KAVALA - GRECIA - IL PORTO CROCIERE - INFORMAZIONI E SPUNTI PER MUOVERSI IN AUTONOMIA -

Nascosta nella costa nord-orientale della Grecia continentale, appena sotto il confine con la Bulgaria, la città collinare di Kavala si affaccia sul Mar Egeo ed è il principale porto marittimo della Macedonia orientale. 

Come molte città greche, Kavala affonda le sue radici nell'antichità; il suo nome originario nel VII secolo aC era semplicemente Neapolis, che in greco significa "città nuova". 

Il  Settecento  fu un periodo di particolare culmine per la città e il suo porto, quando tra l'altro   furono istituite anche le prime autorità consolari di Francia e Venezia .


Si attracca proprio nel centro della cittadina. Pochi passi e si è già sul lungomare, con negozi,bar e ristoranti.
La maggior parte delle vecchie case sono piccole, pittoresche e ben conservate; le nuove case cercano di mantenere il vecchio stile. Ci sono due musei, molti caffè, ristoranti, negozi di articoli da regalo.

La parte vecchia di Kavala - Panagia - è un must. È un piacere passeggiare per le stradine tortuose, spesso ripide. 
Panagia è adiacente al porto dove è attraccata la nave. Panagia è la città vecchia, che si trova su una piccola collina e si concentra sul castello. È facile da raggiungere e vale la pena dedicarci un po' di tempo.

A circa 20 minuti a piedi dal porto si trova il castello bizantino di Kavala. Costruito intorno al XV secolo, divenne infine un luogo di riposo per i residenti di Kavala. Sebbene il castello sia abbastanza affascinante, la vista dalla sua torre è mozzafiato.

Mentre cammini attraverso la deliziosa città vecchia dal castello, inevitabilmente arriverai all'Acquedotto, un altro bel sito della città. È molto ben tenuto e conferisce un'atmosfera medievale alla città costiera. 

Alcuni degli edifici più imponenti di Kavala si trovano in via Kypru (via Cipro): Il Municipio di Kavala (ex casa del commerciante di tabacco ungherese Pierre Herzog, costruita alla fine degli anni ’90 del XIX secolo, con caratteristiche neogotiche), l’edificio del Grand Club (eretto nel 1909, un esempio di eclettismo con motivi neoclassici), il palazzo Wix (con il suo caratteristico colore giallo e le sue caratteristiche neogotiche, costruito nel 1906 come residenza del barone tedesco Wix) e il palazzo Toko (costruito nel 1879 dal commerciante di tabacco D. Toko).





Oggi trasformata in museo, la Casa di Mohamed Ali (o Mehmet Ali) nel cuore della città vecchia di Kavala fu costruita intorno al 1720; è qui che è cresciuto il fondatore dell'Egitto moderno, cresciuto da suo zio dopo la morte di suo padre. Lo stile turco è evidente nel restauro e nelle vicinanze c'è una statua in bronzo del leader.

Coloro che sono interessati alla storia religiosa troveranno il sito archeologico e il museo di Filippi assolutamente da non perdere. Fondato intorno al 360 a.C., si dice che il sito sia il luogo in cui l'apostolo Paolo svolse il lavoro missionario e celebrò il primo battesimo in Europa.

È un grande sito archeologico, principalmente romano. Mi è piaciuto principalmente perché è il sito della battaglia in cui le forze di Ottaviano e Marco Antonio sconfissero l'esercito degli assassini di Cesare, Bruto e Cassio. C'è una grande pianura accanto alle rovine, molto pittoresca.
Nel luglio 2016 il sito archeologico di Phillipoi è stato iscritto nel registro dei siti patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.

Una visita al Museo Archeologico e al Museo del Tabacco permette di conoscere due importanti periodi della storia di Kavala. Un bellissimo mosaico, appena fuori dalla chiesa di San Nicola, commemora l’arrivo dell’Apostolo Paolo per la prima volta sul suolo europeo, a Kavala (Neapolis).



La città e la sua regione offrono un gran numero di destinazioni per escursioni a terra coprendo una vasta gamma di temi, tra cui:

Storia  (teatro antico e basiliche di Filippi, castello bizantino dell'acropoli di Kavala, Imaret, acquedotto medievale, museo archeologico, ecc.)
Religione  (sulle orme dell'apostolo Paolo, Battistero di Santa Lidia, Monastero di Panagia Ikosifinissas, ecc.)
Natura  (delta del fiume Nestos Natura 2000, grotta Alistrati, penisola sabbiosa di Keramoti, monte Paggaio, monte Symvolo, ecc.)
Mare  (spiagge di Kalamitsa, Batis, Tosca, Ammolofi, a pochi chilometri dalla città, isola di Thassos)
Interesse speciale  (cantine, sorgenti termali, fanghi di Lidia, casa di Mohamed Ali, museo del tabacco, museo delle cere)



L'Acquedotto (noto anche come Kamares)L'acquedotto è il simbolo di Kavala.

 Naturalmente, in origine era un acquedotto romano, ma la struttura visibile oggi è stata costruita durante l'occupazione ottomana.Tuttavia, è un ottimo posto per scattare qualche foto. È molto insolito vedere un acquedotto nel centro di una città.


Panagia – La Città Vecchia

La Città Vecchia di Kavala è costruita su una penisola. È una piccola area, ma ci sono molte stradine strette e tortuose in cui passeggiare. La maggior parte di esse sono in salita, e alcune sono piuttosto ripide, quindi indossa delle scarpe comode. Troverai alcune meravigliose vecchie case ottomane, negozi di souvenir e alcune altre attrazioni elencate di seguito.Inoltre, questa è una zona ideale per pranzare o fermarsi per un drink.

L' Antica Fortezza

L'attrazione principale di Kavala è il forte che domina la città vecchia e il porto. Sin dai tempi antichi, la vecchia città di Christoupolis (l'antico nome di Kavala) era protetta da un muro difensivo. L'acropoli di Christoupolis vigilava sulla via commerciale, la Via Egnatia.

Oggi puoi visitare l'antica fortezza di Kavala per le migliori viste sulla città e sul porto. L'ingresso costa solo 2,50 € e durante l'estate (da maggio a settembre) il forte è aperto ai visitatori tutti i giorni dalle 8:00 alle 21:00.Puoi salire sulla torre circolare e goderti la vista a 360 gradi dalla piattaforma sul tetto. Quindi, scendi nella stanza della polvere da sparo e cammina sulle antiche mura ottomane.

All'interno delle mura della fortezza si trova un teatro all'aperto che nelle sere estive ospita eventi musicali e rappresentazioni teatrali. Ci sono anche strutture disponibili, nonché una caffetteria per soddisfare la tua sete dopo la camminata in salita fino al forte di Kavala.

Nel complesso, una visita alla Fortezza di Kavala è il modo migliore per orientarsi, vedere la città dall'alto e allo stesso tempo scoprirne la storia.


L'Imaret di Kavala

L'Imaret è uno dei complessi edilizi più interessanti del centro storico di Kavala. Lo oltrepasserai mentre sali sulla strada principale che attraversa Panagia.

Durante l'Impero Ottomano, gli Imarets erano un luogo di beneficenza. Le cucine distribuivano cibo gratuito ai poveri e ai viaggiatori e nel complesso c'era anche una scuola.Oggi l'Imaret di Kavala ospita un hotel esclusivo.

Moschea di Halil Bey

Un'altra attrazione del centro storico di Kavala è la moschea Halil Bey. È sulla strada per la fortezza. Noterai la moschea colorata con la sua cupola e anche il tradizionale edificio blu accanto ad essa.

La moschea risale al XVI secolo e prima ancora esisteva una chiesa cristiana. Puoi ancora vederne i resti attraverso i pavimenti di vetro all'interno della moschea. L'edificio blu era una volta una madrasa , un seminario con stanze per gli studenti.Per alcuni anni nel 20° secolo, la Moschea di Halil Bay ha ospitato l'Orchestra di Kavala, quindi le è stato assegnato un altro nome, Palia Mousiki (Musica antica).



La casa di Mehmet Ali

Noterai alcuni segnali verso la casa di Mohammed Ali nella città vecchia di Kavala, in Grecia. Giusto per essere chiari, non c'è alcun collegamento con il pugile. Mehmet Ali (o Mohammed Ali) Pascià di Kavala era un generale e il fondatore di una dinastia egiziana.

La sua casa nella Panagia di Kavala è una delle più belle residenze ottomane sopravvissute in Grecia. È ancora possibile visitare la casa caratteristica, con la sua sezione maschile e l'harem, l'hammam e le aree di ricevimento. Ammirate l'architettura, così come le decorazioni e i giardini di questa oasi.La Casa di Mohammed Ali è aperta ai visitatori dal giovedì al lunedì, dalle 10:00 alle 14:00, e l'ingresso costa 5€.



Una passeggiata sul lungomare

Una volta terminata l'esplorazione della Città Vecchia, dirigiti di nuovo verso il porto. Kavala è, dopotutto, una città di mare, quindi una passeggiata sul lungomare è la cosa giusta da fare in un pomeriggio soleggiato. Puoi scegliere uno dei bar all'aperto o semplicemente fare qualche passo lungo l'acqua e goderti la brezza marina.


Antica Filippi

Quindici chilometri a ovest di Kavala si conservano i resti dell'antica città di Filippi. 
Bel sito, completo, interessante, vasto e ben tenuto con museo annesso. Prezzo dell'entrata irrisorio con riduzione per i sessantacinquenni. Uno dei migliori siti archeologici della Grecia che ho visitato. Ne vale la pena. In giornate calde portatevi da bere. 
Prima di uscire dal sito un bel giardino all'ombra di alti e frondosi alberi con possibilità di rifocillarsi e con toilette.

Il nome originale della città era Krinides, dal nome dei coloni dell'isola di Taso, che la fondarono. La città fu ribattezzata Filippi da Filippo B', padre di Alessandro Magno. Particolare importanza acquisì la città dopo l'occupazione romana, sia per la via Egnatia che per le miniere d'oro della zona. 

La città è una pietra miliare per il cristianesimo, poiché l'apostolo Pavlos fondò lì la prima chiesa cristiana in Europa nel 50 d.C. 
Nel luglio 2016 il sito archeologico di Phillipoi è stato iscritto nel registro dei siti patrimonio dell'umanità dell'UNESCO.

 

I monumenti del sito archeologico di Filippi

Per via della sua ricca e plurisecolare storia, il sito archeologico di Filippi è in grado di offrire al suo visitatore uno spaccato suggestivo dell’arte e dell’architettura greco-romana e bizantina. 
Gli scavi condotti nella zona hanno infatti messo in luce numerosi e importanti resti della città antica, tra cui spiccano i tratti delle mura di Filippo II, l’acropoli, il teatro, il foro, la Basilica A, la Basilica B e l’Ottagono.


Potete raggiungere il sito di Filippi da Kavala

In Bus -  dalla Kavala Central Bus Station - a 700 metri dal porto di Kavala - Qui la mappa -
Bus KTEL Kavalas ed in 30 minuti sarete al sito di Filippi.
Fate attenzione che in genere ci sono solo 3 corse al giorno.

Con un taxi che dovrebbe costare intorno ai 30 euro a corsa.




SPIAGGE 

Ammoglosa / Keramoti Beach. Una famosa spiaggia, una penisola che entra nel mare e assomiglia a una destinazione esotica. Si trova a circa 12 chilometri dalla città. La spiaggia è lunga 5 km ed è la lingua di sabbia più grande della Grecia. Una piccola parte della spiaggia è organizzata con lettini e ombrelloni, mentre la maggior parte è libera. 

Spiaggia di Kalamitsa. Una spiaggia sabbiosa organizzata che appartiene al comune di Kavala. Si trova in un'area urbana alla fine della città. 

Spiaggia di Batis. Una spiaggia sabbiosa situata a 4 km a ovest della città di Kavala, 

Spiaggia Perigiali. Una spiaggia sabbiosa con ingresso gratuito. Appartiene al comune di Kavala e si trova alla fine della città. 

Spiaggia di Rapsani. Un'altra spiaggia sabbiosa che appartiene al comune di Kavala, si trova letteralmente nel centro della città. 

Spiaggia di Ammolofoi.  Famose spiagge esotiche con sabbia sottile e acque cristalline e poco profonde. 

Spiaggia di Nea Iraklitsa. a 13 km da Kavala . Si trova in una baia ed è una piccola cittadina con un piccolo porto.






NOTA - Puoi scaricare qui il post in PDF - Per portarlo con te in viaggio - anche senza connessione - Oppure salva una copia dal menù del tuo Browser da utilizzare fuori linea -