AKUREYRI - UNA ESCURSIONE A HVERIR - L'AREA GEOTERMICA IN ISLANDA

Se uno degli scali della vostra crociera, alla scoperta dell'Islanda, sarà  Akureyri, sicuramente vi verrà proposta un'escursione che comprende Goðafoss, al lago Mývatn e a
Hverir che è una delle aree geotermiche più attive di tutta l'Islanda. 

Vi consiglierei, nonostante il costo un pochino elevato, di non perderla !!

Námafjall è un'area geotermica situata a est del Lago Myvatn, che sembra un misto di un paesaggio alieno e dell'Inferno dell'Inferno di Dante . 

Situata alla base di un'imponente montagna vulcanica, questo sito presenta una vasta collezione di conche di fango bollente e sorgenti di vapore chiamate fumarole, che sono aperture nel terreno che emettono gas sulfurei. 

Oltre alle fumarole e alle conche di fango, luminose schiere di depositi minerali colorati adornano il terreno intorno all'area. 

Quindi, anche se il sito è privo di piante, la terra sembra brulicare di una vivacità che anche i licheni e i muschi più appariscenti sarebbero difficili da eguagliare. 

Chiamata anche Hverir, l'area geotermica si trova appena ad est del lago Myvatn e del villaggio di Reykjahlíð. Il sito è fuori dalla Route 1 alias Ring Road. 

C'è un ampio parcheggio e vari sentieri attraverso il paesaggio. Puoi anche fare un'escursione sul monte Namafjall nelle vicinanze.

Hverir Iceland è uno dei siti più strani dell'isola, dove ti senti connesso al potere del pianeta ed  è un magnifico esempio di quanto possano essere strani e "soprannaturali" i paesaggi naturali del nostro pianeta.



Nonostante l'intenso odore di zolfo, la sua curiosa attività geotermica invita i visitatori a passeggiare lungo i sentieri di Hverir e ad ammirare le meraviglie naturali della Terra.

A causa delle alte temperature del sottosuolo di Hverir, è molto importante non abbandonare i sentieri segnalati, sia per preservare i paesaggi impressionanti sia per evitare di scottarsi dal vapore delle fumarole o di mettere il piede in una palude ribollente!


Quello che rende Hverir così speciale, oltre ad essere uno spettacolo piuttosto insolito per noi, sono i colori.

Si passa dall’azzurro del cielo al marrone della terra con molte sfumature ocra che contrastano con il grigio argenteo del fango interno alle pozze ed alle fumarole. Avvicinandoci ai crateri più grandi si può sentire persino il terreno più caldo sotto ai nostri piedi attraverso la suola delle scarpe.

Alcune crepe impressionanti sono ovunque sul terreno creando interessanti effetti fotografici.



Piscine di fango di Hverir

Dal parcheggio puoi raggiungere a piedi la piattaforma panoramica o le pozze di fango. Sono abbastanza grandi e molto attivi.

Una delle grandi cose da fare nelle aree geotermiche è fotografare da vicino alcune delle caratteristiche. Soprattutto le pozze di fango che, a volte, creano forme pazze: come un cuore... (ottimo tempismo, non credi?)




Escursione di Namafjall

Intorno all'area c'è un piccolo sentiero escursionistico fino al passo Námaskarð e al monte Námafjall, che ritorna all'autostrada e al parcheggio.

Nel 1969 è stata costruita una centrale geotermica a ovest dell'area di Námafjall. L'impianto attualmente produce 3 MW di energia geotermica.

Sono state sollevate preoccupazioni sui piani attuali per espandere l'impianto a 90 MW. In particolare, ci sono state preoccupazioni per quanto riguarda l'effetto della pianta sul delicato ecosistema del lago Mývatn . 

Il capo di una ONG ambientale ha recentemente chiesto una nuova valutazione di impatto ambientale sui piani e la questione continua a essere dibattuta.

Namafjall si trova all'interno dell'area geotermica di Myvatn.

il viaggio in pullman è bellissimo. La roccia bianca che si vede quando si raggiunge la vetta è lava secca! 

Imparare la storia della zona è a dir poco straordinario. Puoi avvicinarti ai pozzi di fango bollente, ma non è tanto raccomandato in quanto l'odore solforico è estremamente forte,  è quasi da togliere il fiato 



NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -