Il Giappone riapre i porti alle crociere internazionali

Il Giappone ha annunciato che riaprirà i suoi porti alle navi da crociera nel tentativo di espandere il turismo


Il Giappone segue l'Australia e la Nuova Zelanda, anch'esse riaperte alle navi da crociera da pochi mesi e l'India, che ha iniziato la sua nuova stagione di crociere con il primo arrivo lo scorso fine settimana dall'inizio della pandemia nel 2020. 

L'Asia è stata storicamente un mercato forte per l'industria delle crociere e la riapertura dei porti in diverse parti del Pacifico contribuirà a riportare la crescita del settore ai livelli pre-pandemia.

Il Giappone inizierà ad accettare crociere con passeggeri internazionali e provenienti da porti internazionali, oltre a consentire al suo settore crocieristico nazionale di riprendere gli scali verso destinazioni internazionali.

Le nuove linee guida sono state sviluppate in consultazione con l'industria delle crociere. Il Japan International Cruise Council, un gruppo industriale di compagnie di crociere straniere, ha contribuito alle linee guida sulla base di accordi simili con altri paesi. 

Le compagnie di crociera dovranno rivedere i piani con i porti di scalo e avere piani per affrontare la possibilità di un focolaio di COVID-19 o di passeggeri che risultino positivi al virus.

Le compagnie di crociera hanno concordato che i loro membri dell'equipaggio avranno ciascuno tre vaccinazioni COVID-19. 

Richiedono inoltre che almeno il 95% dei passeggeri abbia ricevuto due o più vaccinazioni contro il COVID-19. 

Le navi da crociera devono anche disporre di capacità di test e mettere in quarantena tutti i passeggeri che mostrano sintomi o risultano positivi al virus. 

Il Giappone, come tutte le destinazioni, aveva chiuso alle crociere nel marzo 2020 quando il virus si è diffuso in una pandemia. 
L'industria crocieristica giapponese e il mercato internazionale hanno accolto con favore la notizia che il paese potrebbe iniziare a ricevere crociere già dal prossimo mese. 

Il Japan International Cruise Committee riferisce che le navi da crociera straniere hanno già pianificato 166 visite programmate fino a marzo 2023.

Australia, Nuova Zelanda e diverse regioni del sud-est asiatico hanno riaperto alle crociere negli ultimi mesi. 

Anche Singapore, che è stata una delle prime a consentire le crociere nazionali, ha abbandonato le restrizioni che consentivano alle navi da crociera di riprendere le visite ai porti internazionali.