CHERBOURG - IL PORTO CROCIERE - ATTRAZIONI E SUGGERIMENTI PER ESCURSIONI IN AUTONOMIA

Quando entrano in porto a Cherbourg, le navi attraccano al terminal crociere di Cherbourg, Quay De Normandie o Quay De France. 
Sono adiacenti l'uno all'altro ed entrambi si trovano vicino al centro della città di Cherbourg, che è facilmente raggiungibile a piedi. 


C'è un museo direttamente di fronte al terminal delle crociere. La "Cité de la Mer".
Il museo è composto da diverse aree e una di queste è dedicata al Titanic, poiché Cherbourg era uno dei porti di imbarco del Titanic.

La Cité de la Mer mira anche a sensibilizzare i suoi visitatori. Anche se poco conosciuti, gli oceani devono essere preservati. Ospitano migliaia di specie viventi, alcune delle quali non le conosciamo ancora.

Un'altra parte ospita La Redoutable, un sottomarino nucleare francese e il più grande sottomarino del mondo aperto al pubblico.
Il costo è di 18 euro per gli adulti e 13 euro per i bambini, i minori di 5 anni entrano gratuitamente. 

Il Museo del Titanic è un'esperienza multisensoriale che ti porta attraverso il viaggio e l'affondamento del Titanic.
Troverai gli allestimenti originali delle cabine e un filmato iniziale ti farà rivivere, con tracce audio e visive originali  i momenti dell'affondamento. Un'esperienza da brividi ma intensa ed appassionante.

Oltre a La Cité de la Mer, dovresti assolutamente esplorare il centro della città di Cherbourg.

Cherbourg è facilmente percorribile a piedi, con tutte le sue principali attrazioni nelle immediate vicinanze del porto. 


Il centro storico di Cherbourg fu distrutto durante i bombardamenti della seconda guerra mondiale, ma qua e là rimangono ancora vicoli, passaggi o piccoli cortili che regaleranno al visitatore che si prenda la briga di scovarli un interessante scorcio di quella che fu la città durante la prima metà del XX secolo.

Tra i miei posti preferiti nella vecchia Cherbourg: il cortile Marie, immortalato dal film Les Umbrellas de Cherbourg (con Catherine Deneuve in particolare), e soprattutto i piccoli passaggi medievali, quasi invisibili, che iniziano sotto gli edifici di Rue Au Blé , all'altezza del Black Dog Café e del ristorante Plouc 2, e che precipitano in una piazzetta fuori dal tempo, nel cuore di una Cherbourg quasi medioevale che non puoi assolutamente immaginare passeggiando per le strade più trafficate . Assolutamente da vedere!

Visitare Cherbourg non è molto lungo perché la città non è molto grande. Ecco perché ci sono anche alcune cose belle da fare e da vedere nei dintorni.

Visita una casa del sidro della Normandia a Sotteville
Scopri i luoghi dello sbarco del D-Day
O vai alla scoperta del Parco Naturale Regionale delle Paludi del Cotentin





Cherbourg funge da porto di accesso alle attrazioni della penisola del Cotentin e della Normandia.

Questa città francese nel dipartimento della Manica è interessante da scoprire. 
Durante la vostra passeggiata potrete visitare il teatro Cherbourg, l' abbazia di Notre Dame du Vou , il parco Emmanuel Liais, il parco del castello di Ravalet o anche il Museo di Belle Arti Thomas Henry, i siti più interessanti della città.

All'interno di questa città, potrai scoprire le innumerevoli vestigia lasciate da un passato militare e tra queste in particolare le fortificazioni di Vauban senza dimenticare il porto militare di Cherbourg che è nel pieno cuore di un bastione fortificato protetto da due forti .



Museo delle Belle Arti Thomas Henry
  • Uno dei più importanti musei d'arte dell'intera regione della Normandia, soprannominato il "piccolo Louvre", la sua collezione contiene opere d'arte dal XV al XIX secolo.

Museo della Liberazione
  • Situato nei resti del Forte Roule, situato sopra la città a 117 m, questo museo mette in evidenza il ruolo svolto da Cherbourg durante la seconda guerra mondiale e l'importanza dello sbarco in Normandia a Contentin.

Batteria di Azeville
  • Questa batteria di artiglieria tedesca faceva parte delle fortificazioni del Vallo Atlantico costruite dai prigionieri di guerra per difendersi da qualsiasi sbarco alleato lungo la costa della Normandia. 
  • La batteria ha bombardato Utah Beach per tre giorni dopo lo sbarco in Normandia ed è stata catturata dalle forze americane il 9 giugno 1944.

Spiaggia dell'Utah
  • La più occidentale delle cinque spiagge di sbarco scelte dagli alleati per il D-Day, Utah Beach era il luogo in cui le forze americane della 4a divisione di fanteria, del 70esimo battaglione di carri armati e dell'82a e 101a divisione aviotrasportata invasero la Francia occupata dai tedeschi. 
  • L'obiettivo era prendere la penisola di Contentin e il porto strategico di Cherbourg. 21.000 soldati della 4a divisione di fanteria sbarcarono con 197 vittime, mentre le truppe aviotrasportate contavano 14.000 e persero circa 2.500, con 700 perdite contro il 70° battaglione di carri armati e altre unità di ingegneria.
  •  Oggi troverai monumenti disseminati lungo la spiaggia, oltre a numerose croci e papaveri sparsi sui banchi di sabbia, un toccante ricordo dei sacrifici fatti da pochi.




Esplora la Val de Saire: Barfleur, Saint-Vast-la-Hougue, Tatihou, il faro di Gatteville.
  • Ci sono molti siti da vedere intorno a Cherbourg, ma quelli della Val de saire sono senza dubbio i più autentici. 

Questo piccolo territorio si trova nel nord-est del Cotentin. Lungo la costa si trovano incantevoli villaggi di pescatori come Barfleur (elencato tra i borghi più belli di Francia) e Saint-Vaast-la-Hougue (votato villaggio preferito dai francesi nel 2019). 

Qui è dove puoi vedere le torri Vauban, un patrimonio mondiale dell'UNESCO. 
Si trovano nel villaggio e sulla bellissima isola di Tatihou che può essere raggiunta in barca. Infine, non perdetevi il faro di Gatteville, uno dei fari più alti d'Europa.





Sainte-Mère-Église
  • Questa piccola città, 12,5 km nell'entroterra di Utah Beach e quasi 40 km a sud di Cherbourg, è diventata famosa nel mondo per essere stata il luogo di lancio delle forze aviotrasportate americane nel D-Day nel 1944. 

Un incidente particolare che è stato immortalato nel cinema e nella città stessa, è la storia di John Steele del 505° Reggimento di Fanteria Paracadutisti, che fu catturato con il suo paracadute sulla guglia della chiesa cittadina, dove finse di essere morto per ore per ingannare le truppe tedesche a terra, prima di essere catturato. 

Alla fine fuggì e si riunì alla sua divisione, che in seguito catturò il villaggio; questo è stato interpretato sul grande schermo nel film The Longest Day, e un finto paracadutista ora adorna la guglia della chiesa in memoria di John Steele. 

La città ospita anche l'Airborne Museum, dedicato all'82a e alla 101a divisione aviotrasportata dell'esercito degli Stati Uniti. Il museo ha oltre 10.000 oggetti nella sua collezione, tutti usati dai paracadutisti.




Barfleur
  • Situata a 30 km a est di Cherbourg, Barfleur è una pittoresca cittadina di pescatori che è stata il punto di partenza di alcuni episodi significativi della storia francese e britannica. 

Questi includono l'essere il punto di partenza per gli eserciti di Guglielmo il Conquistatore nel 1066 per l'invasione dell'Inghilterra che portò alla battaglia di Hastings e per essere il luogo in cui la Nave Bianca che trasportava William Adelin, l'unico erede di Enrico I d'Inghilterra, affondò nel 1120 mandando nel caos la monarchia in Inghilterra.


Saint-Vaast-la-Hougue
  • Un'altra città situata a circa 30 km a est di Cherbourg, appena a sud di Barfleur, e un tempo votata come la città preferita dai francesi, Saint-Vaast è un'altra pittoresca cittadina di pescatori. 

È famosa per la sua industria della pesca delle ostriche e per essere stata il luogo della decisiva battaglia navale della Guerra dei Nove Anni nel 1692. 

La piccola isola di Tatihou con la sua torre difensiva e la principale Hougue Tower, fanno parte di una serie di difese costiere che sono Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO.
Bayeux

A più di un'ora di macchina da Cherbour arriverai alla città di Bayeux, famosa per essere la sede dell'Arazzo di Bayeux, la più importante testimonianza storica dell'invasione normanna dell'Inghilterra da parte di Guglielmo il Conquistatore nel 1066. 

L'arazzo, sebbene per definizione è un ricamo, è lungo più di 200 piedi ed è stato presumibilmente creato da suore inglesi per la consacrazione della Cattedrale di Notre-Dame a Bayeux. 

Qui è dove originariamente era appeso l'arazzo, prima di essere trasferito nella sua attuale posizione nel Museo degli Arazzi, parte di un'antica scuola del 18° secolo.



Mont Saint Michel
  • Uno dei simboli più iconici della Normandia e probabilmente della Francia, l'isola di marea e la sua abbazia sono un punto culminante di qualsiasi viaggio nella regione. 

A oltre due ore di auto da Cherbourg, questa è un'esperienza di un'intera giornata che vale lo sforzo del viaggio per esplorare questo luogo da favola.

 Patrimonio mondiale dell'UNESCO, è visitata in media da 3 milioni di turisti all'anno. Secondo la leggenda, il nome dell'isola deriva da una visione dell'Arcangelo Gabriele al Vescovo di Avranches nell'VIII secolo, incaricandolo di costruire una chiesa sull'isolotto roccioso.





Ristoranti a Cherbourg
  • I ristoranti di Cherbourg sono in gran parte raggruppati nel centro della città, dal porto. 
I menu dei ristoranti di Cherbourg offrono specialità normanne, frutti di mare, cucina tradizionale o moderna e alcuni locali gastronomici. 
In generale, conta una buona ventina di euro per un buon ristorante a Cherbourg. 

I tavoli ai margini del porto (quai de Caligny) sono ovviamente i più frequentati di Cherbourg: si mangia lì assaporando un po' di aria di mare

Tuttavia, se vuoi semplicemente rilassarti, prendere un caffè o fare shopping, rimarrai deliziato dal fatto che la zona pedonale vanta numerosi negozi, caffè e ristoranti che servono cibo delizioso e specialità della Normandia, come il Calvados, una tipica bevanda alcolica normanna a base di sidro di mele. 



NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -