KOS - IL PORTO CROCIERE - IL PORTO CROCIERE - SUGGERIMENTI ED INDICAZIONI PER ESCURSIONI IN AUTONOMIA - PANORAMICA DEI LUOGHI POPOLARI DA VISITARE - LE SPIAGGE -

Kos è un'isola greca situata nel Mar Egeo. Fa parte del gruppo di isole del Dodecaneso ed è la terza isola più grande del gruppo. Kos è conosciuta per le sue bellissime spiagge, acque cristalline e vegetazione lussureggiante. 

L'isola ospita anche numerosi siti storici, tra cui l'antico Asklepieion, le rovine del Tempio di Apollo e il Castello dei Cavalieri di San Giovanni. 


Le coste infinite con le acque turchesi, la vegetazione, le ricche sorgenti d'acqua, i monumenti antichi e medievali, nonché gli imponenti edifici italiani caratterizzano l'isola di Kos.

La terza isola più grande del complesso del Dodecaneso, situata a sole 4 miglia dalle coste turche. Il nome «Kos» deriva probabilmente dalla figlia del mitico re Meropa, chiamata Koos. 

Il sito storico più importante dell'isola è l' Asklepion un sito storico dedicato ad Asclepio, il dio della salute (raggiungibile con il trenino turistico) oppure essendo solo a circa 4 km dal porto della città di Kos , quindi una facile corsa in taxi. 

All'arrivo in porto noterai il Castello di Neratzia che è la struttura più grande del porto. Dall'attracco nave è sul molo dei traghetti e dista dal centro cittadino scarsi 200 metri.

Insieme al castello sul porto, ci sono un paio di strutture medievali situate in città. Vicino all'Antica Agorà , è facile individuare la Porta di Phoros, dove i mercanti pagavano le tasse per vendere i loro beni all'interno della città murata, e una piccola torre.

Il sito archeologico dell'Antica Agorà e dell'Antico Porto di Kos è stato scavato dalla Scuola Italiana di Archeologia dopo il devastante terremoto del 1933, quindi i resti architettonici dell'antica città sono stati localizzati all'interno della fortificazione medievale.

La Residenza dei Cavalieri è una piccola struttura in pietra che costituisce l'unico edificio secolare rimasto del periodo dei Cavalieri di San Giovanni. Fu costruito nel 1514 ed era la residenza del governatore di Kos. Gli Ottomani lo usavano come caffè e ora è una biblioteca di ricerca archeologica.

Le navi attraccano al Porto di Kos - a poca distanza dalla Antica Agorà - ( 900 metri )

C'è una bella e ampia passerella alberata intorno al porto e molti yacht e barche da pesca colorate da ammirare. Troverai anche una statua del figlio più famoso di Kos , Ippocrate , il padre della medicina che imparò il mestiere nel vicino Asclepeion.

Sotto trovi una mappa di Kos con tutti i siti  e le Spiagge menzionati in questo articolo. 

Puoi anche visionarla su Google Map.


Antica Agorà - Porto

Il sito archeologico dell'Agorà e del Porto di Kos rivela due aree molto importanti della città antica, il suo centro amministrativo e commerciale e le sue strutture portuali. 

L'Antica Agorà della città è stata rinvenuta all'interno delle sue mura in uno scavo della Scuola Italiana di Archeologia dopo il terremoto del 1933, dagli archeologi italiani Laurenzi e in una fase successiva da Morricone. 

La sua costruzione, che risale alla fine del IV sec. aC, si estende per una lunghezza di circa 300 metri, con l'edificio che si sviluppa dal centro con il cortile interno, in portici sul lato nord, che confinavano con le mura, sui lati ovest ed est che con ogni probabilità esistevano botteghe commerciali.

Fuori dalla città murata si trovava l'antico porto, protetto da una propria cinta muraria che partiva da quella della città e correva verso sud fino a comprendere i templi e le botteghe del quartiere portuale. 

In questa zona è stato scoperto il "Santuario del Porto", un doppio santuario del II sec. a.C., dedicato ad Afrodite, che dopo la sua distruzione nel 469 d.C., servì come materiale da costruzione per la costruzione delle Terme e della basilica paleocristiana che sorse al suo posto, il "Tempio di Herakleos", costruito in terrapieno artificiale e il " Stoa tou limenos", costruita alla fine del IV secolo a.C. e all'inizio del III sec. per esempio.



Il Castello dei Cavalieri o Castello di Neranzia domina il lato destro del porto di Kos, e probabilmente è l’edificio più notevole dell’isola. 

E ‘ stato costruito dai cavalieri, venuti a Kos nel 14 ° secolo, probabilmente sulle rovine di un precedente edificio, perché le pareti circondano resti di antichi edifici, colonne e altre parti architettoniche. Il castello, come l’isola, fu occupato dai Turchi, e ai cristiani non era permesso visitarla durante l’occupazione turca.

La costruzione esterna del Castello iniziò nel 1495 quando era magistrato D ‘Aubousson, l’esistenza di vari stemmi scolpiti testimoniano che l’esterno è stato completato nel 1524, mentre l’interno è stato completato nel 1748, quando Eduardo Di Garmadino era il governatore dell’isola.


Oggi si possono visitare tratti di mura, le torri, le scale, corridoi e porte all’esterno e all’interno del Castello. Sotto il cancello del Castello, sono stati trovate parti di un muro circolare, costruite nel 1391 dai cavalieri per proteggere la città.

Le parti più imponenti del Castello e la Torre sud-occidentale chiamata Del Caretto e l’ingresso principale con i tre ponti ad arco e il ponte levatoio.

Come detto sopra, la città di Kos è piena di antichità tra cui l'Odeon, una casa romana ricostruita e diversi siti ad ingresso gratuito con alcuni mosaici, colonne, ecc. 


Un consiglio per un posto un po' fuori dai sentieri battuti è il Battistero Cattolico, vicino all'Odeon.  

È dedicato alla Santa Croce ma viene spesso chiamato Agnus Dei. La chiesa fu costruita negli anni '20 e dovette essere ricostruita dagli italiani dopo un devastante terremoto nel 1933. Contiene memoriali ad alcuni dei soldati italiani uccisi dai nazisti nel 1943

La città di Kos ha molte chiese, soprattutto per i fedeli greco-ortodossi. Di tutte le chiese che ho visto, due chiese spiccavano sulle altre.


Agia Paraskevi

La prima è Agia Paraskevi, una chiesa greco-ortodossa situata nel centro storico. È stato costruito nel 1932 e presenta splendidi interni pieni di icone e un pavimento in marmo.

Battistero di San Giovanni - Monastero di Agios Ioannis

Uno dei siti più notevoli della città di Kos è una piccola cappella bizantina chiamata Battistero di San Giovanni. Fu costruito nel VII o VIII secolo d.C. e ha sette colonne all'interno.

 Questo battistero è l'unico del suo genere al mondo e ora funge da cappella di un cimitero. Il custode è molto entusiasta di mostrarlo ai visitatori. Si trova vicino alla chiesa cattolica.



Le Spiagge


Le spiagge più famose vicino al porto delle navi da crociera sono Lambi Beach, Psalidi Beach e Tigaki Beach. 


Lambi Beach è una lunga distesa di sabbia bianca e acque poco profonde, perfetta per nuotare e prendere il sole. 

Psalidi Beach è il luogo ideale per le famiglie, con acque poco profonde e numerosi servizi. 

La spiaggia di Tigaki è una lunga distesa di sabbia bianca e acque poco profonde, perfetta per nuotare e prendere il sole. 

Tutte queste spiagge sono facilmente accessibili dal porto delle crociere, il che le rende un'ottima opzione per una gita di un giorno.


Spiaggia di Kardamena

Kardamena Beach è una splendida spiaggia. È una lunga distesa di sabbia bianca e acque cristalline, perfetta per nuotare e prendere il sole. 

La spiaggia è fiancheggiata da una varietà di ristoranti, bar e negozi, che la rendono un luogo ideale per trascorrere la giornata. Sono inoltre disponibili numerose attività di sport acquatici, come lo sci d'acqua e il parapendio.



Kardamena, un antico villaggio di pescatori che si è rapidamente trasformato in una località turistica di rilievo. Il villaggio fu fondato nel 1865 sulle rovine dell'antica città di Alasarna con il suo tempio ellenistico di Apollo.

Da qui si può prendere una barca per visitare le sorgenti termali di Agia Irini, famose per le loro proprietà terapeutiche curative, soprattutto per quanto riguarda i disturbi ginecologici.



Palazzo del Governo

A sud del Castello di Neratzia si trova il maestoso Palazzo del Governo, costruito nel 1927 dagli italiani. Ora funge da municipio di Kos insieme al quartier generale della polizia e al tribunale principale.


Piazza Eleftheria

Il centro storico di Kos è dominato da Piazza Eleftherias. 

L'edificio sulla piazza con la torre dell'orologio fu costruito nel 1935 dagli italiani come Casa del Fascio, sede del Partito Nazionale Fascista . 

Nella piazza si trovano anche il Museo Archeologico , una moschea ottomana e un antico mercato di costruzione italiana.



Casa Romana

Successivamente, sono passato davanti alla Casa Romana . È la casa restaurata di un ricco romano. Ha una superficie di oltre 2.300 mq. Costruito nel III secolo, è un buon esempio dell'architettura dell'epoca e contiene interessanti mosaici. L'ingresso costa 6 € (a partire da ottobre 2023) ed è aperto tutti i giorni tranne il martedì. 


Altare di Dioniso

Vicino alla Casa Romana si trova l'Altare di Dioniso . Fu costruito nel II secolo a.C. Resta solo il fondamento. Molti dei pezzi originali furono utilizzati nella costruzione del Castello di Neratzia sul porto.


Albero di Ippocrate

Infine, un sito interessante vicino all'Agorà è l' Albero di Ippocrate .  Si diceva che Ippocrate , il padre della medicina, insegnasse ai suoi studenti all'ombra dell'albero. La fontana della moschea accanto all'albero ha un cartello in caratteri ottomani che dice "Acqua di Ippocrate". 

L'albero attuale ha solo 500 anni ma si pensa che discenda dall'albero originale dei tempi di Ippocrate. Gli alberi piantati nelle scuole di medicina in altre parti del mondo sono stati seminati proprio da questo albero.



Città di Kos: antiche rovine


Al di fuori dell'antica Agorà e dell'area degli scavi occidentali ,  la città di Kos ha alcune altre antiche rovine greche e romane da visitare. 

No, non sono spettacolari come molte altre antiche rovine della Grecia , ma vale la pena cercarle se ti trovi sull'isola. L'ingresso a tutte le antiche rovine della città di Kos è gratuito.


Successivamente, a nord dell'area di scavo occidentale, si trova lo stadio. Non lascia molto all'immaginazione. 

Non c'è davvero molto da vedere a parte qualche pietra sparsa tra gli alberi.


Odeon romano

A sud dell'area di scavo occidentale si trova un odeon romano restaurato in ottime condizioni. 

Fu costruito nel II secolo, poteva contenere 750 persone e veniva utilizzato per cori e concorsi musicali. Fu restaurato nel 1934. 

Questo è uno dei siti antichi più impressionanti di Kos . L'ingresso è gratuito (a partire da ottobre 2023) ed è aperto tutti i giorni dalle 8:30 alle 15:30 tranne il martedì.



L'odeon era completamente coperto da un tetto e aveva corridoi sotto l'area salotto. 

E' possibile passeggiare nei corridoi dove pannelli interpretativi danno maggiori informazioni sulla struttura. Proprio dietro l'odeon c'è un bellissimo mosaico quasi completamente intatto.


Asklepion, che dista 4 km dal centro della città, è una zona dedicata ad Asclepio, il dio della salute, dopo la morte di Ippocrate.

Ad Asklepion ci sono templi storici, una scuola di medicina, le terme romane.
È conosciuta in tutto il mondo come il centro della Scuola di Medicina di Ippocrate. 

Da quando era lì, Ippocrate praticava la medicina e per la prima volta venne pronunciato il giuramento di Ippocrate, una tradizione che si ripete migliaia di volte ogni volta che un nuovo medico presta giuramento. 
È fino ai nostri giorni che ogni estate nel Tempio di Asclepio si può ascoltare il giuramento di Ippocrate, recitato in greco antico, una pratica che incute timore reverenziale a tutti i presenti.

È aperto al pubblico tutti i giorni dalle 08:00 alle 20:00 tranne il lunedì.
Biglietti - Validi per: Asklepion Kos, Odeon romano di Kos
Tariffa intera: 4€, Tariffa ridotta: 2€




Antica Casa - Giardino di Ippocrate


L'Antica Casa - Giardino di Ippocrate si trova a Mastichari. È la replica esatta di una casa dell'antica Grecia del V secolo a.C. che fa rivivere l'antico stile di vita greco. È costituito dalla casa, da un porticato e da un teatro in pietra.

La casa è un edificio a due piani, realizzato in pietra dell'isola. Ha il soffitto in legno con coppi antichi e i mobili sono repliche fatte a mano dell'epoca. 

Il porticato è costruito secondo gli standard del V secolo aC. Qui troverete pavimenti a mosaico fatti a mano, affreschi alle pareti, opere d'arte e una biblioteca. Il teatro in pietra può ospitare fino a 80 persone ed è utilizzato per spettacoli.

Ogni giorno nell'Antica Casa vengono proposti numerosi seminari: cucina, ceramica, filosofia, agricoltura, mosaico e ciottolo. 

Oltre ai seminari potrete anche godervi una passeggiata nei giardini con alberi da frutto e vigneti. L'area intorno all'Antica Casa è un rifugio per la fauna selvatica e un luogo di agricoltura biologica.


Therma si trova nella parte sud-orientale dell'isola, a circa 13 km dalla città di Kos. 


Il paesaggio è di una bellezza unica con pendii ripidi, scogliere e ciottoli scuri (risultato di eruzioni vulcaniche milioni di anni fa).

“Therma” significa caldo e il luogo prende il nome dalle sorgenti termali che esistono ormai da secoli. L'acqua delle sorgenti termali è ricca di calcio, potassio, sodio, zolfo e magnesio; componenti considerati benefici per la guarigione della pelle o per il trattamento di malattie artritiche e reumatiche. La temperatura dell'acqua varia dai 30 ai 50 gradi Celsius.

Di fronte alla spiaggia si trova un laghetto artificiale separato dal resto della spiaggia tramite scogli. L'acqua del mare entra nel lago e raffredda l'acqua calda. La spiaggia è perfetta per tutte le età e in ogni stagione. Puoi arrivarci sia in autobus che in taxi.






NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione -