LANZAROTE - CANARIE - IL PORTO DI ARRECIFE - PUNTI SALIENTI PER ESCURSIONI A TERRA IN AUTONOMIA - LE SPIAGGE

Qui abbiamo raccolto informazioni per escursioni a terra a Lanzarote in autonomia. La quarta isola più grande delle Isole Canarie è incorniciata dalle vicine isole di Fuerteventura a sud e La Graciosa a nord.






Lanzarote è conosciuta per il suo paesaggio vulcanico unico con impressionanti crateri, campi di lava e formazioni di roccia vulcanica. Il Parco Nazionale di Timanfaya con le sue Montagne di Fuoco è l'attrazione più famosa dell'isola. 

Ma Lanzarote è conosciuta anche per le opere dell'artista Cesar Manrique, che ha avuto una forte influenza sull'architettura e sulla preservazione dell'ambiente naturale. L'intera isola di Lanzarote è stata riconosciuta dall'UNESCO come riserva della biosfera per proteggere il suo ambiente e la sua cultura unici.


Ci sono 2 punti di attracco per le navi da crociera nel porto di Arrecife: Muelle de los Mármoles e La Boca de Puerto Naos. 

Sul sito web del porto di Puerto de Las Palmas (che comprende anche il porto di Arrecife) solitamente si possono trovare informazioni sull'ormeggio della propria nave da crociera.

Molo crociere Muelle de los Mármoles
Il centro della città di Arrecife si trova a circa 4 km da questo molo crociere. 

Al molo troverete un piccolo terminal con punto informazioni turistiche, taxi e autonoleggi (Cicar, Avis e Hertz). La maggior parte delle navi da crociera fornirà un servizio navetta per portarti al centro città. 
I taxi da questo molo al centro città costeranno circa 10 euro a taxi. 

Potete in ogni caso raggiungere il centro anche a piedi.
E' stato creato un sentiero per offrire ai passeggeri delle crociere un modo sicuro di raggiungere la capitale di Lanzarote. 

Inizia al Puerto de Los Mármoles, c'è un cancello nella recinzione blu vicino al porto, che è aperto quando le navi da crociera sono in attracco. 

Il sentiero si snoda fino al Castillo de San José. 
Proseguendo lungo il sentiero verso il porto peschereccio di Puerto Naos arriverete in Calle Leon y Castillo - la via principale di Arrecife. ( Qui puoi vedere la mappa )

Arrivando a Muelle de los Marmoles, c'è una fermata dell'autobus a destra della rotatoria. 
Gli autobus 1, 3 e 25 vanno a Costa Teguise - Ci sono alcune bellissime spiagge a Costa Teguise e una lunga passeggiata con ristoranti e negozi. 

Molo crociere La Boca de Puerto Naos - Marina di Lanzarote -
Questo è l'altro molo crocieristico di Lanzarote. La darsena dista circa 1 km dal centro cittadino.
Al molo troverete numerosi taxi. Dovrebbe esserci anche un servizio navetta per raggiungere il centro città. 

Da qui è facile e piacevole raggiungere a piedi il centro di Arrecife in soli 13 minuti, devi solo attraversare il nuovo porto turistico e dopo neanche 1 km raggiungerai il centro di Arrecife.  
Lungo il percorso nel porto turistico si trovano negozi, ristoranti e bancarelle che rendono divertente la passeggiata. ( Qui la mappa percorso)

Autobus pubblici
Sull’isola esiste una rete di autobus pubblici ben sviluppata. Puoi trovare informazioni sugli orari  sul sito web della compagnia di autobus

La stazione centrale degli autobus si trova in Calle Rambla Medular ed è purtroppo relativamente lontana dai due porti. 
Tuttavia, poco lontano da  Muelle de los Marmoles c’è la fermata dell’autobus “Los Marmoles Ida”. 270 metri - Qui puoi visionare la mappa
Gli autobus per Costa Teguise, ad esempio, si fermano qui e dista solo circa sei chilometri.

Puoi camminare dal porto delle crociere al centro commerciale Open Mall, il più grande centro commerciale di Lanzarote. ( 2,6 km dal molo attracco di Muelle de los Marmoles.

La principale via dello shopping è pedonale e conosciuta come Leon y Castillo, i negozi qui sono aperti principalmente al mattino e alla sera, osservando la tradizione spagnola della siesta. 

Il trucco sta nell'esplorare le strade laterali che conducono a questa, per trovare boutique più piccole e negozi interessanti. Il sabato mattina si tiene il mercato di strada, le bancarelle del mercato contadino si trovano in Plaza de las Palmas, vicino alla chiesa.

La baia di Charco de San Ginés è il centro storico della città e una delle bellezze naturali più straordinarie del mondo. Come indica il nome, si tratta di uno specchio d'acqua di mare che entra in città, formando una straordinaria e bellissima laguna naturale circondata da bianche case di pescatori. 

La Playa del Reducto ha una bella sabbia dorata, con palme e lettini. È situata su una barriera corallina, quindi può essere un po' difficile entrare in acqua con la bassa marea. 
La torre sullo sfondo è l'Arrecife Gran Hotel 5*, prendi l'ascensore fino al 17° piano del loro bar e ristorante per goderti una vista panoramica, questo è l'edificio più alto di Lanzarote.


Ad Arrecife c'è un trenino turistico rosso che attraversa la piccola capitale su due percorsi. Entrambi i percorsi impiegano 45 minuti. Gli adulti pagano 12 euro. Puoi scendere a una qualsiasi delle 16 fermate e proseguire con il treno successivo.

Auto a noleggio
Puoi esplorare Lanzarote da solo con un'auto a noleggio. Le strade sono ben sviluppate e segnalate. 
Al Muelle de los Marmoles, Cicar ha un ufficio sul molo. Se ti trovi sul nuovo Muelle de Cruceros Naos, troverai alcuni container a noleggio (Cicar e TopCar Hire) sul molo. 
Cicar ha anche un ufficio presso il centro informazioni turistiche della marina. Questo è a circa 350 metri dalla nave da crociera.

Il Parco Nazionale di Timanfaya è probabilmente l'attrazione più visitata per le escursioni a terra da soli a Lanzarote. Inoltre, Playa del Carmen è il centro turistico più importante dell'isola. 

Per agevolare la tua esplorazione in autonomia, in fondo all'articolo troverai una mappa delle migliori attrazioni da vedere in città e tutti i luoghi citati in questa guida.

Dovrai semplicemente aprire la Google Maps allegata per seguire l'itinerario che ti permetterà di scoprire a piedi i principali siti turistici della città. 
Puoi anche scaricare la mappa in anticipo in modo da poterla utilizzare offline.




La capitale Arrecife

La capitale dell'isola può essere esplorata anche in due ore con un'escursione a terra. 
Arrecife non è una città turistica, ma ci sono comunque degli angoli carini. 
Ciò include, ad esempio, la laguna del Charco de San Gines con le vecchie case dei pescatori sul lato nord. 

Qui puoi sederti su una panchina e guardare i pescherecci che ondeggiano nella laguna. Una bella opportunità fotografica. Al Charco de San Gines ci sono anche alcuni ristoranti con bellissime terrazze all'aperto. Mercato il mercoledì e il giovedì. La laguna è proprio accanto alla fermata del bus navetta.

Il Castillo de San Gabriel su un'isola al largo offre anche bellissime opportunità fotografiche. Puoi raggiungere la fortezza su una strada rialzata con i piedi asciutti. Attenzione al mare mosso! 

Poi le onde a volte battono sorprendentemente contro il muro! C'è un bel museo nel Castillo. Dal tetto dell'antica fortezza si ha una splendida vista della città e del porto.

Calle Leon y Castillo è la strada pedonale della città. Alcuni negozi risalgono al 1900. 

Sembrano un po' datati ma sono molto belli da vedere. botteghe mercantili che conservano ancora al loro interno balconi in legno, attraverso i quali si accede agli scaffali e agli armadi superiori. Un edificio antico molto bello nella zona pedonale è La Casa Amarilla.



Ci sono non uno ma due castelli ad Arrecife ed entrambi sono aperti ai visitatori. 

Il Castillo de San José si trova di fronte a Puerto Naos, questo è il Museo Internazionale di Arte Contemporanea (MIAC). 
Il Castillo de Gabriel è situato su un'isola, collegata dal caratteristico ponte Puente de Las Bolas e sede del Museo di Storia di Arrecife .



Arrecife ha 3 parchi situati lungo la zona del lungomare.

Il Parque José Ramirez Cerdá si trova dove si trova l'iconico Quisco de la Música, con vista sul Castillo de San Gabriel. C'è un'area giochi per bambini e un bar, nonché panchine per sedersi e osservare il mondo che passa.

Parque Islas Canarias è situato tra l'Arrecife Gran Hotel e il Casino Club Náutico, questo era lo spazio centrale della città utilizzato per eventi culturali, l'attenzione si è spostata principalmente nello spazio più ampio del Recinto Ferial. Ci sono terrazze in legno, piante e alcune sculture. L'isola di fronte è l'Islote de Fermina, attualmente chiusa al pubblico.

Il parco e spazio verde più grande della capitale è il Parque Temático che dispone di uno skateboard park, un'area giochi per bambini, attrezzature sportive, sculture e giardini.



Timanfaya e Yaiza – Le Montagne di Fuoco

Il Parque Nacional de Timanfaya è probabilmente lo spettacolo più famoso per le escursioni a terra a Lanzarote. 

Il paesaggio del parco nazionale con le sue montagne di fuoco è il risultato delle devastanti eruzioni vulcaniche degli anni 1730-1736. 

Puoi esplorare il parco nazionale come parte di un'escursione a terra organizzata o affrontarlo da solo con un'auto a noleggio. Se vieni con un'auto a noleggio, devi aspettarti determinati tempi di attesa all'ingresso a pagamento del parco nazionale.

Ai margini del parco nazionale si trova il centro visitatori Centro de Visitantes e Interpretación. Si trova sulla strada LZ-67 vicino alla città di Mancha Blanca. 

Qui c'è anche un ampio parcheggio. Se vuoi, puoi ottenere informazioni gratuitamente presso il centro del parco nazionale. Ad esempio, c'è una mostra e un programma audiovisivo in diverse lingue.

L'ingresso al parco nazionale costa 12 euro (6 euro per i bambini). Dopo aver pagato il biglietto d'ingresso, puoi guidare la tua auto a noleggio nel parco nazionale e parcheggiare presso il centro visitatori dell'Islote de Hilario. 

La carne per il ristorante El Diabolo tutto in vetro viene grigliata qui utilizzando il calore geotermico. Ci sono anche varie dimostrazioni geotermiche. 

I ranger versano l'acqua nei buchi nel terreno, che poi immediatamente si alza di nuovo come una fontana sibilante. 

Il biglietto d'ingresso al parco nazionale comprende anche un interessante tour in autobus (40 minuti) lungo il percorso del vulcano. Non dovresti perderlo.



Los Hervideros e Charco del Clico

Ai margini del Parco Nazionale di Timanfaya e nell'estremo sud-ovest dell'isola ci sono altre due attrazioni naturali. 

A Los Hervideros, le onde si infrangono sulla fragile roccia lavica, che è piena di grotte. Una visita con l'alta marea è quindi particolarmente suggestiva, quando le onde sono particolarmente alte. Uno spettacolo impressionante.

A sole tre miglia a nord di Los Hervideros si trova il verde lago Charco del Clico appena a sud di El Golfo. La laguna verde brillante è opera delle alghe e si trova tra le scogliere e la spiaggia nera di Playa de los Ciclos. 


La Ciudad estratificada

La Ciudad estratificada, queste sono formazioni rocciose molto particolari. Hai quasi la sensazione di essere su un pianeta alieno. 



Giardino dei cactus- Jardin de Cactus

Il giardino dei cactus Jardin de Cactus è stato inaugurato nel 1990 ed è l'ultimo grande progetto di Cesar Manrique, che ha utilizzato l'area di una cava abbandonata e ha disposto il giardino a terrazze. 4.500 cactus di 450 specie diverse di 13 generi provenienti dai cinque continenti sono di casa qui. Un vecchio mulino restaurato si inserisce armoniosamente nel quadro.

Il Jardin de Cactus si trova a nord della città di Guatiza, sulla costa orientale di Lanzarote. L'ingresso è di 6,50 euro. C'è una bella caffetteria e un negozio di souvenir.


Jameos del Agua

Il sito artistico e culturale Los Jameos del Agua è stato inaugurato nel 1966 ed è stato il primo grande progetto di Cesar Manrique. 

Oggi è uno dei luoghi più famosi di Lanzarote. Jameos del Agua si trova vicino alla Cueva de los Verdes, sulla costa nord-orientale di Lanzarote. 

Entrambe le attrazioni utilizzano un tubo di lava unico creato dalle eruzioni del vulcano La Corona migliaia di anni fa. Jameo è un'antica parola delle Canarie e significa qualcosa come cavità.

La struttura è costituita dal tubo di lava con un lago naturale. Qui vivono granchi albini che altrimenti si trovano solo nelle profondità marine. 

Il lago è alimentato dall'acqua di mare, anche se non esiste un collegamento diretto. L'acqua filtra attraverso la roccia lavica. 

C'è anche una sala concerti, un museo e un giardino con una piscina turchese. Volendo si può mangiare in un ristorante affacciato sul lago. L'ingresso è di 10 euro.


Cueva de los Verdes

La Cueva de los Verdes è un tubo di lava lungo sette chilometri che si è formato durante un'eruzione vulcanica migliaia di anni fa. In passato, la gente del posto usava i tubi come nascondiglio dai pirati. 

La Cueva de los Verdes è aperta ai visitatori dal 1964. Un amico di Cesar Manrique ha creato un'atmosfera speciale con la sua sofisticata illuminazione indiretta. Questo è sottolineato dalla musica. Ci sono anche concerti nel tubo di lava.


Mirador del Río

La parola Mirador sta per punto di osservazione su tutte le Isole Canarie. Il Mirador del Rio si trova a nord di Lanzarote sulle scogliere ed è la destinazione della strada LZ-202. 

Da questa altezza si ha una splendida vista dell'isola di La Graciosa. Oltre alla splendida vista, vale la pena vedere il Mirador del Rio anche per la sua architettura. 

Un'opera di Cesar Manrique, ovviamente, e inaugurata nel 1974. Se vuoi, puoi prendere un caffè dietro grandi finestre panoramiche. L'ingresso è di 5 euro.



Costa Teguise

Costa Teguise è uno dei tre centri  di Lanzarote e si trova a pochi chilometri a nord di Arrecife. Cesar Manrique è stato inizialmente coinvolto nella progettazione di alcuni complessi alberghieri e giardini. Manrique non voleva grandi alberghi. 

Edifici bianchi con persiane marroni o verdi. Anche il numero di piani era limitato. Puoi vederlo ancora oggi. Tuttavia, qua e là in seguito furono costruiti complessi alberghieri più grandi.

Ci sono alcune bellissime spiagge a Costa Teguise e una lunga passeggiata con ristoranti e negozi. 
Arrivando a Muelle de los Marmoles, c'è una fermata dell'autobus a destra della rotatoria. Gli autobus 1, 3 e 25 vanno a Costa Teguise.



Teguise

Il villaggio di Teguise si trova nell'entroterra nella metà settentrionale di Lanzarote. Il centro storico è stato capoluogo dell'isola fino al 1862 ed è oggi una meta ambita per le escursioni a terra, in particolare per il suo mercato. 

Se sei a Lanzarote di domenica, potresti programmare un'escursione a terra a Teguise. Il grande mercato di strada va dalle 9:00 alle 14:00. La cittadina è anche altrimenti bella da vedere. Il centro storico intorno alla chiesa di Nuestra Señora de Guadalupe è un edificio storico.

Il Museo Lagomar si trova a Nazaret, un piccolo paese appena fuori Teguise. È una villa meravigliosa che Jesus Soto (un amico di Manrique) costruì circa 50 anni fa in una ex cava. I visitatori stupiti fanno praticamente un giro della casa (e del giardino). Tuttavia, c'è anche un bar e un ristorante. 
Naturalmente, si apprende anche che il famoso attore Omar Sharif ha vinto e perso la proprietà a carte.



Vulcano El Cuervo

Il vulcano El Cuervo si è formato durante la violenta eruzione iniziata nel 1730 che ha cambiato definitivamente il volto dell'isola. Si trova nella parte liberamente accessibile del parco nazionale. 

Il percorso è lungo 5 chilometri e non presenta particolari difficoltà. Possono partire anche le famiglie con bambini. Fai il giro del vulcano e puoi anche entrare nel cratere. Interessanti pannelli esplicativi forniscono informazioni di base.



Puerto del Carmen

L'ex villaggio di pescatori di Puerto del Carmen è oggi il principale centro turistico dell'isola. Le compagnie di navigazione offrono sempre trasferimenti in autobus con una sosta di poche ore. 

C'è una passeggiata lunga un chilometro (Avenida de las Playas) con innumerevoli negozi e ristoranti. 

Le spiagge principali Playa Blanca e Playa de los Pocillos sono pulite e hanno sabbia fine (sabbia chiara). Qui puoi noleggiare un lettino con ombrellone ovunque.


Spiaggia di Papagayo

La Playa de Papagayo (spiaggia dei pappagalli) nell'estremo sud è considerata la spiaggia più bella di Lanzarote. Si trova in un parco naturale, motivo per cui non ci sono infrastrutture a parte due piccoli ristoranti, un parcheggio e servizi igienici. 

Vedere da vicino questo spettacolo, tuttavia, può non essere così semplice.

Per arrivare a Playa Papagayo, infatti, è necessario raggiungere il centro di Playa Blanca per poi proseguire per circa 4km a est della città in direzione del vicino Parco Naturale e del Monumento Natural de los Ajaches. (L’ingresso al Parco, tra l’altro, costa €3,00 a veicolo.)

Bisogna tenere in conto, però, che le indicazioni stradali non sono delle migliori, per questo vi consiglio di utilizzare un navigatore. 

Inoltre, il percorso che conduce direttamente al parcheggio della spiaggia è sterrato e, a seconda della stagione, la quantità di buche presenti potrebbe crearvi qualche disagio (soprattutto se vi spostate con uno scooter!).

Tuttavia, se riuscite a resistere per oltre mezz’ora a scossoni e polvere, il gioco è fatto: sarete finalmente arrivati in uno dei posti più stupefacenti di tutta Lanzarote!


Per agevolare la tua esplorazione in autonomia, sotto troverai una mappa delle migliori attrazioni da vedere in città e tutti i luoghi citati in questa guida.

Dovrai semplicemente aprire la Google Maps allegata per seguire l'itinerario che ti permetterà di scoprire a piedi i principali siti turistici della città. 
Puoi anche scaricare la mappa in anticipo in modo da poterla utilizzare offline.


NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -