de Sant Roc (15)

Alcune delle case più antiche erano di proprietà delle famiglie nobili di Minorca, conducendo alla porta di Sant Roc che un tempo faceva parte delle mura della città.

Nel XIV secolo fu necessario costruire una cinta muraria alta otto metri per proteggersi dagli attacchi dei pirati. Le mura cittadine richiedevano porte sicure. Uno di questi è il Pont de Sant Roc, noto anche come El Portal de Sant Roc. Sant Roc è costituito da due torri quadrate di diverse altezze. Un edificio centrale collega le due torri.

Le bande metalliche sul terreno vicino alla torre segnano la linea dove un tempo sorgevano le mura della città. 

Il cancello si affaccia su una piacevole piazza, Plaça Bastio, con le terrazze dei caffè e un parco giochi per bambini al centro, quindi se hai bambini potrai sederti con un drink e guardarli giocare allegramente (almeno questa è la teoria).





Chiesa di Santa Maria (17)

La chiesa gotica di Santa Maria è attigua al municipio. Il loro stile architettonico suggerisce un'età superiore. La chiesa, infatti, fu costruita tra il 1748 e il 1771. Esternamente si presenta senza alcuno sfarzo. 

Ciò che manca all'esterno, l'interno compensa. La navata ha una volta a vela decorativa e diverse cappelle laterali. L'elemento più bello e importante è l'organo. Possiede più di 3.600 pipe e quattro manuali. La sua altezza è stimata in 15 metri. La larghezza misura nove metri. I concerti d'organo si tengono tutti i giorni alle 11:00 da maggio a ottobre.




Il nostro tour di Mahón da soli termina alla Chiesa di Nostra Signora. 

Abbiamo visto le attrazioni più importanti della città. D'ora in poi potremo rilassarci con una passeggiata tra i negozi e un bicchiere di vino. 



CA'N OLIVER A MAHON – UNA DIMORA STORICA A MINORCA 

Se ti piace visitare le dimore storiche, fai una visita al Centre d'Art I d'Historia Hernandez Sanz a Ca n'Oliver, un palazzo appartenuto a una delle famiglie più potenti di Mahon nel XVIII e XIX secolo. 

Questa splendida casa ora ospita la collezione di opere d'arte di Hernandez Sanz che sono esposte su diversi piani intorno alla scala in ferro battuto decorata con un affresco dipinto per impressionarti nella hall.

I dipinti, le mappe e le esposizioni forniscono informazioni sull'eredità britannica a Minorca e sulla famiglia Oliver che ha fatto soldi come mercanti nel Mediterraneo e ha fornito l'esercito a Mahón. Mi sono piaciuti particolarmente i soffitti dipinti con scene religiose e classiche in molte stanze, progettati per mostrare la ricchezza e il gusto della famiglia che viveva qui.




UN PIACEVOLE PRANZO AL PORTO DI MAHON

Verso l'1.30 i negozi ei musei cominceranno a chiudere, quindi è ora di trovare un posto dove pranzare tranquillamente. 

Ovviamente ci sono molti bar e caffetterie nella città vecchia, ma un'ottima alternativa è quella di tornare a piedi nella zona del porto principale dove troverai una serie di bar e ristoranti che si affacciano sul porto turistico.

Accomodati a un tavolo con vista sul porto, così puoi guardare la gente da dietro i tuoi occhiali da sole firmati e guardare alcune di quelle barche costose. 

La maggior parte dei ristoranti offre un menù fisso a buon prezzo all'ora di pranzo che include 3 portate, vino e pane con opzioni sia di pesce che di carne.




MAHON SHOPPING

Una volta che i negozi apriranno più tardi nel pomeriggio, potrebbe essere il momento di fare acquisti di souvenir lungo la principale via dello shopping di Carrer Hannover.

I sandali Avarca che vedrai in quasi tutti i negozi erano originariamente realizzati con suole di vecchi pneumatici ma ora sono un articolo di alta moda con molte varianti scintillanti e colorate. Cerca anche Pretty Ballerinas, un marchio di alta moda che ha sede sull'isola: il loro negozio principale si trova nella zona del porto.



PROVA IL FORMAGGIO MAHÓN-MINORCA

Non puoi tornare a casa senza aver provato il tradizionale formaggio Mahón-Minorca. Ha una denominazione protetta, quindi può essere prodotto solo con latte dell'isola. Il gusto varia a seconda della stagionatura del formaggio e riconosci i formaggi artigianali dalle rughe fatte dai panni in cui sono avvolti.

In giro per la città ci sono parecchi negozi che ti faranno assaggiare prima di comprare. Uno dei migliori è Autentic , un negozio di gastronomia in Plaça de s'Esplanada che ha una buona gamma di formaggi, salsicce e altri prodotti di Minorca come miele e liquori aromatizzati.




PROVA IL GIN MAHON DA XORIGUER

Ad un certo punto della giornata vorrai assaggiare un po' del gin locale che è stata un'altra felice introduzione britannica. In passato c'erano molte distillerie a Minorca per soddisfare i marinai, ma ora rimane solo Xoriguer .

Hanno diversi negozi in città, ma un buon posto per provare il loro gin è nella distilleria principale di fronte al porto vicino al terminal crociere. Attraverso le finestre di vetro puoi vedere gli alambicchi in funzione e sei libero di assaggiare una gamma dei diversi gin e liquori aromatizzati che producono e vendono qui.


Fortezza La Mola

Imponente fortezza militare costruita nel XIX secolo da Isabella II per difendere il porto di Mahón.

Questa è senza dubbio una tappa obbligata a Minorca , la Fortezza di La Mola, costruita nel XIX secolo da Isabel II all'ingresso del Porto di Mahón , è una delle fortezze militari più grandi e meglio conservate d'Europa.

La fortezza offre viste panoramiche eccezionali sul porto di Mahón e sull'intera costa.

Orario: Da giugno a settembre: dalle 10:00. alle 20:00
Da ottobre ad aprile dalle 10:00 alle 14
Prezzo: Adulti: € 8,00 – Bambini fino a 6 anni: Gratis

Taxi acqueo: all'interno della visita alla Fortaleza de la Mola c'è la possibilità di visitare nello stesso giorno Fort Malborough , costruito dal governo britannico nel 18° secolo e situato proprio dall'altra parte del porto.
 
È una visita complementare che viene effettuata attraverso un piccolo giro in barca dall'altra parte del porto.
Taxi acqueo: Tel. 616 428 891 – 



Le Spiagge

Minorca vanta oltre 200 chilometri di costa, infatti è possibile trovare più di 70 spiagge diverse: a sud c’è la sabbia fine e bianca con acqua profonda, a nord scogliere e calette più piccole.

Nel 90% dei casi, per raggiungerle è necessario prendere un'auto a noleggio (e se vi è la possibilità anche una barca).






Playa Sa Mesquida

A pochi km da Mahon, si trova questa graziosa spiaggia, molto accogliente soprattutto in settimnaa e nei periodi di bassa stagione in cui si può godere della bellezza del luogo. 

Dimenticate strutture turistiche, ombrelloni e lettini. 

Godetevi il paesaggio, il paesino sullo sfondo e la spiaggia divisa in tre dalle rocce (ultima parte presidiata da naturisti).
Due furgoncini arrivano a metà mattina portando l'uni bevande e gelati, l'altro rolls e granizados.

La distanza tra Mahón e Sa Mesquida è 3 km. La soluzione migliore per arrivare da Mahón a Sa Mesquida è il taxi, il viaggio dura 9 minuti. 


Playa de Es Grau 

La miglior spiaggia per famiglie di Minorca nonché la più grande del parco naturale di s’Albufera des Grau è Playa de Es Grau, nell’omonimo villaggio di pescatori a soli 7 km da Mahón. 

Di sabbia fina e fondali poco profondi, facilmente raggiungibile in auto o con i mezzi pubblici, è perfetta per famiglie con bambini piccoli, che potranno giocare e nuotare in totale sicurezza, ma è talmente grande che se volete trovare un angolino più tranquillo vi basterà spostarvi un po’. 


Cala Coves

La spiaggia più singolare di Minorca è Cala Coves, una doppia baia raggiungibile solo a piedi che nasconde un'antica necropoli scavata nella roccia. 

Oltre 2 mila anni fa gli abitanti di Minorca hanno scavato in diversi punti la costa meridionale per trovare riparo.  

Raggiungibile con una camminata di 40 minuti, l’insenatura ospita la necropoli più grande dell’isola con più di 90 loculi scavati dall’uomo nella roccia. 

La doppia baia è racchiusa da pendii e solo a livello del mare è possibile scorgere le caverne tombali. Gli scavi hanno riportato alla luce scheletri, ceramiche, utensili oltre ad oggetti in bronzo, ferro e legno, materiali diversi tra loro ad indicare le diverse epoche di sepoltura. 


Arenal d’en Castell

Con una bella spiaggia sabbiosa e numerosi servizi, Arenal d'en Castell è la scelta ideale per chi vuole un mix di bellezze paesaggistiche e comodità. 

a spiaggia di Arenal è una delle più belle di Minorca ed è particolarmente adatta alle famiglie con bambini grazie alla sua sabbia dorata finissima e al suo arenale che scende con dolcezza in acque cristalline. 

Molto gettonata anche per le coppie che vogliano scoprire le spiagge vergini della costa nord. Questa spiaggia appartiene a una baia più grande, circondata da Punta Codolada e Taronger. 

La località di Arenal d’en Castell dispone di un piccolo centro commerciale. A pochi minuti di distanza a piedi si trovano altri ristoranti tra cui un elegante cocktail bar e un ristorante con vista sulla baia, un pub gastronomico che serve cucina britannica con un tocco mediterraneo, un bar irlandese e una pizzeria. 




Faro de Favaritx

Situato a poco più di 17 chilometri dalla capitale dell'isola, Maó (Mahón), nell'estremo nord-est dell'isola, troviamo lo spettacolare Faro di Favaritx costruito nel 1922 in un ambiente inospitale e solitario nel nord-est dell'isola.

Da lontano possiamo vedere come svetta la sua alta torre bianca e nera alta 29 m , che insieme ad un ambiente selvaggio e scosceso, formano uno dei fari più visitati dell'isola .

Dal sentiero di Son Camamil la si possono raggiungere due spiagge di insolita bellezza: una è Cala Presili e l'altra Cala Tortuga , sono spiagge curiose per avere sabbia molto scura a Cala Presili e ghiaia nella seconda, entrambe belle e non molto visitate.


Il Faro di Favàritx si trova a 17 km dalla città di Mahón . 

Per arrivarci dobbiamo prendere la strada Fornells che parte dal porto di Mahón , dopo circa 8,5 km troveremo, sulla destra, la strada che ci porta al faro di Favàritx . Sia da Es Mercadal che da Fornells , c'è una distanza di circa 26 km. 

Troveremo la strada che va a Mahón tra queste due città. Dobbiamo seguirla per 12,5 km fino a trovare sulla sinistra la strada Favàritx . 

Lungo il percorso si attraversa il parco naturale dell'Albufera des Grau, la più grande zona umida di Minorca.



NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -